Elisabetta in lutto: è morto il cane reale

La Regina è in lutto. Dopo tredici anni insieme, Monty, il suo cagnolino è morto. Buckingham Palace ha diramato la notizia, a Corte tutti piangono la scomparsa del corgi reale. Lo avevamo visto Monty, caracollare davanti a Elisabetta. Felice e scodinzolante, le sue zampette corte e buffe trotterellavano vicino alla sua adorata padrona, co-star con Sua Maestà-Bond Girl e Daniel Craig del memorabile video che aveva aperto le Olimpiadi di Londra 2012. Ma quella era stata solo l'ultima di una lunga, lunghissima serie di apparizioni con sua Maestà. L'amore che Elisabetta nutre nei confronti della razza Corgi supera ogni etichetta di corte, legame familiare e sentimentale: per loro c'è sempre posto, anche nelle occasioni ufficiali, che sia un viaggio di nozze, un giro in carrozza o una riunione privata all'interno delle stanze di Buckingham Palace. Monty era sempre con lei, con lui ha tagliato il traguardo dei sessantanni di regno. Da sempre, sin dall'infanzia, questa è stata la razza prediletta da Her Majesty. Era importante Monty, un pezzo della sua vita, il prediletto, appartenuto in precedenza alla Regina Madre, un legame forte. Da 13 anni compagno fidato, con un carattere un po' lunatico, tanto che si sospetta che qualche maggiordomo ha segretamente tirato un sospiro di sollievo ricordandone gli affilati dentini conficcati nei polpacci. Nel comunicato della Casa Reale non si precisa quando il cagnolino, sia morto, o dove, e se le cause siano state naturali. Monty non è l'unico dei cani di Sua Maestà, secondo il comunicato del portavoce di Buckingham Palace, ad essere passato a miglior vita: è morto anche Cider, uno dei dorgi di Sua Maestà, incrocio tra corgi e dachsund. Tutti conoscono la passione della Regina per i corgi, nata quando il padre Giorgio VI le regalò il primo, Susan, per i suoi 18 anni. Monty, discendeva direttamente da Susan. Con la morte di Monty i corgi reali restano due, Willow e Holly, anche loro nel video che aveva aperto le Olimpiadi di Londra 2012.
Ma Monty, Willow e Holly erano stati ultimamente protagonisti, assieme a Cider e agli altri dorgi, di un altro episodio più dark finito sui giornali. E anche se Buckingham Palace non lo ha confermato, è legittimo sospettare che la morte dei due cani sia da collegare a questo fattaccio. A fine agosto Sua Maestà aveva chiamato uno «strizzacervelli» degli animali per calmare i suoi cani che avevano azzannato il terrier della nipotina Beatrice. L'incidente era successo a Balmoral, negli stessi giorni in cui il principe Harry finiva in pasto ai media per le sue scorribande nude a Las Vegas e la sovrana era in ansia per la salute del marito Filippo in ospedale. Monty, Willow e Holly erano a passeggio con Max, il terrier di Beatrice, quando le dinamiche di gruppo hanno girato al peggio e il cagnolino vittima dell'attacco si è ritrovato sanguinante e con un orecchio mozzato. Era allora che la Regina aveva chiamato lo psicologo, ma oggi, non ci è dato sapere se Monty era riuscito a guarire.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 10/09/2012 - 10:29

ma dov'è finito la proverbiale freddezza dei reali d'Inghilterra, se anche la queen si lascia andare per la morte della "cara bestiola"? Ma come, colei che impassibile visse e supero' prove difficilissime, con un distacco totale e una freddezza proverbiali- quali ad es. vita e fine di lady Diana- ora versa lacrime a fiumi?...Non sarà che questa sia una trovata pubblicitaria per accattivarsi il mondo animalista e quindi una geniale trovata di Marketing per rilanciare l' immagine della Perfida Albione in versione " piezz' e core"? ZANNA

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 10/09/2012 - 11:17

Piangete veneri ed amorini e quanto v'è di fighetti...Sembra di leggere "Il passero di Lesbia". Grande, grandissimo Catullo. Aveva già capito e descritto tutto 2000 anni fa.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 10/09/2012 - 13:40

La regina Elisabetta ha perso il suo fedele Monty ed è molto triste. Anche Re Giorgio pare che abbia perso il suo fedele Monti, in quel di Cernobbio. Buongiorno tristezza, amica della mia malinconia.

Holmert

Lun, 10/09/2012 - 14:09

Il grande Cervi,ha scritto di suo circa le lacrime della regina.Si può piangere la morte di un cane? Detto così,sembra una banalità,ma se poi dici:si può piangere la morte di un fedele amico come il tuo cane? Ecco,la mia risposta sincera e spontanea è sì. Alla bestiola ci si affeziona,perchè ti dà tutto il suo affetto in maniera disinteressata e ti fa compagnia.Ed a nulla serve meravigliarsi,come dice Cervi,e rinfacciare a chi si commuove per un cane il fatto che nel mondo ci siano bambini che soffrono la fam,ecco,per quelli conviene commuoversi.Nel mondo ci sono stati e ci saranno sempre bimbi che muoino di fame e bimbi che muoino per eccesso alimentare,c'è sempre tutto ed il contrario di tutto ed a nulla serve ricordarlo,si sa. A me di recente è morta la mia gatta ed il suo ricordo mi commuove sempre. C'è da dire anche che con il passare degli anni si prende coscienza della morte ed i freni inibitori sottocorticali,fanno fatica a controllare le emozioni.Molti suoi neuroni sono scomparsi ed i pochi rimasti non ce la fanno. Vedere Napolitano che nei suoi discorsi ufficiali si fa vincere dall'emozione e piange come farebbe un bambino. Scegliete voi:la regina piange perchè invecchiata oppure è triste per il suo cane morto?

giuseppe.galiano

Lun, 10/09/2012 - 15:39

Certo, non va presa in giro, sono lacrime vere ecc.ecc., ma il fatto che esista un intero entourage per le care bestiole che, guarda un pò?, mangiano in tazze d'argento non credo piaccia tanto a molti inglesi, perlomeno la povera gente. Mah, sensibilità di Re o Regina...

killkoms

Lun, 10/09/2012 - 16:12

dicono che esista il paradiso anche per i cani!ragion per cui,dovrebbe esistere anche l'inferno canino il quale(l'inferno canino)ha sicuramente guadagnato un altro spalatore di carbone (con le zampe)per le sue caldaie,visto ilo pessimo carattere del cane in parola!il classico cane straviziato che fà diventare i padroni/utenti i cani e lui il padrone!

Nadia Vouch

Lun, 10/09/2012 - 22:17

Siamo noi umani a sapere che quella pappa veniva servita in ciotole d'argento, e che quella affettuosa signora che ai Suoi cani dispensa ogni cura è niente meno che una regina. I cani non conoscono le favole. Sono creature straordinarie perché dispensano il loro affetto autentico al più potente dei potenti, così come all'ultimo degli ultimi. Sono, quindi, spiritualmente davvero puri. Sono solo cani. Un affettuoso saluto a Monty, cane fortunato (come lo sono, purtroppo, una minoranza di umani).