Germania, assalto a scuola con molotov: 10 feriti

Uno studente diciannovenne ha abbattuto a colpi d’ascia il portone d’ingresso della propria scuola ad Ansbach, in Baviera, ed è entrato in una classe gettando una bomba molotov. Poi ha aperto il fuoco con un’arma che aveva con sé. Dopo un blitz la polizia lo ha arrestato

Germania, assalto a scuola con molotov: 10 feriti

Norimberga - Scene di panico in una scuola tedesca. Uno studente di 19 anni ha fatto irruzione nel proprio liceo armato di un'accetta e di alcune molotov. Si sono uditi anche dei colpi d'arma da fuoco. Alla fine si contano dieci feriti - quattro in modo grave - tra cui l'autore del folle gesto.

La dinamica Un ragazzo dell’ultimo anno del "Gymnasium Carolinum" di Ansbach, il secondo liceo della Baviera per anzianità, fondato nel 1528, alle 8.35 di questa mattina ha abbattuto a colpi d’ascia il portone d’ingresso ed è poi penetrato in una classe frequentata da sedicenni, in cui ha gettato una bomba molotov, prima di aprire il fuoco con un’arma che aveva con sé. Il portavoce della polizia, Peter Grimm, ha dichiarato che "i feriti sono quattro, tra i quali una ragazza in modo grave", mentre la fonti della Protezione Civile parlano di 10 feriti, alcuni dei quali raggiunti da colpi di arma da fuoco.

In manette Il mancato killer, che ha 19 anni e frequentava l’ultima classe del liceo, è stato arrestato dalla polizia, dopo essere rimasto ferito in seguito ad alcuni colpi sparati dagli agenti. Il responsabile delle forze di polizia di Ansbach, Udo Dreher, ha affermato che alle 8.45 i suoi uomini hanno affrontato il giovane attentatore ed "hanno fatto uso delle armi", ferendolo in modo grave. Il ministero dell’Istruzione bavarese ha comunicato che la scuola è stata evacuata e che il resto dei 700 studenti che la frequentano è stato posto in salvo. Al momento si ignorano le cause che hanno indotto lo studente diciannovenne a tentare di compiere una strage.

Il precedente Lo scorso 11 marzo il diciassettenne Tim Kretschmer aveva compiuto un massacro in una scuola di Winnenden, a 20 chilometri da Stoccarda, uccidendo 15 persone prima di togliersi la vita quando stava per essere arrestato dalla polizia. Il 16 aprile 2002 un altro studente diciannovenne, Robert Steinhaeuser, aveva compiuto un’altra strage nel "Gutenberg Gymnasium" di Erfurt, nell’est del paese, uccidendo 12 insegnanti, una segretaria, 2 studenti ed un poliziotto prima di suicidarsi.

Commenti

Grazie per il tuo commento