Host, la carica dei buyer stranieri alla fiera dell'ospitalità

Le eccellenze dell'ospitalità professionale italiana protagoniste della più grande fiera mondiale di settore aperta a Fiera Milano fino al 22 ottobre. Più espositori e visitatori, crescono gli stranieri. Business, grandi chef e show cooking. Premiati i progetti giovani

"Da Host arriva un segnale di speranza per tutto il Paese. Con questa manifestazione mettiamo in vetrina le eccellenze italiane, apprezzate in tutto il mondo. La fiera è una la cittadella dell'innovazione, qui possiamo trovare l'avanguardia di un settore importante che è quello che in Italia sta immediatamente dietro alla filiera del food. Nel mondo ci chiedono anche il cibo, il caffè con la sua macchina e in questo i veri inventori siamo noi, perché la pizza nasce a Napoli e il caffè in Italia". Michele Perini, presidente di Fiera Milano guarda avanti, con ottimismo, all'inaugurazione di Host 2013, la più importante fiera mondiale dedicata ai temi dell’ospitalità professionale e del retail in corso a fieramilano fino a martedì 22 ottobre con 1.700 (+6,5% rispetto alla passata edizione), 350 new entry e 559 realtà straniere (+16,5%), di 48 Paesi. Una grande fiera che ha nel made in Italy e nell'export il suo punto di forza indiscusso ed è in grado di attrarre buyers da tutto il mondo perché è una piattaforma di business a sostegno delle nostre imprese.

"Questa - ha detto Enrico Pazzali, ad di Fiera Milano - è una delle pochissime fiere in crescita come espositori, in particolari stranieri tanto che abbiamo registrato un più 10%". Pazzali ha ribadito l’importanza di Host per la proiezione internazionale delle aziende italiane, sottolineando la presenza di 1.500 buyer esteri e circa 120mila visitatori professionali attesi e ha aggiunto: "La manifestazione non si esaurisce ai giorni dell’esposizione, continueremo ad affiancare gli operatori del settore tutto l'anno, come dimostra il successo di Food Hospitality World, che stiamo organizzando nei principali mercati emergenti".

"La forza dell'Italia è lavoro e bellezza, lavoro e cultura'". Così, citando un celebre discorso di Alcide De Gasperi del 1946, quando a Milano inaugurò la Scala in una città piena di macerie, il presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo ha dato il via alla manifestazione. "Host è l'esempio di come lavoro, bellezza e cultura possano essere un punto di ripresa. Proviamo a guardare quello che c'è di positivo; usciremo dalla crisi, diamo spazio alle tante cose belle che ci sono e che fanno già oggi la ricchezza del Paese". E, proposito di lavoro e imprese, l'assessore regionale alle Attività produttive Mario Melazzini ha ricordato le iniziative della Regione per rilanciare l'impresa, come il progetto per le start e restart up: "Con questo progetto mettiamo a disposizione 30 milioni di euro di cui 7 a fondo perduto e l'abbattimento totale dell'Irap per il primo anno di attività per le start up che si abbatte dell'1% nei due anni successivi, e altri23 milioni a tasso agevolato per permettere di partire o ripartire''.

La prima giornata del maxi salone ha messo l'accento sul design, a partire dalla premiazione dei migliori progetti presentati per HosThinking e Host Smart Label, competizioni per giovani creativi. “Insieme a Host, abbiamo dato vita a due progetti per a stimolare un settore con eccellente capacità di visione verso il futuro come quello dell’ospitalità", ha spiegato Matteo Ingaramo, direttore di POLI.design, consorzio del Politecnico di Milano. "I prodotti e i progetti presentati hanno dimostrato come il design, unito all'innovazione tecnologica e funzionale, possa diventare uno strumento fondamentale per concepire soluzioni intelligenti, a beneficio degli utenti, del benessere individuale e collettivo, dell'ambiente".

Il primo premio di HosThinking è andato al progetto Hi-Tech Host Handle, maniglia domotica che accoglie l'ospite con funzioni riconoscibili, personalizzabili e tecnologicamente avanzate. Sul fronte Host Smart Label, tra i premiati Adande Unitary Range Mark II, refrigeratore a cassetti a compartimenti di Adande Refrigeneration e Pasta Pot, pentola che integra cucchiaio e coperchio, firmato Alessi. Da segnalare anche il brindisi di apertura dello spazio Exihs (Excellent Italian Hospitaly Services) nuovo concept dedicato al mondo dell'ospitalità e all’eccellenza Made in Italy, ideato dall'architetto Dante O. Benini: una grande “scatola” interattiva e trasparente di oltre 700 mq, ideata per il contract di nuova generazione dove business, relazioni e benessere si fondono per creare un’atmosfera “conviviale”.

Battesimo anche per Assofoodtec - Ahrca, nuova associazione federata ad Anima, che rappresenta i costruttori di tecnologie e attrezzature per l’Ho.Re.Ca, un comparto top nell'industria meccanica italiana. "Le aziende raggruppate in Ahrca accompagnano da anni lo sviluppo dell’industria turistica, prima di tutto quella italiana, e rappresentano una delle realtà più vivaci del Made in Italy", ha detto il presidente di Assofoodtec, Emilia Arosio.

Sfide "stellari" fra chef e tanto altro...

THans Bueschkens ai laboratori Fic
Da domani a martedì sprizzano scintille tra le stelle del cooking ai laboratori Fic - Federazione italiana cuochi, nell'Area Global Chef Challenge Wacs (pad. 2): alle 9.30 partono le sfide tra grandi chef internazionali con la prima sessione del Concorso Global Chef Challenger, che coinvolge 4 concorrenti senior di altrettante nazioni europee. La prima giornata della Competizione Continentale WACS - Sud-Europa vede la partecipazione di Global Chef Senior Challenger - Hans Bueschkens Junior Chef. Federcuochi invece presenterà la seconda edizione del Trofeo delle Regioni, che ha il riso come protagonista.

