Per la «Giovine Orchestra» stagione ricca e casse vuote

Sarà casuale, o sarà invece scelta arguta, fatto è che vedere Vittorio Sgarbi protagonista di un Orlando «furioso» fa quantomeno sorridere. Un ruolo che sembra calzargli a pennello. «Orlando Paladino», musica di Joseph Haydn e libretto di Nunziato Porta su episodi del poema ariostesco, andrà in scena l'8 novembre alle ore 16 (con repliche il 9, 10, 11) a Casa Paganini; spettacolo che rientra nella XIII rassegna di Teatro musicale per ragazzi organizzato dalla Gog parallelamente al cartellone «ufficiale» illustrato ieri dal presidente Nicola Costa. Il quale, nell’occasione, non ha nascosto le difficoltà finanziarie in cui versa la Gog: «Viviamo un momento difficile - ha detto Costa -. Per fortuna la Compagnia San Paolo ha aumentato il proprio finanziamento, gli Enti locali ci sono vicini e anche la Fondazione Carige ha ripreso ad aiutarci», mentre solo ai primi di ottobre la Giovine Orchestra conoscerà l’entità del contributo statale per il 2009. Costa è tornato poi a parlare del programma. Per spiegare che, più esattamente, questo «Paladino» è un dramma eroicomico in tre atti per Teatro di Marionette, voce recitante, cantanti, archi e fortepiano: spettacolo del «Teatro Appesoaunfilo», che alla voce (registrata) di Sgarbi «furioso», accosta quella di Sabrina Colle (Angelica).
Sempre nell'ambito della stagione per ragazzi e sempre a Casa Paganini, «Il Suono a due dimensioni, concerti per strumento ed elettronica»: due appuntamenti, uno dedicato al pianoforte (27 ottobre) e uno alla tuba (30 ottobre), preceduti da un incontro (26 ottobre) illustrativo con Pietro Borgonovo, direttore artistico della Gog e Roberto Doati, responsabile della Scuola di Musica e Nuove Tecnologie del Conservatorio. Per finire, «Il Sole di chi è?», opera musicale per ensemble strumentale e voci animate in scena al Teatro della Tosse il 16 e il 17 novembre; musica di Silvia Colasanti e testo di Roberto Piumini. L'interesse della Gog verso i ragazzi si è inoltre concretizzato quest'anno in un progetto legato alla scuola, con una serie di incontri di approfondimento e arricchimento musicale dei giovani effettuati direttamente in classe. Corollario di questo percorso, attento soprattutto all'osservazione della musica «innata» di ciascuno, un ciclo di tre incontri a Palazzo Ducale con il Prof. Maurizio De Negri, Primario di Neuropsichiatria Infantile all'Ospedale Gaslini e con il compositore Nicola Ferrari; e un concerto nella Sala del Maggior Consiglio (8 febbraio, ore 21) con gruppi da camera formati da solisti della Gog e diretti dal maestro Borgonovo. Un rapido sguardo naturalmente anche al cartellone «tradizionale», che inaugura sabato 10 ottobre al Carlo Felice con Uto Ughi e i Filarmonici di Roma; una stagione che brilla per il nome di Maurizio Pollini (15 febbraio), ma che vanta nella sua globalità - come sempre - appuntamenti di altissimo livello con artisti di fama internazionale. Il cartellone completo sarà visibile sul sito della Gog www.gog.it a partire dal 10 ottobre.

Commenti

Grazie per il tuo commento