«Farei un’inchiesta sull’11 settembre»

Un’inchiesta sull’11 settembre e sugli
avvenimenti che ne sono scaturiti: è il programma che Sergio Zavoli vorrebbe realizzare «se - precisa - non dovessi più tornare in Parlamento (è senatore della Repubblica, n.d.r.) e mi fosse concesso di tornare in Rai». L’ideatore e conduttore di decine di programmi radiofonici e televisivi, che stasera riceve a Pontremoli il premio «Bruno Raschi», parla dei suoi progetti futuri. «Mi piacerebbe allestire l’ultima delle mie inchieste, intitolata, all’incirca, 11 settembre, anno zero per il mondo. Vorrei documentare che cosa ha significato e potrà significare in futuro un gesto paragonabile, non solo per gli effetti materiali, a Hiroshima. Quel giorno è iniziata un’altra modernità,fondata sulla consapevolezza che tutto delle nostre azioni è destinato a ritornarci».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.