"Con 80 euro si fa la spesa per due settimane". Bufera su Twitter sull'uscita della Picierno

La gaffe della capolista Pd alle Europee nel Mezzogiorno fa insorgere la rete

"Con 80 euro si fa la spesa per due settimane". Bufera su Twitter sull'uscita della Picierno

Roma - Tutti col carrello al discount Pina, dove una famiglia mangia per due settimane con 80 euro. Vale a dire il bonus che molti italiani si troveranno in busta paga a maggio. Un'elemosina per qualcuno, meglio di niente per la gran parte, tantissimo per pochi. Tra cui Pina Picierno, graziosa deputata casertana del Pd nonché capolista per il Sud alle prossime Europee, che qualche giorno fa, intervistata dal canale tv di fanpage.it ha così fatto i conti in tasca agli italiani: «Chi dice che sono troppo pochi non conosce evidentemente le condizioni reali di vita delle persone, perché 80 euro al mese significa poter mangiare due volte fuori, significa poter fare la spesa per due settimane».

La politica ha lasciato cadere questa bizzarra lezione di economia domestica nel dimenticatoio, dal quale l'ha tirata fuori con insolito ritardo la Rete, che si è scagliata contro la giovane dem, renziana della seconda ora, con ironia e un po' di cattiveria, soprattutto su Twitter: «Con 5,3 euro al giorno, in effetti, se famo certe magnate!», twitta acido Emilio52. «Dovrei andare a fare la spesa, qualcuno ha il numero della #Picierno che vorrei farmi accompagnare per risparmiare?», chiede Hele. «Peso 48 kg, le prossime due settimane voglio vivere con 80 euro come suggerito dalla statista #Picierno. Dovessi soccombere, vi ho voluto bene», scherza Laura Ghira. E BodyZen gongola: «Una #Picierno al giorno toglie il #Pd di torno».

Così come il grillino Enrico C: «Grazie #Picierno. Il tuo contributo al successo del #M5S è fondamentale. Non mollare per favore». E il deputato M5S Angelo Tofalo, con cui la Picierno si era beccata pochi giorni prima, non perde l'occasione: «#Picierno la nuova politica del #Pd in Europa? Siamo rovinati!». Ma tra i critici ci sono anche suoi elettori: «Mamma mia - si lagna Raffaele Martino - che la #Picierno sia dello stesso partito che voto mi fa vergognare». E qualcuno invita la deputata ad andare sì al supermercato. Ma a lavorare come cassiera.

Commenti