Usa, per la prima volta Miss America è indana: pioggia di insulti razzisti

Premiata la 24enne Nina Davuluri. E su Twitter è pioggia di polemiche: "Quando diventerà Miss America una ragazza bianca?"

Usa, per la prima volta Miss America è indana: pioggia di insulti razzisti

Per la prima volta nella storia di Miss America la vincitrice ha origini indiane. Si chiama Nina Davuluri, ha 24 anni ed è nata a Syracuse da genitori originari dell’Andhra Pradesh. La scelta della giuria nella finale di Atlantic City ha scatenato polemiche perché, alcuni giorni prima dell’incoronazione, Nina aveva definito "una grassona di merda" la precedente Miss America, Mallory Hagan, che non senza imbarazzo ha assistito alla sua incoronazione. "Sono contentissima che il concorso abbia accolto la diversità - ha detto Davuluri - sono grata perchè adesso ci sono dei bambini a casa che possono identificarsi con la nuova Miss America". Di opinione diversa, invece, molti statunitensi che hanno espresso il proprio disappunto su Twitter: "Se sei Miss America devi essere americana".

La Davuluri ha battuto le altre 53 contendenti (una per ogni Stato americano più Portorico, isole Vergini e Columbia) attraverso una sfida in bikini, una sfilata in abito da sera, una domanda di cultura e un balletto ispirato ai film di Bollywood. La giovane di origini indiane era finita nella bufera dopo che era stata diffusa una registrazione in cui insultava la Miss America uscente chiacchierando in camera con degli amici. "Sono così felice che questa gara abbia abbracciato a piene mani la diversità", ha commentato la Davuluri nella sua prima conferenza stampa. "Quando diventerà Miss America una ragazza bianca? Mai?", "Hanno scelto una musulmana (la Miss, comunque, non è musulmana, ndr), questo avrà reso felice Obama", "Miss America o Miss al Qaida?" sono stati solo alcuni dei commenti pubblicati sul sito della Cnn. Reazioni razziste si erano verificate anche nel 2010, quando a vincere era stata Rima Fakih, di origini libanesi. La Davuluri ha vinto 50mila dollari che la aiuteranno a inseguire l’obiettivo di diventare dottore, proprio come il padre.

Intanto a Bali, l’isola indonesiana che ospita il concorso di Miss Mondo, sono state selezionate le finaliste della competizione in spiaggia Beach fashion challange. Il concorso quest’anno è alla sua 63° edizione e contrariamente alle prime intenzioni del suo organizzatore, il miliardario Hary Tanoesoedibj, si svolegerà interamente a Bali. Tanoesoedibj avrebbe voluto Giacarta come sfondo della finalissima ma la popolazione dell’isola, a maggioranza musulmana, ha giudicato "amorale" il concorso, e ha costretto il governo a spostarlo interamente a Bali, l’isola indonesiana a maggioranza hindu. La capitale ospiterà invece la settimana prossima Miss world muslimah, il concorso di bellezza che rispetta i riti e le tradizioni musulmane.