Guerra in Ucraina

"Guerra scomparsa da Twitter". Affondo di Kiev contro Musk

Il governo ucraino ha denunciato una "riduzione radicale" dei tweet che menzionano "la copertura dell'aggressione russa". Il consigliere di Zelensky ha incolpato Elon Musk

"Guerra scomparsa da Twitter". Affondo di Kiev contro Musk
Tabella dei contenuti

Nuove scintille tra Elon Musk e il governo ucraino. Kiev se l’è presa con il miliardario statunitense per la copertura della guerra in Ucraina offerta da Twitter, evidentemente peggiorata agli occhi ucraini da quando il patron di Tesla ha preso il controllo del famoso social media.

L’ultimo scontro tra Musk e Kiev

Mikhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino, ha twittato un messaggio emblematico: "Guerra in Ucraina è scomparsa dai trend di Twitter. Una riduzione radicale dei tweet che menzionano la copertura dell'aggressione russa. Gli utenti non sono autorizzati a registrarsi o accedere a un account con un numero di telefono ucraino".

L’alto funzionario ha quindi rincarato la dose, chiamando polemicamente in causa niente meno che Musk: "Elon Musk, mi chiedo se vedremo mai i Twitter Files sull'autunno/inverno 2022?".

I media ucraini hanno fatto presente che Twitter avrebbe smesso di accettare gli abbonati degli operatori di telefonia mobile ucraini, non essendo più possibile indicare il numero "+380" durante la creazione di un account. Il social avrebbe poi chiuso la possibilità di verificare un account dall'Ucraina e limitato la creazione di nuovi. Il problema, ha scritto Odessa Journal, è stato riscontrato sia per la versione browser di Twitter che per l'applicazione mobile.

Una relazione complicata

Dallo scorso 24 febbraio ad oggi, l'Ucraina ha avuto una relazione complicata con Musk, uno degli uomini più ricchi del mondo. Il miliardario è stato elogiato nei primi giorni del conflitto per aver fornito gratuitamente a Kiev migliaia di dispositivi Internet via satellite Starlink (realizzati da SpaceX controllata dallo stesso Musk).

L'amicizia è stata tuttavia messa a dura prova qualche mese più tardi quando Musk ha espresso sostegno per le condizioni di pace rifiutate da Kiev, chiedendo che la Crimea, annessa da Mosca nel 2014, fosse dichiarata formalmente parte della Russia, e che si tenessero in altri territori occupati referendum sotto la supervisione delle Nazioni Unite sull'opportunità o meno di Mosca di restare in loco.

In precedenza, il tycoon aveva chiesto soldi al Pentagono per continuare a fornire internet all’Ucraina attraverso i suoi satelliti Starlink, salvo poi aumentare il prezzo delle tariffe di router e antenne.

Il cambiamento di Twitter

Nel frattempo, il Washington Post ha scritto che Twitter ha smantellato all'improvviso il suo Trust and Safety Council, ovvero il comitato per la sicurezza del social. Per il quotidiano Usa si tratterebbe "dell'ultimo segnale che Elon Musk sta distruggendo anni di lavoro e istituzioni create per rendere il social network più sicuro e civile".

I membri del comitato, ha precisato il WP, hanno ricevuto una e-mail, il cui oggetto era "Grazie", che li informava che il comitato non era più "la struttura migliore" per portare "approfondimenti esterni nel nostro lavoro di sviluppo di prodotti e politiche". L'e-mail sarebbe arrivata meno di un'ora prima di un incontro su Zoom dei membri del comitato con i dirigenti di Twitter per discutere i recenti sviluppi.

Commenti