Abu Omar, Cassazione: nuovo processo agli ex vertici Sismi

Sul sequestro Abu Omar la Cassazione ha disposto un nuovo processo d’appello per gli ex vertici del Sismi: ombre sul segreto di Stato com'è stato interpretato nel processo d’appello di Milano. Condannati 23 agenti della Cia

Abu Omar, Cassazione: nuovo processo agli ex vertici Sismi

La Quinta sezione penale della Cassazione ha deciso che sul "caso Abu Omar" - l'ex imam di Milano sequestrato dagli uomini della Cia nel febbraio 2003 - si tenga un nuovo processo per i vertici dei servizi segreti italiani, Nicolò Pollari e Marco Mancini. Confermate invece le condanne per i 23 agenti della Cia e per i funzionari Pio Pompa e Luciano Seno. Dubbi sul segreto di Stato: la Cassazione ha deciso che va reinterpretato.

Il nuovo processo d’appello si svolgerà anche a carico dei capicentro del Sismi, Giuseppe Ciorra, Raffaele Di Troia e Luciano Gregorio. Per loro, come per Mancini e Pollari, la Corte ha accolto il ricorso della Procura di Milano e quello dei legali di Abu Omar e della moglie. Abu Omar venne rapito da agenti della Cia il 17 febbraio 2003, ora vive in Egitto e non può espatriare.

Commenti