Giro: Nibali vola, Arroyo è in "rosa"

Dopo molti km di pianura, Nibali attacca all'inizio della durissima salita del Monte Grappa seguito dai migliori. E in discesa allunga di nuovo conquistando in solitaria la prima tappa della sua carriera al Giro

Giro: Nibali vola, 
Arroyo è in "rosa"

Asolo - La 14° tappa da Ferrara ad Asolo, con escursione sul Monte Grappavede la consacrazione del siciliano Vincenzo Nibali che attacca in salita, seguito da Basso, Evans, Scarponi e Vinokourov, per poi allungare in discesa e  arrivare da solo al traguardo.

Il percorso Tutto piatto per 140 km. Poi il Monte Grappa: 1500 metri di dislivello in 20km. Con pendenze fino al 14%. La prima tappa di vera montagna arriva nel momento topico di questo giro. Finora ha dominato l'incertezza e il caos. Ora emergerà solo chi ha la gamba per reggere le terribili salite dell'ultima settimana.

Fuga Ai  37km dal via, in sei si staccano e vanno in fuga: Bonnet, Monier, Eibegger, Cummings, Bisolti e il campione italiano Pozzato. Il vantaggio dei battistrada arriva ad un massimo di 8 minuti. Alle prime asperità Liquigas e Lampre si mettono davanti al gruppo e ricuciono lo strappo.

La salita Bisolti, l'altro italiano tra i fuggitivi, cerca l'allungo e guadagna qualche secondo appena inizia la salita. Va subito in crisi invece il leader della corsa Richie Porte. A 14 km dalla vetta del Monte Grappa ci prova Wiggins: l'inglese, che in classifica è decimo a meno 8'14", cerca di far saltare il banco e scatta prepotentemente.

L'attacco Dopo qualche chilometro il gruppo dei big riprende Wiggins quando il distacco dal battistrada è di 1'12". Cominciano a staccarsi invece i primi nomi importanti: Porte, Pinotti e Garzelli non tengono il ritmo e crollano a 3 minuti da Bisolti. Poco prima dello strappo con pendenza del 14% parte l'attacco di Vincenzo Nibali, seguito subito da Basso, Scarponi ed Evans. Vinokourov fatica a rispondere mentre Carlos Sastre, inizialmente preso in contropiede, recupera prepotentemente sul kazako. Crolla invece Arroyo, secondo in classifica.

In vetta A pochi chilometri dalla cima del Monte Grappa, il quartetto Evans-Nibali-Basso-Scarponi si porta in testa. A meno di 30 secondi ci sono Vinokourov e Sastre. 10" più dietro Cunego, Arroyo e Tondo Volpin. Al Gp della montagna aumenta il divario di Vinokourov e Sastre, a 1 minuto e 7 secondi.

Discesa A 40 km dalla fine, parte la discesa sotto una leggera pioggia. Nibali attacca di nuovo e riesce ad allungare guadagnado 25" sui compagni di fuga. Sastre invece fatica a seguire il Vinokourov, lanciatissimo all'inseguimento dei fuggitivi. A 25 km dal traguardo Nibali ha 30" sugli ex compagni di fuga e a 1' e38" sul kazako dell'Astana. Sastre intanto viene raggiunto dal gruppo di Wiggins, Arroyo, Cunego e Karpets.

Finale Giunti in pianura, Nibali ha 42 secondi su Evans, Scarponi e Basso che non collabora attivamente all'inseguimento per favorire il compagno di squadra. Il gruppo di inseguitori più nutrito, quello di Sastre, Arroyo e Cunego è a 3'16" quando mancano 10 km dall'arrivo.Il siciliano resiste al tentativo di recupero degli inseguitori e giunge da solo al traguardo.

Commenti