Berlusconi trasferisce la residenza a Roma

Sul tavolo del Cav le valutazioni per la esecuzione della condanna: deve decidere tra domiciliari e servizi sociali

Berlusconi trasferisce la residenza a Roma

Entro il 15 ottobre Silvio Berlusconi dovrà decidere come scontare la pena inflitta dalla Cassazione al processo sui diritti tv. Sul tavolo anche la possibilità degli arresti domiciliari oppure di prestare servizi sociali. Tra le ultime indiscrezioni pubblicate dai media c'è il cambio di residenza. Un'ipotesi che fa pensare la propensione per i domiciliari. Il Cavaliere avrebbe trasferito la propria residenza da Arcore a Roma, da Villa San Martino a Palazzo Grazioli.

A pubblicare la notizia è stata Radiocor, dopo aver consultato fonti dell'Anagrafe capitolina. Secondo quanto riportato dall'agenzia, Berlusconi avrebbe, infatti, trasferito la propria residenza in via del Plebiscito dove non solo alloggia quando vive a Roma, ma tiene anche le principali attività politiche. "Il cambio di residenza rispetto a quella precedente lombarda - spiegano fonti politiche vicine al leader di Forza Italia - si inquadra nel ventaglio delle valutazioni che Berlusconi sta compiendo per la esecuzione della condanna".