In casa o per strada, allarme anziane aggredite

Ancora microcriminalità in città: una violenza continua ai danni delle persone più deboli, donne anziane. L'altro giorno sono state due quelle aggredite, vittime di altrettanti furti con strappo da parte di malviventi che sono fuggiti. Alle 15.40 di lunedì, in via Cambiaso, a Rivarolo, la prima segnalazione: una donna di 66 anni è stata aggredita alle spalle da un giovane che le ha strappato la borsa che conteneva un cellulare e 45 euro ed è scappato a piedi. Pochi minuti dopo la donna - che per fortuna non è rimasta ferita dall'assalto - ha fermato una volante della polizia che stava passando in via Celesia, raccontando quanto accaduto. Immediatamente gli agenti hanno diramato via radio la descrizione del malvivente fornita dalla donna, ma l'uomo intanto aveva fatto perdere le tracce. Stessa età per la seconda vittima, un'altra donna aggredita in via Buranello a Sampierdarena, intorno alle 18. Anche in questo caso è stata la stessa vittima ad avvisare una volante di passaggio dicendo di essere stata derubata dalla collanina d'oro da un giovane che le è sembrato sudamericano. Anche in questo caso però del rapinatore nessuna traccia.
Altro intervento della polizia in piazza Balestrino, a Sestri Ponente, dove, attraverso le telecamere di sorveglianza, la centrale operativa della Questura aveva due persone che manomettevano il bancomat inserendo un arnese denominato forchetta per bloccare il denaro. Una volta giunti sul posto i poliziotti hanno atteso l'intervento del direttore della banca per staccare la corrente di alimentazione al bancomat e controllarlo. Infine la polizia ha effettuato due interventi per furto in appartamento. Il primo, in via Pedrini, a Rivarolo, dove una donna ha dato l'allarme dopo aver sentito che intrusi cercavano di entrare in casa, rovistando nella porto di ingresso. La polizia intervenuta sul posto ha persino constatato che anche la serratura del portone era stata forzata
In via Gastaldi invece è stato il dipendente di una ditta di forniture edili che ha notato un buco nel muro vicino alla porta di ingresso della sede della sua ditta. Sul posto è intervenuta la polizia scientifica.

Commenti