Afghanistan, due soldati feriti: ordigno contro blindato italiano

L’esplosione ha avuto luogo a Farah, al passaggio di un mezzo blindato Lince. I soldati coinvolti sono stati soccorsi: non sono gravi

Alta tensione in Afghanistan. Questa mattina è esploso un ordigno al passaggio di un mezzo militare a pochi chilometri da Farah. Due militari italiani sono rimasti feriti, ma non gravemente: le condizioni di entrambi sono vigili e le condizioni non destano particolare preoccupazione.

Secondo quanto ricostruito da fonti militari, l'esplosione ha avuto luogo, poco prima delle nove, al passaggio di un convoglio composto da automezzi della Transition Support Unit e dell'Afghan National Army a una trentina di chilometri da Farah, una delle zone da sempre più turbolente dell’area affidata al controllo del contingente italiano. La colonna si stava muovendo verso Bala Boluk. I due militari coinvolti, entrambi bersaglieri del sesto reggimento di Trapani che si trovavano a bordo del Lince, sono stati subito soccorsi e trasportati all'ospedale da campo di Farah: hanno lesioni da schegge ma non sono in pericolo di vita.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

angelovf

Lun, 27/05/2013 - 09:31

Lasciate che si uccidono tra loro, cosa importa a noi, visto che noi anche in pace siaml i loro nemici nella loro religione? I soldi che spendiamo facciamone un uso migliore, aiutiamo i nostri poveri, le nostre famiglie, insomma nessuno capisce che qualunque cosa buona noi facciamo saremo sempre odiati da quelle persone perché è scritto nella loro cultura.

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 27/05/2013 - 15:00

Tutti a casa! basta sprecar soldi in casa di quei caproni. L'unica cosa che dobbiamo fare è quella di chiudere le nostre frontiere all'immigrazione selvaggia!

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 27/05/2013 - 15:47

ore 11,45 - BASTA CON MORTI E FERITI ITALIANI IN UNA TERRA CHE NON CI RIGUARDA, IN UN CONTESTO POLITICO, SOCIALE E MILITARE LONTANO ANNI LUCE DALLA NOSTRA VITA E CULTURA. Cosa ne diremmo se in Italia, per questioni interne, intervenissero stranieri, comunque etichettati o pseudo-legittimati ? L'inno di Garibaldi parla chiaro: Va fuora d’Italia, va fuora ch’è l’ora, Va fuora d’Italia, va fuora, o stranier! Ed allora, perchè ci arroghiamo il diritto d'intrometterci in affari altrui ?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 27/05/2013 - 18:28

Basta buttare soldi dalla finestra,tornatevene a casa perchè è qui che abbiamo bisogno di voi militari.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 27/05/2013 - 18:39

Ecco cosa si nasconde dietro l'ipocrisia dei "significativi progressi sulla strada della democrazia". Sangue e m....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 27/05/2013 - 20:03

Per molti italiani è difficile capire gli Afgani perché per noi è normale vivere in una nazione occupata da truppe straniere ormai ridotta a provincia di un impero decadente e corrotto

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 27/05/2013 - 20:04

Come tutti i popoli, anche gli Afgani hanno diritto a vivere in un paese non occupato da stranieri.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 27/05/2013 - 20:11

8 milioni al mese per portare a casa queste pagliacciate. Vergogna sul nostro ipocrita parlamento.

pl.braschi@tisc...

Lun, 27/05/2013 - 20:32

Vorrei sapere che cosa si aspetta a ritirare tutti ma proprio tutti i nostri soldati dai vari fronti di guerra! Questo dovrebbe avvenire in tempi normali, figuratevi in periodo di crisi nera come l'attuale! Siamo campioni di ingenuità e stupidità vergognosa!

Rossil

Lun, 27/05/2013 - 21:16

Il tempo passa ed ancora non mi spiego che ca**o ce ne frega a noi dell' Afghanistan!!! tanto qualsiasi fonte energetica, se sotto sotto fosse quello il problema, la paghiamo molto più del resto dell'Europa... Ma pensiamo ai fatti nostri di casa nostra che siamo proprio messi male!!! e basta con ste menate!!

mila

Mar, 28/05/2013 - 04:45

@ braschi e Rossil -Che cosa ce ne frega dell'Afghanistan? Semplice, l'Italia fa parte della NATO e deve partecipare a tutte le iniziative della suddetta organizzazione.