Droga nascosta nel prosciutto per ingannare i cani poliziottoSei arresti a Genova

La speranza era quella che i cani fossero molto più attratti dal profumo del prosciutto che da quello della «neve». Per questo alcuni trafficanti di cocaina hanno pensato di importare la droga nascondendola all'interno di cosce di prosciutto crudo. Un trucchetto che tuttavia non ha tratto in inganno i poliziotti e l'olfatto infallibile dei cani. Il carico arrivava dalla Colombia alla Spagna in aereo, poi proseguiva verso Genova in pullman.
La polizia di Genova, che già aveva effettuato due arresti a dicembre recuperando circa un chilo di coca, ha aspettato i trafficanti al capolinea. In manette sono finiti una donna colombiana di 43 anni, due suoi connazionali di 38 e 23 anni e un ecuadoriano di 34 anni. Sequestrato il prosciutto utilizzato per nascondere la droga: all'interno è stato ritrovato un panetto di un chilo. Nel complesso, l'operazione ha portato al recupero di due chili di coca e all'arresto di sei persone responsabili dell'importazione della sostanza stupefacente destinata al mercato genovese.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento