Fiaccolata corale contro l’intolleranza

Una grande fiaccolata contro ogni forma di razzismo, intolleranza, xenofobia e omofobia. Una manifestazione in cui si ritrovino insieme Comune, Provincia, Regione, il cardinale vicario di Roma, il rabbino capo, l’imam della moschea, le associazioni dei gay, degli immigrati, i sindacati e tutta la società civile per chiarire che «chi colpisce il diverso colpisce anche noi». La proposta, partita dal presidente della Provincia Nicola Zingaretti ma subito abbracciata dal sindaco Gianni Alemanno, ha incontrato un consenso unanime. Ad annunciarla per settembre è stato lo stesso Alemanno, che ha chiesto «condivisione» su questi temi e non la costruzione di «teoremi ideologici». «Penso che si possa fare una grande fiaccolata - ha detto ancora il prima cittadino - come reazione da parte della città». Oltre ad Alemanno - tra gli altri - hanno detto sì il presidente della Regione Marrazzo e quello della comunità ebraica di Roma Pacifici. Poi l’Ugl e la Cgil, il coordinamento romano del Pdl, che per bocca del coordinatore Gianni Sammarco ha fatto sapere che «la lotta contro ogni forma di intolleranza e violenza deve accomunare tutti i cittadini senza nessuna contrapposizione tra destra e sinistra». Ancora, ci saranno assessori, consiglieri e organizzazioni omosex in massa. Impossibile stilare un elenco esaustivo: di certo sarà una manifestazione davvero trasversale.

Commenti