Eutelia, Di Pietro: voglia di far saltare il Palazzo

Il leader dell'Idv va in piazza, manifesta solidarietà ai lavoratori dell'Eutelia e alza i toni dello scontro contro il governo: "Ignorano i lavoratori e ricevono quelli della cricca. E poi si lamentano perché a uno viene voglia di far saltare il Palazzo". Fini riceve una delegazione. Brancher: l'esecutivo sosterrà i dipendenti

Eutelia, Di Pietro: voglia di far saltare il Palazzo

Roma - Il leader dell’Italia dei Valori, Antonio di Pietro non va per il sottile e, incontrando questa mattina i lavoratori dell’Eutelia che chiedono un incontro al governo che, spiegano in piazza Montecitorio, "non ci prende neppure in considerazione", raccoglie (per qualcuno strumentalizza) il loro sfogo. Poi rilancia, ovviamente attaccando l'esecutivo: "Il governo - dice - ha un atteggiamento criminale. Ignorano i lavoratori e invece ricevono quelli della cricca. E poi si lamentano perché a uno viene voglia di far saltare il Palazzo...". Il leader dell'Idv, poi, assicura i lavoratori che interesserà della vertenza Eutelia il presidente della Camera. "È la terza carica dello Stato, deve fare qualcosa".

Fini riceve i lavoratori Il presidente della Camera dei deputati ha ricevuto una delegazione di lavoratori della Eutelia che gli ha chiesto di sensibilizzare il governo per la riattivazione del tavolo di crisi alla presidenza del Consiglio dei ministri. Il presidente ha espresso la propria solidarietà e ha auspicato che il lavoratore della azienda, attualmente impegnato in uno sciopero della fame da tre giorni, desista immediatamente da tale forma di protesta. Fini ha inoltre comunicato che, nei limiti delle attribuzioni istituzionali spettanti alla presidenza della Camera, si attiverà presso il governo affinché, dopo il commissariamento dell’azienda già deciso dalla magistratura, venga quanto prima individuata una soluzione positiva a tale vertenza.

Brancher: il governo sosterrà i lavoratori Sulla vicenda della ex Eutelia "é intenzione del governo avviare, successivamente alla pronuncia dell'autorità giudiziaria, ogni possibile attività di sostegno che possa ridurre la situazione di grave disagio in cui versano i lavoratori". Lo ha assicurato nell'aula della Camera il sottosegretario Aldo Brancher rispondendo ad una interpellanza urgente del Pd. "Le possibili iniziative future - ha spiegato Brancher - saranno definite sulla base della decisione che la magistratura assumerà e che potrebbe sostanziarsi nell'ammissione di Eutelia alla procedura di amministrazione straordinaria ex legge Prodi, per dare continuità all'azienda, ovvero nel caso fosse deciso di dichiararne il fallimento". 

 

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti