Politica

Incidente Scivola e trascina i compagni nel vuoto Tre alpinisti perdono la vita sul Monte Rosa

AostaTre alpinisti sono morti e un altro è rimasto gravemente ferito, ieri sul Monte Rosa lungo la via normale del Castore a circa 3.900 metri. A causare l'incidente potrebbe essere stato un improvviso e violento temporale che li ha sorpresi mentre cercavano di raggiungere il rifugio Quintino Sella al Felik, nella valle del Lys. Secondo gli uomini del Soccorso alpino, che hanno ascoltato un testimone, uno degli arrampicatori sarebbe scivolato su una placca di neve e ghiaccio, trascinando nel suo volo mortale tutta la cordata. La fitta nebbia che si è alzata nel primo pomeriggio deve aver limitato il campo visivo degli alpinisti che possono essersi allontanati dalla via del Castore senza accorgersene.
I corpi sono stati avvistati in fondo ad un pendio, a oltre trecento metri di distanza dalla strada che stavano percorrendo. Difficile il recupero del ferito, trasportato in elicottero all'ospedale Parini di Aosta. Anche a causa di una fitta nevicata, non è stato facile per i soccorritori raggiungerlo con la barella e agganciarlo al verricello per portarlo in salvo. Per i suoi compagni, invece, non c’era più niente da fare. Quando è arrivato al pronto soccorso era in gravi condizioni. L'uomo avrebbe riportato diverse fratture su tutto il corpo. Fin nella tarda serata di ieri gli uomini del Soccorso alpino e della Guardia di finanza hanno tentato di recuperare anche le tre salme ma poi, per il perdurare del brutto tempo e il sopraggiungere della notte, hanno dovuto rinunciare.
NMur

Commenti