Finale, istruzioni per l'uso È la grande festa della città

Cori e bandiere, i tifosi spagnoli colorano le vie del centro Max Allegri allena i giovani. Oggi in campo le «glorie»

Antonio Ruzzo

L'ora è domani, alle 20.45 per la precisione. Ma è Milano è un po' Madrid da giorni. Un'invasione colorata per un week end da campioni in un derby tra Real e Atletico questa volta più classico del «clasico». E la città ruota intorno a una coppa che è un grandissimo evento sportivo ma non solo. La finale vale due giorni di turismo sold out, per gli alberghi una crescita del business del 20%. Basta girare per le vie del centro per capirlo ma a conferma arrivano i dati della camera di Commercio di Milano: la finale di Champions League per Milano e hinterland vale poco più di 25 milioni. Un indotto creato dagli 80mila tifosi che destineranno allo shopping 5,6 milioni di euro e spenderanno 4,5 milioni di euro per mangiare e 12,7 milioni di euro per dormire. Mentre per i trasporti, visite e «varie» la spesa è di 2,2 milioni di Euro.

Ieri intanto è stato inaugurato il Champions Village, che ospiterà eventi e concerti tra piazza Duomo e il Castello. Un programma intenso che non sarà dedicato solo ai tifosi o ai milanesi: «Milano in questi giorni sarà di nuovo al centro dell'attenzione mondiale grazie al ritorno, dopo 15 anni, della Finale di Champions League - ha detto il sindaco Giuliano Pisapia-. Saranno oltre 400 milioni le persone nel mondo collegate con la nostra città...». Da un villaggio all'altro in via Moscova al Runbase Adidas è entrato in campo Maasimilano Allegri che si è messo davanti alla lavagna per parlare con i 30 giocatori dai 16 ai 20 anni impegnati sul campo per l'iniziativa «Football Academy»: «Alla fine, è uno sport singolo il calcio- ha detto il mister della Juve- perché più i giocatori giocano bene singolarmente e più è facile mettere insieme una squadra». É la sua ricetta per vincere. Il prossimo anno magari proprio la Chamios. Che intanto fino a domani sarà in piazza Duomo prima di essere portata poi al Meazza. Per agevolare il flusso dei tifosi verrà potenziato il servizio di trasporto pubblico. Tutte e quattro le linee metropolitane saranno in funzione fino alle 2 di notte circa, con più corse sulla diramazione Rho Fiera. Dal primo pomeriggio di domani saranno inoltre potenziati il tram 16 e i filobus 90/91, mentre dalle 13,30 alle 2,30 di notte Atm metterà a disposizione autobus per rinforzare le linee in servizio nell'area dello stadio. I parcheggi di Lampugnano, Bisceglie, Molino Dorino, Famagosta, Cascina Gobba, San Donato e Maciachini prolungheranno l'orario di apertura fino alle 2,30 di notte. Domani, tra le iniziative legate alla finale alle ore 12, verrà scoperta una targa nella nuova area verde vicina allo stadio dedicata a due grandi capitani di Milan e Inter: Cesare Maldini, recentemente scomparso, e Giacinto Facchetti. Alla cerimonia parteciperanno Gianfelice Facchetti e Paolo Maldini, oltre a rappresentanti di AC Milan e FC Internazionale. E sempre donani sono attesi molti grandi campioni sul mini-campo all'interno del Castello Sforzesco, per l'Ultimate Champions match, che, a partire dalle 16.00 vedrà sfidarsi le leggende di Milan e Inter, contrapposte al «Resto del Mondo». In campo per i rossoneri leggende come Filippo Inzaghi, Fabio Cannavaro, Roberto Carlos e Clarence Seedorf, mentre il team «Resto del Mondo» sarà rappresentato da stelle del calcio internazionale, quali David Trezeguet, Gaizka Mendieta, Robert Pirès e Claude Makélélé.

Commenti