Festa dei vigili con il sindaco: «Il Corpo avrà 8200 agenti»

Nuova linfa per i vigili della capitale. Lo ha promesso il sindaco Gianni Alemanno parlando durante la prima festa del Corpo che si è svolta a palazzo dei Congressi all’Eur.
Il sipario sull’evento «Roma-Vigile per la città» si è aperto con l’ingresso in sala della bandiera della municipale, accompagnata dalle note della banda. Alla festa hanno partecipato molti giovani agenti e anziani in pensione, che con video e foto in bianco e nero, alternate a quelle più recenti a colori, hanno assistito alla storia del Corpo, facendo un passo indietro nel passato e tornando poi al presente, un presente impegnativo in cui i vigili urbani hanno assunto nuovi e più completi compiti.
Alla manifestazione, condotta da Ramona Badescu, ha preso parte il primo cittadino, il comandante generale dei vigili Angelo Giuliani e i suoi vice Antonella Scafati e Diego Porta, che hanno consegnato riconoscimenti a quattro vigili urbani in procinto di congedarsi e agli agenti che hanno portato operato a L’Aquila dopo il terremoto. Premiato anche il comandante a cui il delegato del sindaco per la sicurezza Giorgio Ciardi, ha regalato una targa.
«L’obiettivo dell’amministrazione è coprire l’organico passando progressivamente da 6.500 agenti a 8.200 previsti - ha spiegato -. L’organico è stato studiato sulla base delle esigenze reali anche prima delle ultime ordinanze. Nel quadro di una complessiva riduzione del personale del Comune e in particolare di quello delle società controllate, quello della municipale deve andare in senso inverso». «Noi stiamo scaricando su queste persone molti compiti e funzioni nuove - ha aggiunto -. Oggi la priorità è quella di esaurire la graduatoria in essere per 370 soggetti e poi c’è il nuovo concorso già espletato anche per i dirigenti». Per il sindaco è necessario potenziare anche l’equipaggiamento e i mezzi dei vigili.
«Il Corpo è pronto a decollare, ma ci serve una spinta. Ci mancano i dirigenti, non è facile lavorare in questo modo - ha sottolineato il comandante Angelo Giuliani -. Abbiamo applicato le nuove ordinanze pur con problemi di risorse e i numeri sono aumentati. Dopo due anni di giunta Alemanno sono successe tante cose che hanno cambiato la nostra pelle, pur mantenendo la nostra tradizione. Sono aumentati i controlli sulle strade, i sequestri ambientali e tutte le nostre attività e questo perché ci sono date delle specifiche competenze, come chiedevamo da tempo».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti