Le capriole del giullare che volle farsi re

L’ex comico in politica non ha mai smesso i panni dell’attore: cambia idea come gli abiti di scena

Per anni hanno detto che i politici erano dei buffoni e poi hanno messo un comico a fare il politico. Massima delle perversioni. Il vincitore è lui. Sulle ceneri dei partiti rimane in piedi solo un comico. Che se la ride. Perché ha vinto. Per sottrazione, per assenza, ma anche per capacità. I grillini hanno parlato alla gente e hanno saputo farlo con il mezzo più pervasivo ed economico: la rete.
Lui è sempre stato se stesso, con le mille contraddizioni che mette in piazza e sul web. Fa l’ecologista ma girava in Porsche, la domenica è in Costa Smeralda come un vip qualunque e il lunedì fa le barricate assieme ai No Tav, mette alla gogna tutti i politici in attesa di giudizio e lui è condannato in via definitiva per omicidio colposo, si spaccia per vate del web e fino a dieci anni fa spaccava i computer a martellate. Tutto e il suo esatto contrario. A seconda dell’opportunità e della convenienza. Disinvolto nel cambio delle idee come un attore che alterna gli abiti di scena. Una recita infinita. Dal palco dell’Ariston al Transatlantico. Prima per vederlo bisognava prendere il biglietto al botteghino ora basta la scheda elettorale. Voti al posto di audience, elettori invece che spettatori.
Per molti anni è stato un cortocircuito, ma ora smettiamola di chiamarlo comico, ché la sua è l’arte della vecchia politica. Il passaggio definitivo, il punto di non ritorno è stata proprio questa campagna elettorale. Beppe Grillo si fa prestare un camper e parte per un estenuante tour di comizi attraverso i 102 comuni in cui il Movimento 5 Stelle presenta le sue liste. E si esibisce, si concede senza sosta al suo pubblico, ai suoi elettori, che affollano piazze e piazzette per sentirlo parlare. Gratis. Per la prima volta. Grillo è un genovese astuto e un artista che sa gestire alla perfezione la sua popolarità. Non dilapida una carriera per nulla, non satura il mercato dei suoi potenziali spettatori per un piatto di trofie al pesto. Sondaggi alla mano, Grillo ha scelto: il suo futuro senza ritorno è la politica. E via a macinare migliaia di chilometri, vedere centinaia di facce, stringere chissà quante mani. In ogni posto dice la parola giusta e recita una parte differente. Nelle regioni rosse squaderna idee progressiste, nelle enclave berlusconiane fa il liberista e si lamenta dell’oppressione fiscale. La Lega trema sotto lo scandalo dei rimborsi elettorali e lui si presenta a Varese più verde che mai: Bossi era un grande, ma il marcio della politica lo ha corrotto. Dove c’è un vuoto Grillo si infila, dove c’è una domanda lui arriva con la risposta compiacente e se c’è già la risposta lui completa il rebus con la domanda. In Veneto flirta con la Lega e in Sicilia dice che Equitalia è peggio della mafia. Grillo non è un politico, ma un geopolitico. Cambia idea a seconda delle latitudini.
Se Grillo è un politico, il M5S è un partito e, come tale, patisce tutti i problemi dei suoi simili. Parlando con il popolo stellato emerge una certa insofferenza al dispotismo del leader. Beppe Grillo è ingombrante, sotto tutti punti di vista. Il suo carisma e la sua popolarità, che in fase di decollo hanno fatto da propellente al movimento, ora rischiano di arrestarne la corsa. Il M5S è uno Space Shuttle sparato nello spazio e Grillo rischia di essere il serbatoio di benzina che, una volta oltrepassata l’atmosfera, viene sganciato e lasciato cadere a terra.
Ai grillini non piacciono gli editti del nonpiùcomico: dalle espulsioni ai divieti perentori. Innanzitutto quello che impedisce a tutti i militanti di partecipare ai talk show. Tutti meno uno, che ovviamente è Grillo.
A Garbagnate Milanese, prima di mettersi a concionare sul palco per sostenere il suo candidato al ballottaggio, si è regalato un’intervista di due ore con la Cnn. Sono i privilegi del capo, ma è anche l’ennesima contraddizione. Ora che molti suoi uomini siedono nei «palazzi del potere» non può pretendere che rinuncino alla televisione. Sono rappresentanti dei cittadini e con loro devono confrontarsi.
All’interno del partito sono già in molti a fare la fronda e puntare il dito contro Gianroberto Casaleggio, l’uomo che ha convertito Grillo al web e che gestisce la comunicazione dell’artista e del movimento intero. Tutte le pratiche passano dalle mani della società di Casaleggio e i grillini duri e puri, quelli che lottano per la partecipazione diretta, non ci stanno. Non si può essere alfieri della democrazia senza averla al proprio interno. Non si può pretendere la trasparenza delle istituzioni pubbliche e poi decidere a porte chiuse il destino di un partito che pretende di essere «collettivo». Sparse nella rete, sui blog e nelle chat di area, si moltiplicano le richieste di maggiore indipendenza dal capo. I grillini crescono e hanno bisogno dei loro spazi. Tira già aria di parricidio?
Adesso il Movimento è la proiezione del corpo di Beppe Grillo, della sua furia iconoclasta, delle sue provocazioni, della sua figura parlata e vissuta da una voglia irrefrenabile di stupire, catalizzare e, certo, cambiare. Ma dietro il «capo», oltre quelle sei lettere e quelle cinque stelle stampate sul simbolo del movimento, ci sono migliaia di iscritti che rappresentano la nemesi del loro leader. Sono moderati, spesso preparati, non urlano e non amano le luci della ribalta. A differenza di Grillo.
Lui, ora che da distruttore è rapidamente passato al ruolo di «costruttore», si deve rassegnare: è un politico e deve accettare la grammatica della politica. Pochi giorni prima delle elezioni arriva anche l’incoronamento simbolico. Nel pantheon degli Sgommati, il programma di satira politica trasmesso da SkyTg24, fa la sua comparsa il pupazzo di Grillo. Il comico che prendeva per il culo i politici ora viene sfottuto dai comici in quanto politico. Il cerchio è chiuso.

Commenti

piedilucx

Mar, 22/05/2012 - 08:33

se questo giullare diventato re carissima giornalista riesce a liberarci dei ladroni al governo e cambiare le cose ben venga, chissà che poi invece di articoli come questo non leggiamo finalmente qualcosa che non sia la solita spazzatura della dittatura attuale

linoalo1

Mar, 22/05/2012 - 08:40

I voti degli ignorantoni hanno fatto vincere un Nessuno.Fra 5 anni vedranno i risultati e,forse, capiranno che in politica è meglio votare un grosso partito,sia esso di destra o di sinistra,perchè più organizzato e con programmi definiti piuttosto che un partitino senza mezzi ne idee se non dire agli ignorantoni quello che vogliono sentirsi dire.Certo i partiti avranno deluso,ma bisogna considerare gli eventi accaduti in questi ultimi 10/15 anni.Mi sembra che tutti abbiano almeno un'auto,un cellulare,e che alberghi,ristoranti e luoghi di divertimento,non siano mai stati vuoti!Forse ci sarà stata meno gente,ma non per questo bisogna incolpare solo la politica!Certo c'è voglia di rinnovamento!Ma solo delle persone.Lasciamo spazio alle nuove leve e mandiamo in pensione le solite facce!Lino.

antiquark

Mar, 22/05/2012 - 08:44

Egregio Francesco Maria Del Vigo a questo punto non nominerei più il sig Grillo giullare, comico o altri appellativi del passato . Grillo è ed è stato un trascinatore, può far ridere, piangere o riflettere. Lo decide Lui Non so se sarà un movimento capace, i suoi "ragazzi" diventeranno sindaci, assessori, magari ministri e parlamentari. Sapranno farlo con onestà? O si siederanno sul careghetto e non lo vorranno più mollare girando in auto blu, spartendosi rimborsi elettorali milionari con stipendi da decine di migliaia di euro e vitalizio dopo 5 anni. Una rondine non fa primavera, 20 anni fà c'era Bossi, ora c'è Grillo, fra 20 anni chi ci sarà?

NO DWARF ANTIFA

Mar, 22/05/2012 - 08:55

ma come se nell'altro articolo esusltate perchè ha vinto a Parma qua lo insultate? Voi della destra italiota più che un caso politico siete un caso psichiatrico.

carlo-o

Mar, 22/05/2012 - 09:02

caffè, sigaretta, un bel articolo come questo, e poi dritto al cesso...

Izdubar

Mar, 22/05/2012 - 09:12

Caro Del Vigo, lei chiede coerenza nelle dichiarazioni di un politico? Suvvìa, ci racconti un'altra barzelletta. Tenga piuttosto monitorati i sindaci grillini appena eletti, vediamo che cosa faranno e giudichiamo il M5S dal loro operato.

franky6464

Mar, 22/05/2012 - 09:18

nessuno puo dire se è stata una scelta vincente....in tutte le correnti politiche fino ad oggi, compresi gli onestini lumbard, si sono verificate manovre da combriccole per fini privati. Magari fra un po di anni ci troveremo qui di nuovo a mangiarci le unghie per aver dato fiducia ai comici....però conviene rischiare, tanto piu in basso di cosi, al massimo rimpingueranno i loro conti privati come nello stile italico. buon lavoro ai nuovi arrivati

Maver

Mar, 22/05/2012 - 09:35

Hanno un chè di patetico gli elettori di Grillo? Personalmete trovo patecici i grandi partiti, che ora chiedono agl'italiani una seconda possibilità dopo il disastro che hanno combinato nel succedersi al governo. Quale seconda possibilità è stata concessa a tutti quei poveri cristi che ora non arrivano a fine mese? La demagogia non è appannaggio esclusivo del comico genovese, cari miei, ma di tutti quei tromboni che ora vanno annunciando la necessità di recuperare il rapporto con la gente perchè questa non ci stà più a votare sulla fiducia, ma vuole essere protagonista. Qual'è il significato di queste scemenze se non l'implicito riconoscimento che sino ad ora si è usata la quota minima di democrazia nel rapporto con l'elettorato, approfittando della buona fede di un popolo, inesperto nelle questioni che concernono la gestione del potere. Abbiamo capito cosè la demagogia, garzie, risparmiateci le prediche interessate.

GianniGianni

Mar, 22/05/2012 - 09:47

Ma quanto ve rode a voi del PDL? Eh? Se i re si fanno giullari allora i giullari fanno benissimo a farsi re

WSINGSING

Mar, 22/05/2012 - 09:58

Non sono d'accordo con la giornalista. Il risultato elettorale da una parte è sacrosanto, dall'altra rappresenta la più classica forma di protesta contro la partitocrazia. Non ci vuole molto a capirlo. E certamente non lo hanno ben capito neanche i politici. Alla prossima consulatzione elettorale voterò 5 stelle.

pellegrini cosimo

Mar, 22/05/2012 - 10:01

Del Vigo, Sei Ancora In Tempo A Cercarti Un Altro Lavoro, Per Esempio Avresti La Faccia Del Pizzaiolo. Il Giornalista, Sei Lontano Anni Luce Dalla Verita', Come Puoi Ipotizzare Di Farlo Ancora. Ti Fa' Rabbia Che Qualcuno Te Li Suoni A Te E Tutta Quella Banda Di Zerbini E Lacche' Di Regime . Siete Finiti- Barboni.

peropix

Mar, 22/05/2012 - 10:13

Grillo non è stato votato da nessuno. E' l'amplificatore di una voglia di cambiamento che tutta la politica non ha avuto il tempo ne' la voglia di capire presa come è da anni a spendere i nostri denari (moltissimi) per dividere e moltiplicare le loro alleanze, per organizzare sempre meglio le loro agenzie di mediazione ( i partiti) con la peggiore imprenditoria, per organizzare congressi al solo scopo di comprendere la propria identita', per arricchire amici ed amici degli amici che garantiscano a loro ed alle loro famiglie agiatezza e pensioni dorate. La gente ha creduto nel messaggio di Grillo forte di rappresentare ragazzi di buona volontà che daranno un segno di cambiamento obbligando i vetero politici a cambiare radicalmente il malcostume di cui fanno parte. I benefici li vedremo in futuro . Da oggi tutto non sara' piu' come prima, per fortuna.

Giulio42

Mar, 22/05/2012 - 10:16

Gli americani hanno messo attori a fare i Presidenti, non è il lavoro che si fa che classifica l'uomo ma il suo comportamento e la sua onestà. Quella di Grillo, è tutta da verificare, quella dei nostri politici è nota.

maxmello

Mar, 22/05/2012 - 10:20

Questo articolo è un chiaro esempio di transfert, una proiezione grottesca e ridicola, si potrebbe sostituire il nome Grillo all'80% di questo articolo con berlusconi e postarlo su un giornale differente di sinistra....ridicoli.

riccardo888

Mar, 22/05/2012 - 10:32

Mamma mia Del Vigo, che articolo infimo e inutile.

Ritratto di libeccio

libeccio

Mar, 22/05/2012 - 10:37

Evvai.Come da prassi iniziate a gettare fango su Grillo.Ma ormai si conosce la vostra linea editoriale.Dettata dal vs padrone.Certo non mi torna una cosa. Il vs padrone ha chiesto agli elettori del pdl di votare per Grillo,per dare un dispiacere al PD.Beh è come quel marito che per far dispetto alla moglie..eh?Poi scrivete che Grillo sta dietro le quinte.Grillo ha la fedina penale macchiata per un incidente automobilistico,condannato per omicidio colposo.Un fatto doloroso,e Grillo fedele alla linea del M5S non si candida.Nessuno dei candidati al M5S deve avere la fedina macchiata.Cosa che, prendo un partito a caso il pdl,che ha il 70%dei suoi ministri,onorevoli ecc..ecc.indagati,condannati oppure in attesa di giudizio.Ma loro questi signorini non mollano la poltrona.Certamente anche nel PD ci sono indagati.E si devono dimettere.Vai Beppe.W il M5S!

Ritratto di copyleft

copyleft

Mar, 22/05/2012 - 10:39

Mi sembra una storia già sentita con la differenza che uno comico lo era e l'altro ci è diventato a forza di raccontare barzellette agli italiani e non...

aleste85

Mar, 22/05/2012 - 10:47

vi sta mancando il terreno sotto i piedi e l'aria da respirare. la vostra politica sta finendo. continuate ad attaccare a spada tratta un uomo che è l'unico che ha portato cambiamento e novità negli ultimi 20 anni di politica. ed è proprio per questo che l'attaccate. perchè sta cambiando il vostro mondo , siete una specie in via d'estinzione

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mar, 22/05/2012 - 10:58

Grillo si diverte. Dice quello che il buonsenso suggerisce. Non mi pare,ma devo approfondire, abbia una prospettiva operativa articolata e coerente. Ma interpreta bene il malcontento e la sfiducia della gente nei confronti dei ceti al potere. Stato,partiti,amministrazioni,sindacati,banche,eurozona,etc. Osserverò con attenzione che farà Pizzarotti a Parma. Mi pare giusto,tanto per iniziare, che si faccia il punto finanziario del dissesto comunale a Parma. Da cui discenderanno responsabilità,connivenze,clientele,e la solita corruzione. Spero per loro che il movimento a livello nazionale si organizzi e mutui idee libertarie. In assenza delle quali anche Grillo è destinato al fallimento. Di solo buonsenso e di malumore non si sopravvive. Non quando c'è da ristrutturare un paese e un popolo.

yuryssg

Mar, 22/05/2012 - 10:59

A quanto pare fra i ragazzi del M5S e il ciarpame di centrodestra (Scajola Verdini LaRussa Santalchè Casini Fini etc etc) gli elettori preferiscono i primi. Mr. Del Vigo ... si è chiesto come mai?

ben

Mar, 22/05/2012 - 10:54

Secondo me si tratta di un voto di protesta popolare alla politica in generale. La mera novità del secolo era e resta il seccessionismo, nonostante la corruzione della Lega. L'idea è storicamente l'unica coerente ai tempi e innovativa per i popoli della penisola.

Ritratto di danie

danie

Mar, 22/05/2012 - 11:02

E' evidente che lei sig. Del Vigo "non ha capito una mazza": non ha vinto nè Grillo, nè Pizzarotti, ma i CITTADINI!!!

migrante

Mar, 22/05/2012 - 11:08

che il semplice elettore si lasci attrarre dagli specchietti per le allodole e`fatto consueto, ma che persone ( giornalisti, analisti e politici), il cui mestiere e`"capire ed interpretare" i fatti, mostrino di non capirci un "ramazza" e`quantomeno sospetto

rodino

Mar, 22/05/2012 - 11:07

Non capisco perchè continuate a definire Grillo un comico ..... ma vi rendete conto che i veri comici stanno in parlamento???? Grillo è solo un uomo che espone le malefatte dei politici con un tono di voce diverso ed un'espressione diversa. Se i cittadini Italiani avessero un reddito che gli permettesse di non piangere e non incazzarsi staremmo 24 ore al giorno a ridere per le cose che si sentono ..... Vedi Berlusconi con la storia del Burlesque, ma si sa essendo un uomo di spettacolo non ci si poteva aspettare altro, Bersani con tutto il suo seguito che si presenta con i grafici sostenendo che il PD ha vinto alla grande ..... piu' comici di questi signori miei non ne vedo.

Hilbert_Space

Mar, 22/05/2012 - 11:12

Se Grillo fa quello che voglio io lo voto. Possono attaccare la persona di Grillo finché vogliono, chissenefrega. Facendo così fanno lo stesso errore che ha fatto la sinistra con Berlusconi: invece di contestare punto per punto quello che faceva il governo, hanno messo su una campagna mediatico-giudiziaria contro la sua persona. Risultato? La sinistra (poveri idioti) ha gioito quando al posto di Berlusconi è subentrato Monti... Non si rendevano conto, i poverini, che se B. era una lucertola, M. è un Tyrannosaurus Rex. Per quanto riguarda Grillo, gli elettori non sono così cretini come credono i giornali (di dx. o di sx.). Ci si informa sempre di meno sui media mainstream, e ci si informa sempre di più sui blog di internet. Va ricordato che molti di quelli che scrivono sui blog anonimi sono giornalisti in incognito, che scrivono sui blog quello che la linea editoriale del giornale di appartenenza non pubblicherebbe mai.

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Mar, 22/05/2012 - 11:12

Il substrato da cui s'erge questo personaggio é sterile. Come tale finirá nell'arco di una legislatura. Ve lo ricordate il Giannini? Molti di voi sono giovani e potrebbero scambiarlo per il fratello pilota F1 della omonima cantante. Fondó, nell'immediato dopoguerra, il partito dell'uomo qualunque. Ebbe molto successo. Era un voto di protesta che raccoglieva i voti dei delusi della democrazia appena instaurata. Duró poco.

motomec74

Mar, 22/05/2012 - 11:13

in california il presidente mi pare si chiami arnold Schwarzenegger, per gli amici conosciuto come termintor. mi immagino cosa avreste scritto se in italia ci fosse stato lui,il pdl ha tradito tutti i suoi elettori , sono rimasti solo quelli che prendono ancora soldi direttamente ed indirettamente a remargli in favore.non lo capite ancora? non è grillo che vince perchè non si candida da nesuna parte, ma pesone buone come il sindaco di parma. ci sbatterete il muso alle elezioni politiche del 2013,siamo incazzati neri! forza grillo!

antonin9421

Mar, 22/05/2012 - 11:16

#17 aleste85... "parola di estinto"

antonin9421

Mar, 22/05/2012 - 11:21

Si passa dai sinistrati ai grillati. Che novità! Che teste d'italiani!

Rossana Rossi

Mar, 22/05/2012 - 11:22

Chi critica questo articolo non ha capito niente. E' palese che il voto a Grillo è un voto di protesta (lo dimostra il 50% di elettori non votanti) ma è evidente che ora anche il suo movimento è entrato di fatto nei 'giochi della politica' ai quali non può sottrarsi solo criticando. Vedremo cosa faranno e quanto sapranno durare..........

antonin9421

Mar, 22/05/2012 - 11:26

Sinistrati o grillati? Qual'è la differenza?

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Mar, 22/05/2012 - 11:26

Più articoli di questo genere scrivete e più consenso elettorale ricevono i vostri concorrenti politici.......keep smiling!

Hilbert_Space

Mar, 22/05/2012 - 11:47

Se Grillo fa quello che voglio io lo voto. Possono attaccare la persona di Grillo finché vogliono, chissenefrega. Facendo così fanno lo stesso errore che ha fatto la sinistra con Berlusconi: invece di contestare punto per punto quello che faceva il governo, hanno messo su una campagna mediatico-giudiziaria contro la sua persona. Risultato? La sinistra (poveracci) ha gioito quando al posto di Berlusconi è subentrato Monti... Non si rendevano conto, i poverini, che se B. era una lucertola, M. è un Tyrannosaurus Rex. Per quanto riguarda Grillo, gli elettori non sono così sprovveduti come credono i giornali (di dx. o di sx.). Ci si informa sempre di meno sui media mainstream, e ci si informa sempre di più sui blog di internet. Va ricordato che molti di quelli che scrivono sui blog anonimi sono giornalisti in incognito, che scrivono sui blog quello che la linea editoriale del giornale di appartenenza non pubblicherebbe mai.

paolo gippo

Mar, 22/05/2012 - 11:59

Sono solo dei rossi (materialisti, laicisti, statalisti.....) mascherati, forse solo un po' piu' onesti ma sicuramente meno capaci della feccia rossa che infesta il Paese da sessant'anni.

kanarinoselvaggio

Mar, 22/05/2012 - 12:04

Il PDL è distrutto. E che ti fanno? Continuano a gettare fango su Grillo. Con questo non che voterei Grillo, ma onestamente il titolo dell'articolo mi aveva fatto pensare a Berlusconi. Spettacolare è il passaggio che dice "Grillo non è un politico, ma un geopolitico. Cambia idea a seconda delle latitudini". Forse il gentile articolista dimentica le giravolte dell'ex premier con le quali cercava disperatamente di cambiare le carte in tavola. Forse il gentile articolista dimentica che con un trattato di amicizia ancora valido l'ex premier non ha esitato a dichiarare guerra alla Libia. Per favore lasciamo perdere la coerenza. Per non parlare del precipitoso abbandono di Palazzo Chigi dopo aver ricevuto chiari messaggi dal padrone d'oltreoceano. E' bastata la telefonata della Clinton ed un crollo in borsa per far capire che oltre al disastro economico si poteva aspettare anche qualcosa di peggio. E da buon liberista ha pensato alla sua "roba". Altro che politico, un semplice profittatore.

Mucioquinto

Mar, 22/05/2012 - 12:08

Va bene, Grillo è un comico , fa ridere e ammettiamo anche che sia onesto e coerente, ma quali sono le sue idee? Non ha un partito ne un'associazione, ne una centro studi. Non ha studiato ne ha mai fatto un lavoro comune, a Parma non vuole l'inceneritore ma non ha detto cosa ne fa della spazzatura. Sostiene il fotovoltaico quando tutto il mondo lo sta abbandonando. Vuole abolire il denaro e professa il ritorno al baratto.. che idee geniali. Ma che programma ha? Almeno Berlusconi un obbiettivo e un programma coerente l'aveva, chi l'ha votato è probabilmente rimasto deluso ma almeno faceva una scelta, chi vota Grillo sceglie di non scegliere. E anche questa è una scelta.

marcaurelioiii

Mar, 22/05/2012 - 12:17

A proposito delle esibizioni gratuite di grillo e di tutto il lavoro che i casaleggio fanno per controllare le liste in maniera sembra gratuita, dico una massima del marketing. Se non paghi allora vuol dire che il prodotto sei tu.

tato_mi

Mar, 22/05/2012 - 12:21

@antonin9421 Guardi che le manca un passaggio quello degli illusi e fregati

Ritratto di anto71

anto71

Mar, 22/05/2012 - 12:26

Gente, salutate il vincitore, altro che contraddizione, il popolo ha premiato le idee. Se fate i bravi forse vi fa salire sul carro dei vincitori

aladino77

Mar, 22/05/2012 - 12:30

#29 antonin9421: veramente le teste degli italiani c'ha portato a 16 anni di centro-destra col risultato di portare il Paese sull'orlo del fallimento e gli italiani nella disperazione (mentre qualche millantatore affabulava la gente con la storia dei ristoranti e gli aerei pieni). A questo punto, meglio Grillo, per lo meno non ha alcuna responsabilità del disastro provocato dai nostri politici corrotti e incapaci

Ritratto di sydneysider

sydneysider

Mar, 22/05/2012 - 12:34

Caro Del Vigo mi sembra la storia della la volpe e l'uva. Comunque in occidente cambiano le facce e restano i partiti. Qui ne' l'uno ne' l'altro. La gente, quella che pensa con la propria testa, complice anche la crisi, si e' stufata. Si sceglie il nuovo perche' con l'usato di sicuro c'e' solo che finiremo dritti nel burrone. nel caso faranno male? saranno puniti all eelezioni. Quando parlo di gente che pensa con la propria testa escludo i vecchi comu; passano gli anni, le generazioni, le ere geologiche e loro sempre e comunque a votare per il partito; avete fatto caso che prendono sempre il 30%? e' cosi' dagli anni 50 ....

Ritratto di _alb_

_alb_

Mar, 22/05/2012 - 12:37

Grillo va bene per distruggere questo sistema corrotto e per ridare moralità alla politica. Ma Grillo non è la soluzione per me, non mi rappresenta. Grillo è l'apice del NIMBY (Not in My Back Yard) sempre pronti a dire NO a tutto. Sono contro agli inceneritori, sono contro il nucleare, sono contro a qualsiasi cosa. Che dovremmo fare, tornare all'età della pietra e abbandonare il benessere che ci ha dato la tecnologia e l'energia? Servirebbe un approccio più scientifico in uno stato. Ma qui o sono avvocati (cioè artisti della parola e venditori di fumo) o giullari. Io voglio uno stato di INGEGNERI. Capaci di fare una valutazione rischi/benefici oggettiva per le necessarie scelte che non sono sempre semplici. Non voglio che chi decide basi le sue decisioni sui sondaggi, o sulle credenze popolari o sul NULLA.

lorenzovan

Mar, 22/05/2012 - 12:39

Le capriole del giullare che volle farsi re... e io che pensavo che era un articolo sul berluska....lol

Ritratto di libeccio

libeccio

Mar, 22/05/2012 - 12:43

@35 Mucioquinto.Berlusconi cosa aveva?Un obiettivo,un programma?Si sulla carta.Facile scrivere e non mantenere.Fare false promesse.1mln di posti lavoro,sconfiggere il cancro!No ma almeno ti rendi conto di quello che scrivi?Il programma di Grillo è sotto gli occhi di tutti.Vai sul sito ed informati.Per la campagna di Parma il M5S ha speso 6500 euro!!120mila il pd.Non so quanti ne ha spesi il pdl.Ma sicuramente molti e molti di piu' di Grillo.Ecco dove sta la novità.Spese a carico del candidato,nessuna sovvenzione dal governo.Ti ricordo che Grillo non ha ancora incassato e non incasserà mai 1 mln e mezzo di euro,che gli spettano con la legge(che speriamo venga eliminata)sui rimborsi per i partiti in campagna elettorale.1mln e mezzo sono li.Restano al governo!Basta con le ruberie,basta con gli sprechi.Tutti a casa.Se vuoi candidarti lo fai a spese tue,o con l'appoggio dei tuoi elettori.Nessuno ti obbliga ad entrare in politica.Stipendio dimezzato x tutti!Vai Beppe!

davidebravo

Mar, 22/05/2012 - 12:59

Sono gli articoli come questo a dissipare ogni mio dubbio nell'aver votato un sindaco del M5S.

peropix

Mar, 22/05/2012 - 13:03

Non stupiamoci di lettere che sembrano contrarie alla logica dei recenti avvenimenti . I giovani che sono il futuro del nostro Paese hanno l'intelligenza per capire che se vorranno vivere una vita decente , dovranno costruirsela ed è cio' che stanno facendo. I vecchi, i conservatori, coloro che tutto sommato stanno bene cosi' contesteranno sempre i cambiamenti , così come quelli che credono che esiste ancora una destra ed una sinistra. Semplicemente nostalgici, vecchi di mentalità o comodi assenteisti con piccoli micraniosi privilegi che vivono alle spalle degli altri come li hanno abituati a fare i vecchi politici. Auguri ai Grillini, crediamo in loro ed al loro ideologo e portavoce Beppe Grillo. Sono l'unica speranza per trasformare l'Italia in un paese civile e moderno. Via il vecchiume, è l'ora di cambiare definitivamente ma attenti ai colpi di coda del potere. Sarebbe bello lo capissero anche i giornali.

marchino.blu

Mar, 22/05/2012 - 13:19

#36 Se vuoi vedere il programma del movimento 5 stelle basta che vai su google o sul sito di Beppe Grillo,ma non commentare se prima non hai letto il programma come la maggior parte di quelli che scrivono qua...

aliberti

Mar, 22/05/2012 - 13:16

ed alla fine un comico che fa ridere prese il posto di un comico che fa piangere

mark1210

Mar, 22/05/2012 - 13:58

Il movimento 5stelle è nuovo ed deve strutturasri rafforsarsi e perchè no sperimenarsi un po con tutto l universo della politica, ma se ne puo parlare male quanto si vuole cercar di mettere zizzagna tra grillo e i grillini tra grillo e i media tra i grillini e gli altri politici si ok, ma una cosa non si puo toccare I giovani che si sono rotti le scatole I giovani che vivono l esperianza all estero come un MASTER di vita ed è quel sistema che vogliono civile senza buffoni con super stipendi e auto blu.... I GRILLINI IN PRIMIS VOGLIONO MANDARE TUTTI A CASA poi il resto si vedrà mi pare un buon INIZIO! sarà una durissima battaglia perche sia il PD IDV PDL E LGA faranno di tutto per stroncare e corrompere questo movimento... ma non ce la faranno mai! gli ITALIANI SONO TROPPO GONFI!

Ritratto di cic

cic

Mar, 22/05/2012 - 14:19

Si i giornali non sono dalla parte di Grillo perché faziosi, ma se ne accorgeranno quando gli saranno tolti i finanziamenti... il programma di grillo c'é eccome, a costo bassissimo, mentre i programmi degli altri partiti costano moltissimo e sono fatti di promesse non mantenute, fatte solo per acchiappare una poltrona. Viva la libertà che offre internet, abbasso la vecchia politica.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 22/05/2012 - 14:17

Non sappiamo dove Grillo arriverà, perché l’avversario politico, cioè la casta regnate, è fortissima. Certo che lui ha avuto il fiuto di capire l'esasperazione degli Italiani e i fatti stanno dando ragione alla sua politica. che non è anti politica, ma sfruttamento delle vergogne altrui.

Ritratto di romy

romy

Mar, 22/05/2012 - 14:28

C'è poco da fare,è il momento di Grillo ne ho già ampiamente scritto,come è stato il momento dei Tecnici,la politica segue la moda in Italia,poi li vedremo all'opera,e solo dopo,saranno rimessi nel cassetto,definitivamente.Il comandare sembra facile,ma è la cosa più difficile che esiste,poi logora,almeno logora le persone che cercano di governare con serietà,spaccottando mille compromessi,senza i quali non esiste l'arte del governare,logico che chi governa solo per farsi una posizione, per portare qualcosa a casa propria,allora puo' non logorare per nulla,ma questi conteranno per il tempo di una nottata,sono finiti i tempi dei filabustieri,a vita, della 1° Repubblica.Comunque per quanto mi riguarda,sempre meglio votare i candidati di Grillo,che la sinistra,per una questione di previsione di danni al Paese.

tartavit

Mar, 22/05/2012 - 14:29

L'ignoto ha fatto sempre paura e, cosa ancora più emblematica, è la incapacità della gente di dare spiegazioni razionali a quello che ancora non si conosce. Che il fenomeno del movimento a cinque stelle sia ancora qualcosa di ignoto e di inspiegabile, lo ammette lo stesso Grillo, che ne è il protagonista, ed è dimostrato dal fatto che, nemmeno i giornalisti che fanno opinione, sanno cosa dire o scrivere per dare una spiegazione plausibile del fenomeno. Una cosa sembra certa, spiegare il fenomeno con il vecchio linguaggio della politica nostrana non porta da nessuna parte. Come non porta da nessuna parte dire che:" I grillini hanno parlato alla gente e hanno saputo farlo con il mezzo più pervasivo ed economico: la rete." Resta l'impegno, per ognuno di noi, di trovare spiegazioni razionali del fenomeno anche al fine di evitare che il movimento stesso abbia sbocchi imprevedibili per il paese, le istituzioni e la democrazia. La storia insegna che gli arruffapopoli possono anche fare danni

fossog

Mar, 22/05/2012 - 14:31

Grillo, un giullare ? bene, PENSATE UN PO' allora CHE RAZZA DI BESTIE DEVONO QUINDI ESSERE LE BESTIE DELLA VECCHIA POLITICA PER ESSERSI FATTE FO....RE DA UN GIULLARE !!! E comunque, come dicono i Grillini, Grillo è solo il portavoce. Cioè quello che, in un paese di ignoranti senza cultura che si infiammano per le bestialità degli istrioni, siano istrioni politici o siano istrioni religiosi, o siano ora istrioni che chiedono invece il NUOVO, Grillo è quello che catalizza. Fà un servizio rivolto agli stupidi ovviamente, perchè i grillini VERI sono invece COLTI, molto più colti della media italiana, e sono GIOVANI cioè incazzati perchè sono quelli che pagano il maggiore scotto alle bestie della vecchia politica, e poi si confrontano TRA LORO GIOVANI sul web senza l'inquinamento dei vecchi rincretiniti che affollano i media, le istituzioni, e lo schifo della politica. Insomma, un GIULLARE e le Giovani Generazioni credo saranno i nostri SALVATORI.

Fracescodel

Mar, 22/05/2012 - 14:46

Caro Giornale, che figuracce che continuate a fare. Forse non vi siete accorti che sono cambiate molte cose, e che molti lettori fedeli non sono pero' fedeli a certe propagande peraltro troppo ovvie. Vi rendete conto che quando chiamate Grillo un giullare, insultate oltre che a lui anche molti che vedono in lui una persona onesta che cerca entro le sue possibilita' di fare qualcosa di buono per il paese? Vi rendete conto che non avete piu' il polso dei vostri lettori, che ci stiamo disaffezionando al blaterare pro PDL a tutti i costi? Io ho votato PDL e Berlusconi, sono di destra, ma oggi mi riconosco in Grillo; non mi riconosco piu' invece nei politici professionisti, che per esserlo devono per forza essere corrotti, altrimenti non sarebbero mai arrivati ad un posto saldo in politica. Spero che Grillo spazzi via il marcio liquame che ha calcato l'arena politica fino ad oggi, e che con Grillo si concretizzi una nuova classe politica giovane ed onesta.

geronimo65

Mar, 22/05/2012 - 15:01

Articolo secondo me vergognoso, oltre che fazioso come sicuramente l'ebook creato ad hoc per screditare l'avanzata del nemico politico. Le argomentazioni sono costruite ad arte per creare confusione e suscitare sospetto. Che bello sapere che alcuni euro delle mie tasse finanziano "il giornale" e le altre testate nazionali... Ma l'aria sta cambiando...giornalisti come lei, Del Vigo, dovranno cercarsi un lavoro vero. Almeno questa è la mia speranza. In ogni caso continuate pure così, sempre più cittadini che propendevano per il pdl migreranno verso le 5 stelle. Grazie di esistere :))

ciaciaron

Mar, 22/05/2012 - 15:03

Eh, però, Francesco Maria Del Vigo, grande articolista, adesso basta. Giullare della politica, comico, domenica va in Costa Smeralda, la sua è arte della vecchia politica, un attore che recita infinitamente, non si può essere alfieri della democrazia senza averla al proprio interno, tira aria di parricidio, un comico che prendeva per il kulo i politici...beh, pensandoci bene ha preso anche noi cittadini. Francè, sei proprio un succube, solo di Berlusconi riesci a parlare?

Mucioquinto

Mar, 22/05/2012 - 15:13

xLibeccio. Si, Berlusconi aveva un programma, sulla carta, certo. Non l'ha realizzato, può darsi. Facile? Forse, ma almeno l'ha scritto. Sono andato sul sito di Grillo e il programma non c'è. Forse non mi destreggio bene nel web, ma ti assicuro che il programma non c'è. Tante idee, un po' confuse e alcune veramente astruse, ma nessun progetto, nessun ideale. Togliere il finanziamento ai partiti potrebbe trovarmi d'accordo ma non è un'idea di Grillo, sono anni che ci si prova. E' stato fatto anche un referendum, quindi l'unica idea sensata di Grillo non è di Grillo. Comunque andare a vedere il sito mi è servito, prima avevo dei dubbi, ora non ne ho più. Il futuro è veramente oscuro.

Ritratto di Leo Vadala

Leo Vadala

Mar, 22/05/2012 - 15:16

57 commenti finora. 50 pro-Grillo, 2 anti-Grillo, e 5 neutrali. Queste cifre parlano chiaro - la stragrande maggioranza dei lettori considerano l'articolo una gran belinata (una gran minkiata, per i non genovesi).

