I pensionati più «ricchi» vivono a Roma

Le pensioni più ricche sono quelle dei romani, ma quasi la metà dei pensionati della capitale vive con meno di mille euro al mese. Tra i beneficiari delle prestazioni pensionistiche rilevati nel 2007 dall’Istat, infatti, in nessuna città italiana si raggiungono i valori toccati nella Città Eterna: 17.756,18 euro l’importo medio annuo percepito da chi ha diritto a un trattamento pensionistico. Negli altri capoluoghi italiani solo a Trieste si supera la soglia dei 17mila euro erogati mediamente ogni anno ai pensionati: 17.274,63, per la precisione. Seguono Milano (16.934,23 euro annui), Genova (16.622 euro) e Bologna (16.187 euro). Poi solo a Torino e Firenze si tocca e supera la cifra dei 15mila euro. Il dato della capitale, essendo calcolato su una media, non deve però ovviamente far pensare che tutti i pensionati romani navighino nell’oro.
Tutt’altro: su un totale di 998.126 pensioni erogate annualmente, a Roma ben 157.765 rientrano nella fascia di retribuzione tra i 250 e i 499,99 euro mensili. E altre 146.925 in quella tra i 500 e i 749 euro. Ci sono poi 95.090 pensionati che percepiscono tra 750 e mille euro al mese e 27.533 che ne prendono soltanto fino a 249,99 euro. Significa che quasi la metà dei pensionati romani vive con meno di mille euro al mese. Di contro, sono 82.494 le pensioni erogate a Roma che superano i 3mila euro.
In generale, comunque, il divario che mediamente si può notare tra Roma e le restanti città dello Stivale si fa ancora più netto se si prendono in considerazione soltanto le pensioni «di vecchiaia»: un pensionato romano percepisce mediamente 21.993,90 euro annui.
Le altri pensioni di vecchiaia più ricche vengono percepite a Trieste (19.323 annui) e Cagliari (19.033,56). Per scovare in questa «classifica» i pensionati meneghini bisogna scendere al quinto posto. Le pensioni di vecchiaia dei milanesi, infatti, sono mediamente di 18.673,73 euro all’anno.

Commenti