Elezioni europee 2014

Ungheria, vincono destra e antisemiti

Gli antisemiti di Jobbik si impongono come secondo partito e si propogono come prima alternativa al partito di governo Fidesz

Ungheria, vincono destra e antisemiti

È un vero e proprio terremoto politico, quello che ha sconvolto l'Ungheria. A Budapest infatti si impone il partito di governo Fidesz, che conquista la maggioranza assoluta con il 51,4%, pari a 12 seggi all'Europarlamento.

Come seconda forza si attestano gli antisemiti di Jobbik, che raccolgono il 14,6% delle preferenze, conquistando tre seggi a Strasburgo. In caduta libera l'opposizione: i socialisti si fermano al 10,9%, in calo di quasi sette punti rispetto al 2009.

I Democratici invece non vanno oltre il 9,76%, mentre i centristi di "Insieme" raccolgono il 7,22% dei consensi. Si tratta di dati definitivi resi noti dall'Europarlamento.

"Saremo noi a sfidare prossimamente Fidesz", ha dichiarato il leader di Jobbik Gabor Vona. "Ci hanno voluto screditare con un affare di spionaggio, ma i nostri elettori non hanno ceduto."

Commenti