Al via la gara per atleti sedentari

Genova ha detto «no» (avendo preteso il versamento, rifiutato dagli organizzatori, di 12mila euro oltre alle spese per l'impiego straordinario di 40 agenti della polizia municipale), mentre Sori ha detto «sì» (gratis). Allora domenica la 23ª edizione del «Trofeo Fantozzi-Coppa del mondo per corridori ipodotati»», e a tutti gli effetti una corsa ciclistica rigorosamente riservata ad atleti «sovrappeso, sedentari e con problemi di jella», si svolgerà nel territorio del Comune del levante ligure. La gara prevede 16 chilometri complessivi (ma se ne possono percorrere anche molti di meno, senza essere squalificati...), con un gran premio della montagna a 550 metri e arrivo sotto casa di Paolo Villaggio. Sono iscritti 350 non-atleti (a 20 euro l'uno, di cui 10 andranno in beneficenza) che si cimenteranno nei saliscendi delle colline alle spalle della località del levante ligure, usufruendo però di numerosi posti ristoro disseminati lungo il percorso, a base di trofie al pesto, focaccia, e gelato.
Nella storia del trofeo, che è iniziato con ben 12 partecipanti, ma è arrivato a oltre 6mila iscrizioni, c'è anche - rivelano sogghignando gli organizzatori, a partire dal patron Gianluca Venturino - la partecipazione del comandante Gregorio De Falco, della Capitaneria di Livorno, «che invitò un atleta a risalire immediatamente in bicicletta». La manifestazione, nata quasi per gioco nel 1991 da un'idea di un gruppo di ex liceali genovesi, è dedicata al «ragioniere» reso famoso da una decina di film e libri di Villaggio. Come è stato preannunciato ieri nel corso di un incontro in Regione, alla presenza del sindaco di Sori Luigi Castagnola e dell'assessore regionale allo Sport Matteo Rosso (egli stesso iscritto «e in pieno allenamento»), la gara avrà inizio alle 15 a Sori, e toccherà le frazioni di Lago, Canepa, Sussisa e Capreno.
«La prova - spiega in particolare Venturino - sarà incentrata sul Circuito delle frazioni, un nome apparentemente innocuo che però nasconde uno dei più massacranti percorsi di tutta la storia del Trofeo con ben 424 metri di dislivello. Ma riusciranno a compensare la durezza del percorso i tre ipercalorici rifornimenti previsti». Per chi non ce la farà, è comunque predisposto un servizio con provvidenziali bus navetta.
Fra le iniziative collaterali in programma, le Poste hanno disposto un annullo speciale, tramite l'allestimento di uno sportello temporaneo dislocato sul litorale di Sori con orario 11-16. Allo stand la clientela potrà trovare e richiedere i vari kit predisposti con la cartolina del Trofeo e l'annullo speciale.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento