Borghezio si autosospende: scuse alla KyengeL'europarlamentare leghista dopo le polemiche

Borghezio si autosospende: scuse alla KyengeL'europarlamentare leghista dopo le polemiche

L'europarlamentare leghista Mario Borghezio ha deciso di autosospendersi dal gruppo Efd (Europa della libertà e della democrazia - euroscettici) «per tutelare la Lega e l'Efd in attesa di fare piena chiarezza sulle frasi pronunciate sul ministro Cecile Kyenge». Borghezio - che aveva bollato il ministro come «una brava casalinga che vedrei bene come assistente sociale in un Comune di 500 abitanti» - ha deciso di leggere una lettera all'Europarlamento: «Sento il dovere di formulare le mie scuse più convinte al ministro, nelle mie parole sulla signora Kyenge non c'era alcun intento offensivo, si trattava di una attacco politico. Ma poiché la vicenda stava creando dei problemi nel nostro gruppo, ho deciso di autosospendermi».

Caricamento...

Commenti

Caricamento...