Padri separati, una casa per ospitarli in Valbisagno Rosso (Pdl) sostiene la proposta del Municipio

Il consigliere regionale del Pdl Matteo Rosso ha presentato un interrogazione urgente per chiedere alla giunta regionale di sostenere, con un contributo economico, la realizzazione di una casa per i padri separati che vivono in stato di indigenza.
L'esponente regionale del Pdl spiega: «Ho voluto raccogliere l'appello del Presidente del Municipio Media Valbisagno Agostino Gianelli che ha promosso, investendo risorse economiche del Municipio, la realizzazione di una casa per padri separati, che oggi sono i nuovi poveri della nostra società. Trovo ottima l'idea di ristrutturare un edificio in via Nicolò Costa, ex sede di un asilo nido immobile che il Comune non è riuscito a vendere, per farla diventare un luogo di accoglienza per questi uomini che spesso sono costretti a dormine nelle loro automobili perché non più in grado di sostenere economicamente spese per affittare un abitazione dove poter vivere dignitosamente».
«Chiedo alla Giunta regionale, visto che la prima parte della ristrutturazione è avvenuta, di sostenere questo progetto per consentire che questa lodevole iniziativa venga portata a compimento - prosegue il consigliere regionale del Pdl -. Infatti il dato oggi è allarmante: Genova e la Liguria si confermano come il centro di conflittualità familiari con numeri tra i più elevati d'Italia in fatto di separazioni e divorzi. Uno su tutti che da bene l'idea della situazione: dal 1995 ad oggi da 80 divorzi all'anno siamo passati a 182».

Commenti