Inghilterra Capello s’infuria: «Via i fotografi»

Il Mondiale è alle porte e Fabio Capello continua a dare sempre più segnali di nervosismo. Lunedì se l’era presa con i suoi giocatori per il loro scarso impegno in una partitella contro una formazione locale, come ha raccontato John Terry. Ieri invece ha affrontato a muso duro le decine di fotoreporter e cameramen che seguono la sua nazionale e accorse per assistere all’allenamento a Rustenburg. A mandare su tutte le furie il tecnico dei Tre Leoni il fatto che alcuni di loro si fossero avvicinati troppo con i loro obiettivi per scattare foto all’interno dello spogliatoio attraverso una finestra. In quel momento sembra che Michael Dawson si stesse sottoponendo ad alcuni trattamenti. Capello è uscito e si è diretto in tono minaccioso verso i fotografi: «Perché fate queste fotografie? Perché? Ora non state più in Inghilterra. Dovete fotografare solo il campo» ha detto loro perdendo per la prima volta il controllo in pubblico. Poi è tornato arrabbiato all’allenamento, seguito poco dopo dai suoi giocatori. La musica nel ritiro dell’Inghilterra sembra essere davvero cambiata. Dopo innumerevoli Mondiali ed Europei vissuti in balia di fotografi, fidanzate e cronisti camuffati, sul ritiro della nazionale inglese si è abbattuta la scure della disciplina imposta da Capello.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti