Arizona, villaggio invaso dai chihuahua randagi

Gli animaletti non lasciano dormire gli abitanti e inseguono i bambini più piccoli. Purtroppo l'unica alternativa alle adozioni è la sterilizzazione di massa

Arizona, villaggio invaso dai chihuahua randagi

Potranno anche sembrare solo degli innocui cagnolini, ma i chihuahua di Maryvale, in Arizona (Stati Uniti), hanno creato abbastanza problemi da finire sulle pagine del Daily Mail. Enormi branchi di chihuahua randagi infestano le vie della cittadina americana, i cui residenti sono ormai ossessionati dai continui latrati che si susseguono notte dopo notte: gli animaletti, che continuano a crescere di numero, sarebbero anche piuttosto ostili verso i bambini più piccoli, inseguiti da branchi di 8-12 animali.

Le cause della situazione vanno ricercate principalmente dall'elevato numero di abbandoni: Maryvale negli anni è stata infatti meta di una forte immigrazione dal Messico, e ora che gli immigrati rientrano nel loro paese d'origine a causa della crisi economica, si lasciano spesso alle spalle i propri animali da compagnia. Le autorità cittadine stanno cercando di ovviare al problema sponsorizzando una campagna di adozioni a largo raggio: altrimenti l'inevitabile soluzione sarà la sterilizzazione di massa di tutti i chihuahua randagi.

Commenti