Per scoprire la celiachia basta un esame del sangueIl nuovo test messo a punto dai ricercatori del Gaslini

Basterà un esame del sangue per scoprire se si è predisposti ad ammalarsi di celiachia, una malattia infiammatoria cronica dell'intestino tenue dovuta a una intolleranza al glutine. I ricercatori dell'Istituto Gaslini, in collaborazione con l'Università di Verona, hanno messo a punto un test che nei soggetti geneticamente predisposti permette la diagnosi precoce di celiachie. «Il test sviluppato dal nostro istituto - sottolinea il direttore scientifico dell'istituto, Lorenzo Moretta - è un importante passo avanti per una diagnosi precoce di celiachia e può essere particolarmente utile in caso di celiachia con sintomatologia atipica extraintestinale o nei casi di silenti». Nel 2011, il ministero della salute ha diagnosticato 135.800 casi di celiachia in Italia, con un incremento annuo del 19%. È una patologia a predisposizione genetica che per il momento si cura solo con la dieta, eliminando il glutine.
Lo studio durato sei anni su un campione di 350 bambini ha permesso di evidenziare come nel sangue del 10 per cento dei soggetti analizzati erano presenti anticorpi diretti contro la proteina Vp7 del Rotavirus. «Abbiamo potuto studiare - spiega il professore Antonio Puccetti ricercatore del laboratorio di immunologia clinica e sperimentale - che nei pazienti in cui erano presenti i geni HLA DQ2 oppure DQ8 vi è una predisposizione maggiore a sviluppare negli anni la malattia. Per il momento il test non è in commercio e si può fare solo presso il nostro istituto. Il test è stato brevettato».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento