Henriquet testimonianza vivente di un professionista serio e sensibile

Ho incontrato per la prima volta il Prof. Henriquet come relatore in due convegni organizzati dall’A.C.O.S. (Associazione Cattolica Operatori Sanitari). Convegni di aggiornamento che si onorava di tenere per noi infermieri a titolo gratuito con temi a lui particolarmente cari: «Assistenza al paziente con malattia terminale» - «Umanizzazione delle strutture ospedaliere». Argomenti trattati più con il cuore che le parole, mentre spiegava quanto importante fosse stabilire con il malato specie terminale un clima di attenzione, sensibilità, partecipazione profonda. Solo in questo clima diceva, le medicine troveranno il loro massimo effetto, particolarmente quelle contro il dolore. Le medicine… certamente per il Prof. «un mezzo» per alleviare il dolore fisico del malato, non certo un «fine»! Lo ricordo nella testimonianza di una lunga esperienza estesa a tutto l’Ospedale S. Martino nel campo del trattamento del dolore nei malati di tumore. Testimonianza costante di un professionista serio e silenzioso, di rara sensibilità ed attenzione alla dignità del malato e l’ambiente che lo circonda. Ci auguriamo che questa consapevolezza possa aiutarla, caro Professore, ad avere presto nuovi spazi e collaboratori tali da poter continuare, ampliandola, la preziosa attività da lei intrapresa.
Presidente Regionale A.C.O.S.

Commenti