Energia, la Commissione europea rinnova il finanziamento a Medreg

La Commissione Europea e Medreg, l'Associazione dei Regolatori per l'energia dei Paesi del Mediterraneo, hanno firmato un nuovo contratto di servizio per il triennio 2010-2012, che prevede un finanziamento fino a circa 920 mila euro a sostegno delle attività dell'Associazione.
La Commissione ha infatti confermato l'apprezzamento per l'attività di Medreg, presieduta dal Regolatore italiano Ortis, sulla base dei buoni risultati ottenuti con il primo accordo biennale 2008-2009, e del programma di lavoro futuro, mirato a promuovere il raggiungimento di quadri regolatori sempre più chiari, affidabili, armonizzati fra loro: capaci quindi di contribuire alla creazione di condizioni normative che facilitino i nuovi e necessari investimenti infrastrutturali, gli scambi ed i flussi energetici nel bacino del Mediterraneo.
In questo senso e per assicurare contesti operativi favorevoli allo sviluppo delle imprese e maggiori benefici per i consumatori, l'impegno di Medreg farà pure leva su una crescente collaborazione fra le Autorità di Regolazione nazionali di tutti i Paesi del Mediterraneo, nonché su una interlocuzione sempre più efficace con le Istituzioni governative e parlamentari del bacino. In questo quadro rientra anche il ruolo di "osservatore permanente" che l'Assemblea Parlamentare del Mediterraneo (PAM) ha affidato a Medreg.
Le concrete iniziative, previste nel "programma di lavoro Medreg 2010-2012", si pongono nella prospettiva di poter assicurare: mercati sempre più integrati ed efficienti; sviluppo di reti ed infrastrutture per i flussi di energia elettrica e gas; sostegno all'utilizzo razionale dell'energia (lato consumo) e delle fonti rinnovabili (lato produzione); promozione di un quadro di tutele per i consumatori, coerente con le esigenze via via emergenti, lato domanda.
Per favorire il conseguimento di tali obiettivi, Medreg amplierà i programmi per lo scambio di know-how ed esperienze fra Regolatori, in collaborazione con la Florence School of Regulation (FSR), attivata dal Consiglio dei Regolatori Europei dell'Energia presso l'Istituto Universitario Europeo di Firenze.
Medreg riunisce i Regolatori di 20 Paesi del Mediterraneo: Albania, Algeria, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Italia, Giordania, Malta, Montenegro, Marocco, Autorità palestinese, Portogallo, Slovenia , Spagna, Tunisia e Turchia. L'organizzazione interna di Medreg è strutturata su un Segretariato, basato a Milano, e su 4 Gruppi di lavoro rispettivamente dedicati alle tematiche: questioni istituzionali; elettricità; gas; ambiente, fonti rinnovabili, efficienza energetica.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.