La grande balena della Groenlandia cambia «canzone» per amore

La rivista «Science Daily» racconta che dalle registrazioni si è scoperto che ciascuna balena (20 metri per 150 tonnellate) è in grado di cantare a più voci, su livelli tonali diversi

Che le balene cantino per amore è cosa che molti già sanno. Ciò che ha stupito i ricercatori ascoltando le registrazioni degli idrofoni è che una particolare specie di balena, per continuare a riprodursi, ha sviluppato un sofisticato canto «a più voci» che rende molto più attrattivo il richiamo d'amore per il futuro partner.
La balena franca di Groenlandia (Balaena mysticetus) fu oggetto di una caccia spietata, che ne ridusse drammaticamente il numero, finché non divenne specie protetta. Riconoscibile alla testa gibbosa, seconda per grandezza solo alla balena azzurra, può arrivare a 20 metri di lunghezza e alle 152 tonnellate di peso. Si è pensato a lungo che questa balena franca fosse praticamente estinta dalle acque della Groenlandia e in particolare da quelle della Disko Bay, dove l'Università di Copenaghen ha una sua stazione scientifica. Ora, forse perché il riscaldamento globale di tanto in tanto fa riaprire - per la prima volta da 125 mila anni - il tanto cercato passaggio a nord-ovest di comunicazione con il Pacifico, queste balene sono tornate a far sentire la loro voce. Gli idrofoni della della base olandese hanno potuto così registrare il canto d'amore della balena franca di Groenlandia, un canto molto sofisticato - si è scoperto - sviluppato da questi cetacei per attrarre in maniera più efficace le compagne (o i compagni) e garantire in questo modo la sopravvivenza della specie.
«Il canto d'amore delle balene non è un fenomeno nuovo - dice Outi Maria Tervo, responsabile della stazione scientifica olandese di Qeqertarsuaq - La cosa speciale è però che la balena franca di Groenlandia è che talvolta questa canta a più voci. Produce due differenti canzoni o suoni, che a volte sono mischiati tra loro. Cosa mai registrata in altre balene».
«C'è poi da notare come le balene franche di Groenlandia cambino le loro canzoni di anno in anno - aggiunge la Tervo, citata da Science Daily - e, soprattutto, non ripetano mai le canzoni degli anni precedenti». «Queste balene hanno un repertorio nuovo ogni anno, attitudine presumibilmente sviluppata come parte dell'eterna battaglia per conquistarsi un partner, e garantire il sempre più difficile perpetrarsi della specie», conclude la ricercatrice.
La balena franca di Groenlandia è, tra tutte le balene «canterine», quella che è in grado di elaborare le canzoni d'amore più complicate, specialmente alle frequenze più alte (tra i 100 e i 2000 Hertz). Gli studiosi si domandano se la sua capacità di cambiare canzoni ogni anno sia finalizzata ad attrarre a ogni ciclo riproduttivo partner sempre diversi per diffondere meglio i propri geni. È, di contro, l'unica balena di cui non si sia riusciti a capire se a cantare sia la femmina o il maschio, oppure entrambi.

Commenti