Innocenti (e stellate)– evasioni
Sabato alle 12 sarà Tommaso Arrigoni, chef 1 stella Michelin, ad animare con le sue creazioni l’area Extraordiariamente Host (pad. 4): cinque mondi differenti, ma affini, s'incontrano in un unico, grande evento per 5 giorni di lezioni live, con i migliori professionisti del settore. Alle 15.30 Davide Oldani con il suo chef Alessandro Procopio del Ristorante D'O stupiranno con la loro ricetta con cipolla caramellata e gelato caldo e freddo al Grana Padano. L’area-evento è organizzata in partnership con Apci- Associazione professionale cuochi italiani e Italian Gourmet e propone risposte innovative declinate nelle tendenze del dolce, del pane, del gelato, della pizza e dell’alta cucina.

I grandi sapori del mondo a Host Sweet World
Sabato il Laboratorio Show Cooking dell’Area Sweet World, (pad. 14), sarà animato dai sapori internazionali: si parte alle 10 con lo Chef Ntounetas che presenta la tradizione culinaria greca, mentre alle 12 il maestro Fulvio Scolari elaborerà una ricetta con tema “La dama con l’ermellino”. Si prosegue alle 14.30 con Iginio Massari: per il “Maestro dei Maestri” dei pasticceri italiani, la pasticceria di oggi è un mondo antico che va in cerca del nuovo.Tema, quello del mix culturale, che tornerà alle 16.30 con lo show-cooking all'orientale ma in chiave contemporanea, con lo chef Yukio Ishizaki.

Grandi baristas in azione
Continuano nell’area Wbc All-Stars, (pad. 18), le acrobatiche e gustosissime performance dei top baristas internazionali. Sabato dalle 16.15 alle 17 di scena la sorpresa con il Mystery Box Caffè Espresso animato dai World Barista Champions Gwilym Davies e Pete Licata. Le prodezze a base di caffè continueranno fino a martedì, con bevande a base di caffè ideate per l’occasione dai super campioni Wbc Pete Licata (2013), Michael Phillips (2010), Gwilym Davies (2009) e James Hoffman (2007). Da non perdere i coffee talk show.

Tour del coffee world con "Io Bevo Caffè di Qualità"
Fittissimo il programma di sabato dell’evento curato dal coffee expert Andrej Godina (pad. 18, stand N80/N85). La giornata prende il via alle ore 10 nell’Area Espresso con A colazione col campione assieme alla campionessa mondiale di Latte Art Victoria Kashirtseva. Il coffee cupping di caffè arabica monorigine Fairtrade con la campionessa italiana di Cuptasters championship è alle 12.30. Alle 14 Eddy Righi svela le regole dell'espresso perfetto. Alle 15 appuntamento con "miscelare gli alcolici con il caffè" tenuto da Victor Delpierre, campione mondiale World Coffee in Good Spirits Championship. La giornata dell’Area Espresso è arricchita anche dalle degustazioni con Etipoa-Slow Food, Caffè Pascucci, Caffitaly System, Sandalj Trading Co., Caffè Corsini, Demus.

L'Arte Pasticcera stupisce
Tanti eventi sempre sabato, dedicati all'Arte in Pasticceria (pad. 18) organizzata da Fip - Federazione italiana pasticceria gelateria cioccolateria, in collaborazione con l'Équipe Eccellenze Italiane. Sculture live di "Ice Man" di Amelio Mazzella, che valorizza l'arte del carving e il ghiaccio d'autore, fino alla dimostrazione live di Pino Cuttaia (2 Stelle Michelin) e Membro di Equipe Eccellenze Italiane Fip, che si alternano con le forme e colori cui darà vita la Equipe Eccellenze Italiane. Lo zucchero è interpretato da Mario Ragona, Gennaro Volpe, Giovanni Cappello e gli aerografisti Marco Paoletti e Isabel Mendes, mentre le tecniche del cioccolato scolpito, tornito e plasmato saranno interpretate con performance di Roberto Lestani, campione del mondo di pasticceria e campione olimpionico di cioccolateria, e Cristian Beduschi. E ancora, mille sfumature d'intaglio d'autore con Girolamo Brescia, Orlando Scaggiante; Alessio Carretta, con la tecnica del ceramicato, gli intagli sui vegetali, formaggi e frutta. L’interpretazione del dessert nel mondo della gelateria e pasticceria è di Michele Ragno e Ottavio Pellini che daranno spunti e consigli sulle nuove tendenze. Paolo Pachetti presenta la frutta scolpita con il metodo Papillon, Gabriella Marguglio si cimenta con le tecniche decorative in gelateria, Francesca Marsetti con la sua interpretazione del sushi, Elisabetta Corneo affronta le sculture di pasta frolla, Katya Martini presenta il Cake Design di base.

Competenze sensoriali
"Sensory Skills per Principianti" è la proposta, sempre sabato alle 10.30, nell'ambito dei workshop del programma organizzato da Scae - Specialty Coffee Association of Europe, (sala 1): dieci seminari distribuiti in due sale, la Green & Sensory Room e la Barista Room. Nella prima, corsi sulla sensorialità e il cup tasting e sulla loro applicazione nel business; nella seconda, seminari sulle competenze di base, intermedie e avanzate del barista, dall’estrazione del caffè fino alle tecniche per il latte e i "menu del barista".

Host proseguirà fino a martedì 22 ottobre presso fieramilano, tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.00 per gli espositori e dalle 9.30 alle 18.30 per i visitatori, operatori professionali.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.