Grande Fratello: vince Mauro Trionfo di un salumiere trash

Dopo quattro mesi e mezzo, 134 giorni e oltre 3.200 ore di diretta televisiva, il Grande Fratello 10 chiude con la vittoria di Mauro. Il video

Grande Fratello: vince Mauro 
Trionfo di un salumiere trash

Roma - Dopo quattro mesi e mezzo, 134 giorni e oltre 3.200 ore di diretta televisiva, si è chiusa con la vittoria di Mauro, il goliardico concorrente di Castelfranco Veneto che si aggiudica 250mila euro, la decima edizione del Grande Fratello, la più lunga e la più affollata (27 concorrenti) della storia del reality di Canale 5 targato Endemol.

Un'edizione da record Per la quinta volta consecutiva Alessia Marcuzzi ha condotto il programma che per cinque mesi ha avuto la leadership del lunedì sera con oltre 6 milioni di telespettatori (27,5% di share) e un record sul web, grazie a 240 milioni di pagine visitate e 360 mila iscritti su Facebook. Partita con una coinvolgente carrellata del dietro le quinte del programma cui lavorano 300 persone, la finale - condita da ricongiungimenti in stile Carramba, abbracci e lacrime, ha avuto come ospite un esilarante Paolo Bonolis che, facendo il verso al palco dell'Ariston, scende in studio da un ascensore-montacarichi. Per poi scatenarsi in battute come "Mauro non si può votare nel Lazio e in Lombardia perché non ha presentato in tempo le liste. A meno che il Gf non abbia fatto un decreto...". E fare irruzione nella casa di Cinecittà ironizzando con cinismo e intelligenza sulle peculiarità dei finalisti. La Marcuzzi ride a crepapelle e più volte gli chiede: "Vuoi condurre tu al posto mio?".

l'irruzione di Bonolis Padrone della scena e delle situazioni, chissà che il Paolino nazionale non ci faccia un pensierino. Nella Casa, Bonolis aggiorna i ragazzi sui fatti che hanno "cambiato l'Italia" e ironizza così sulla partecipazione del principe Emanuele Filiberto e di Pupo al festival di Sanremo con Italia amore mio. A lasciare il segno in questa edizione è stata sicuramente Veronica, la pantera "de noantri", dura e aggressiva ma in realtà fragile ed emotiva, che dopo aver fatto cadere ai suoi piedi quattro uomini - Massimo il Pitbull, Mauro, il 18enne Marco e il tenebroso Daniele - ha scelto l'ex coniglietta Sarah (i loro baci sono cliccatissimi in rete). Ma anche Gabriele, nato donna ma che si è sempre sentito uomo. Il Gf puntava molto su di lui, eliminato però alla sesta puntata.

La bestemmia in diretta Questa è stata anche l'edizione della bestemmia pagata (dal macho Massimo) con la squalifica; della soap a lieto fine con tanto di anello di fidanzamento tra George "il Principe" (un figlio piccolo e una compagna a casa) e la sicula Carmela, incurante delle decine di ex di lui spuntate come funghi durante questi quattro mesi; dell'amore platonico tra l'egocentrico Maicol e Giorgio, il veneziano super-fidanzato ma rubacuori, giunto in finale e al quale il Gf ha regalato l'incontro con il padre e il fratello maggiore, che aveva visto solo una volta nella sua vita ("Sono io il Grande fratello", gli ha detto). A resistere fino alla fine anche Cristina, maestra d'asilo orgogliosa del suo sovrappeso (definita "la donna che sussurrava ai fornelli"), che in diretta ha riabbracciato il fidanzato Lino; Alberto detto "er pezzetta" per la sua ossessione per le pulizie (quarto classificato), preso di mira dalla Gialappàs per il suo eloquio incomprensibile. Bello e impossibile, dopo quattro anni di castità nella Casa ha ceduto alle avances della bella Mara. E Mauro, il guerriero solitario, odiato dai compagni ma dall'inizio il favorito del pubblico, sulla cui vittoria avevano puntato gli oltre 375 mila iscritti sulla sua pagina su Facebook, dove sono nati 500 gruppi a suo nome. "Tra breve ci metteremo al lavoro per la prossima edizione - ha detto il direttore di Canale 5 Massimo Donelli - Il GF è un pilastro del nostro palinsesto e lo faremo ancora più bello".

Caricamento...

Commenti

Caricamento...