Andreotti, Ingroia: "Un personaggio negativo"

Ingroia: "Un personaggio negativo". M5S: "Morto il condannato prescritto per mafia". De Magistris: "Non ne sentirò la mancanza"

Andreotti, Ingroia: "Un personaggio negativo"

Non solo cordoglio per la morte di un personaggio politico importante e controverso come Giulio Andreotti. Anche nel giorno in cui, a 94 anni, si è spento, qualcuno non rinuncia ad attaccare il 7 volte presidente del Consiglio.

"Se ne va un protagonista, più spesso negativo che positivo, della storia italiana degli ultimi 70 anni", sostiene Antonio Ingroia, secondo cui "si chiude in questi giorni una pagina della storia italiana contrassegnata da due simboli opposti: Agnese Borsellino con la sua richiesta allo Stato di verità e di giustizia, rimasta inappagata, e Andreotti con il suo pragmatismo cinico che, in nome delle ragioni della Politica e della Ragion di Stato, giunse a stringere accordi con la mafia". Il leader di Azione Civile conclude: "Andreotti, con le sue tante ombre e poche luci, è morto, l’andreottismo sicuramente no".

Dello stesso parere, Luigi De Magistris, secondo cui Andreotti era "una persona intelligente, controversa, un politico di livello che ha rappresentato la storia dell’Italia, ma anche pagine assolutamente buie del nostro Paese". E poi ha aggiunto: "Dal punto di vista politico non sentirò la mancanza di Andreotti, se non per il fatto che avrebbe potuto dirci alcune cose importanti del nostro Paese che lui sicuramente conosceva. Se ne è andato con molti segreti. La sua è stata una vita lunga"

In particolare, il riferimento alla mafia è al centro di tutte le crititiche. "Se n’è andato l’unico uomo politico occidentale che è riuscito a essere a capo di due governi, quello legale e quello sotterraneo", dice l'europarlamentare Pd Pino Arlacchi.

Attacchi arrivano anche dal MoVimento 5 Stelle. Andreotti è stato spesso protagonista degli sketch di Beppe Grillo fin dai suoi esordi. "Quando morirà finalmente gli toglieranno la scatola nera dalla gobba e finalmente sapremo come è andata", tuonava dal palco il comico genovese nel 1994. "É morto Andreotti, il condannato prescritto per mafia", scrive oggi la parlamentare grillina Giulia Sarti.

Commenti