Entro l’anno tram e bus in giro tutta la notte In arrivo più strisce blu ma meno incassi

Un elenco di tram e bus in giro tutta la notte. La capitale della movida e della rivolta anti-smog non può fare a meno di mezzi pubblici come alternativa all’auto anche per chi fa le ore piccole. Se ne è convinto il Comune che (anche dopo le richieste dell’opposizione in consiglio) è pronto a lanciare entro l’anno un servizio Atm non-stop. Nella lista metterà per cominciare cinque-sei linee a più alta percorrenza, un rafforzamento della circolare 90/91, il tram 14 e le metrotranvie 4 e 15 che passano in centro, probabilmente il bus 54. Bisognerà attendere ancora qualche mese. Già da aprile invece partirà il test per un utilizzo «più intelligente» del servizio Radiobus, ancora poco richiesto. Confermato anche per il 2010 invece lo stanziamento (di 250mila euro) per il bus by night fuori dalle discoteche. Anticipazioni del bilancio 2010 del settore Trasporti e Mobilità, che deve fare i conti con quella che pare una contraddizione: si estenderà il gratta e sosta, ma caleranno gli incassi, addirittura di 3,2 milioni di euro. Presto detto. «Con l’introduzione del tutto blu, dove i residenti possono posteggiare gratis, si riducono gli spazi a rotazione e quindi l’introito dalla vendita dei gratta e sosta», un calo stimato fino al 30% spiega il vicesindaco Riccardo De Corato. Che anticipa già entro il primo luglio il via ai lavori per la tracciatura di oltre 23.500 posti auto, «verrà completata la regolamentazione della sosta lungo viale Monza e partiremo con gli ambiti 15 e 17 dentro la Cerchia lungo Molino Dorino fuori». Il progetto è di chiudere il cerchio della 90/91, procedere con gli assi della linea «rossa» e «gialla» ma anche estendere la sosta a pagamento lungo i percorsi delle metrotranvie (si parte a luglio con il 15 tra il centro e Rozzano). E di coprire complessivamente il 70 per cento del territorio cittadino.
Tra le novità a bilancio, la possibilità per enti e aziende di richiedere e finanziarsi le stazioni di bike sharing vicino alle sedi, per metterle a disposizione dei propri dipendenti. Nel 2010 partirà anche il progetto per installare colonnine per la ricarica dei veicoli elettici sul territorio. Un milioni di incasso previsto in più da Ecopass lascia intendere che la deroga per i diesel Euro 4 e 5 senza filtro scomparirà dopo aprile, quando è previsto un «tagliando» per il ticket a livello politico.