29 anni dalla discesa in campo. Il Cav: “Orgoglioso di quanto fatto”

Era il 26 gennaio 1994 quando Silvio Berlusconi ha deciso di iniziare l'avventura politica con la fondazione di Forza Italia

29 anni dalla discesa in campo. Il Cav: “Orgoglioso di quanto fatto”

Oggi, 26 gennaio, cade l'anniversario della discesa in campo di Silvio Berlusconi. 29 anni di battaglie e di vittorie che il Cavaliere ha festeggiato con una torta che gli è stata regalata in omaggio a questo importante traguardo. "Che bella sorpresa! Oggi sono 29 anni dalla mia discesa in campo in politica. Davvero possiamo sere orgogliosi di ciò che siamo riuscita a fare. Ci vediamo tra poco!".

In pochi avrebbero scommesso sul futuro di Forza Italia, nato in un momento storico molto difficile per l'Italia. Silvio Berlusconi è riuscito nell'impresa di costruire la nuova casa dei liberali italiani, il vero partito di centro che è riuscito a dialogare con le forze politiche di destra per creare una coalizione che tutt'oggi risulta essere l'area preferita degli italiani, come dimostrano le elezioni dello scorso 25 settembre, che hanno portato a Palazzo Chigi, oltre che un esecutivo di centrodestra, il primo premier donna della storia della Repubblica italiana. Un risultato che Silvio Berlusconi rivendica con orgoglio dal quale partire per continuare sulla strada del buon governo anche alle elezioni regionali che prossimamente si terranno in Lombardia e Lazio. Anche qui i sondaggi sono tutti a favore della coalizione di centrodestra, della quale Forza Italia è una forza primaria e imprescindibile.

Marta Fascina, deputato di Forza Italia, in una nota ha fatto presente come, in questi 29 anni, "Silvio Berlusconi ha innovato la comunicazione politica ed il modo stesso di fare politica". La deputata sottolinea come siano stati "Ventinove anni di indirizzi politici improntati ai principi della rivoluzione liberale di cui si è fatto promotore. Ventinove anni in cui il teatrino della politica, composto da inconcludenti politicanti, ha lasciato il passo a imprenditori, professionisti ed esponenti della più sana società civile capaci di portare novità, competenza e innovazione". La deputata azzurra aggiunge che dal 1994 sono stati "Ventinove anni in cui abbiamo visto impareggiabili successi di politica estera, come dimostrano la pacificazione e la concordia internazionale vissute tra i capi di Stato e di governo durante i governi presieduti dal nostro grande leader. Insomma, 29 anni di un sogno che ha scritto il passato, scrive il presente e, ciò che è ancora più rilevante, sarà capace di generare un futuro grandioso! Auguri al presidente ed al dono che ha generosamente elargito a tutti gli italiani".

Anna Maria Bernini con un tweet ha commentato: "Ventinove e non sentirli. Abbiamo fatto tanto insieme, molto ancora dobbiamo fare sempre da protagonisti, in Italia e in Europa. Auguri a Forza Italia, auguri al nostro condottiero Silvio Berlusconi".

Matilde Siracusano, sottosegretario ai Rapporti con il parlamento ricorda quel giorno di 29 anni fa. Era il 26 gennaio 1994 e "Silvio Berlusconi, con un celebre discorso che ha fatto la storia della politica in Italia, scendeva in campo. Pochi mesi dopo verrà eletto presidente del Consiglio dei ministri, sconfiggendo contro ogni pronostico la 'gioiosa macchina da guerra’ della sinistra". Così è iniziata la storia di Forza Italia, una compagine solida guidata da Silvio Berlusconi con lo stesso entusiasmo di quel lontano 1993. "Da allora una storia pluridecennale di successi, di vittorie, di conquiste.

Quasi nove anni, in più stagioni, da premier a palazzo Chigi, storiche riforme, iniziative coraggiose, una formazione politica, Forza Italia, ancora protagonista e indispensabile per il futuro del centrodestra e del Paese", prosegue Siracusano. Il sottosegretario poi conclude: "E abbiamo ancora tanta strada da fare, per il bene dell'Italia e dei nostri concittadini"

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica