L'Arca processionale torna a risplendere

Un'opera di grande valore storico e di fede torna all'antico splendore: domani verrà presentato al Museo Diocesano, nel Chiostro dei Canonici di San Lorenzo l'intervento di restauro della Cassa argentea del Corpus Domini», conservata presso il Museo del Tesoro di San Lorenzo.
Alla presenza dell'arcivescovo Angelo Bagnasco, e del direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Liguria Maurizio Galletti verrà presentata l'opera di restauro eseguito da Francesca Olcese, specializzata nel recupero di materiali preziosi, sotto l'Alta Sorveglianza della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Liguria nella persona dalla dottoressa Paola Traversone. I lavori sono stati finanziati dal «Club Inner Wheel Genova Phf». La monumentale cassa argentea fu commissionata dal Magistrato dei Padri del Comune nel 1553 a Francesco de' Rocchi, argentiere milanese, insieme al quale lavorarono diversi argentieri fiamminghi e tedeschi. Era coperta e annerita dall'ossidazione e dalla solforazione provocata dall'inquinamento, ed era coperta da una spessa vernice: ora è tornata all'antico splendore.

Commenti