Ritratto di copyleft

copyleft

Mar, 22/05/2012 - 15:27

#36 Mucioquinto il programma coerente di berluscone era quello di arricchirsi, coprirsi le spalle dalle tante malefatte e combattere il regime comunista che era al potere da molte legislature. scoprite quali sono le verità e quali le menzogne che gli hanno permesso di annebbiare per ventanni la vista degli italiani creduloni...

sagittario47

Mar, 22/05/2012 - 15:48

Lo sapete che fine farà Grillo? Appena calpesterà i piedi ai poteri forti, "zac" avanti il prossimo menestrello.

voce.nel.deserto

Mar, 22/05/2012 - 16:10

Meglio i giullari grillini che i Proci che gozzovigliano nella reggia del popolo sovrano con i finanziamenti pubblici ai partiti che non sono legittimati a ricevere.! Grillo sta evitando ai Proci politici di essere travolti da una possibile rivoluzione. Dovrebbebro ringraziarlo a cominciare dal Bossi , dal PD e dalla Margherita che sono un corpo unico . Grillo è l'alternativa provvidenziale alla rivoluzione.

serafini91

Mar, 22/05/2012 - 16:17

gli unici giullari che vedo sono quelli che siedono ora in parlamento,viva Grillo,viva il Movimento 5 Stelle

Mucioquinto

Mar, 22/05/2012 - 16:23

Be'...cavolo adesso che so che copyleft è il depositario della verità suprema per rivelato dono divino e che tutti gli altri sono annebbiati creduloni non ho più dubbi su chi andare a votare. E ai creduloni il piccone (dubito che il saccente colga il riferimento storico).

Fracescodel

Mar, 22/05/2012 - 16:28

#62 voce nel deserto pienamente d'accordo. Grillo e' l'alternativa alla rivoluzione. Non ci sono altre opzioni per la nostra salvezza. Essere poveri e schiavi non e' un'opzione valida. Spero che Grillo ce la faccia, se no credo che vedremo una nuova rivoluzione Francese con tanto di teste mozzate e linciaggi. Non starei troppo sereno ad essere un politico di professione, oggi. Come dice lei, ringrazzino Grillo che tiene calme le acque e alta la speranza.

ke giornale

Mar, 22/05/2012 - 16:45

mi pare ovvio....dopo il buffone nn può esserci altro che un comico......ma mi pare che sia un comico che fa paura ai nostri politici!!

cyperus

Mar, 22/05/2012 - 16:46

Alle prossime elezioni politiche voterò il movimento di Grillo. Cosa hanno fatto fin'ora la destra e la sinistra? Di sicuro ci hanno portato dentro un tunnell dal quale non si riesce a intravedere una luce. Sprechi, corruzione e alleanza con la mafia.

ciaciaron

Mar, 22/05/2012 - 16:52

#58 Mucioquinto Caro Mucio, se vuoi veramente leggere il programma del Movimento 5 stelle non devi fare altro che digitare su un qualsiasi motore di ricerca (tipo Google) "Movimento 5 stelle" e vedrai, come per incanto, apparire il sito. Potrai leggere, con tuo stupore, la voce "Programma", non dovrai fare altro che cliccare (pigiare il bottone) del mouse (quella diavoleria moderna che produce una freccetta sul monitor) e bearti a leggere il programma. Abbi pazienza, purtroppo si è scelto questo astruso sistema per portarlo a conoscenza della gente, non si è previsto di metterlo su una videocassetta supporto utilizzato ormai soltanto il tuo capo.

skysatmax

Mar, 22/05/2012 - 16:54

articolo veramente penoso. godrò il giorno che verranno tolti i finanziamenti alle testate giornalistiche nazionali. vorrei far notare che certa gente che si dichiara giornalita è pagata con i nostri soldi. Certi "giornalisti non sanno nemmeno di cosa parlano, leggere il paragrafo che dice: "il movimento 5 stelle è uno space shuttle e Grillo è il serbatoio di benzina che viene sganciato non appena oltrepassata l'atmosfera indica quanta ignoranza c'è in suddetti "giornalisti". Lo scopo di Grillo è sempre stato quello di essere il serbatoio di benzina, non vuole assolutamente essere il "capo" ma bensì vuole essere "l'aratro che ara la terra" nella quale, da tutto il popolo che lo segue, vengono gettati i semi per far ricrescere il verde, quindi lui desidera essere usato per far rinascere il paese e non ha nessun interesse di essere il padre padrone come altri leader di partito. la vecchia casta politica ha fallito miseramente, ha solo indebitato il nostro paese

garixi

Mar, 22/05/2012 - 16:59

c'è da dire che tutte le proposte dei ragazzini grillo sono interessanti x cui meritano di essere messi alla prova

peropix

Mar, 22/05/2012 - 16:56

Capisco Francesco Maria del Vigo Serbelloni Vien dal Mare, che scrivendo questo articolo ha dovuto ubbidire all'editore. Tiene famiglia. Sono convinto che lontano da sguardi indiscreti, nell'intimità della cabina elettorale avrebbe votato per il rappresentante di Grillo . Credo nell'intelligenza delle persone e non posso immaginare come un giornalista sia stato assunto al Giornale se non avesse avuto dei punti di vista in comune con la proprietà. Purtroppo la realtà a volte è piu' fantasiosa dell'immaginazione e cio' che è accaduto dà disturbo a molti che sono tutt'ora scioccati. Credevano che la politica fosse quella che è praticata dalla plutocrazia dei partiti che si sono trasformati da catalizzatori e dispensatori di ideologie post belliche a semplici agenzie di mediazione tra impresa e potere. I giovani hanno fatto cio' che chi gli ha tolto la speranza di un lavoro dignitoso ed una giusta pensione non sono riusciti a fare , neppure il potente Berlusconi. La rivoluzione via web.

Ritratto di copyleft

copyleft

Mar, 22/05/2012 - 17:03

#64 Mucioquinto da molto e in tempi non sospetti dico che il risveglio sarà molto brusco e fastidioso...ma mi dia retta non aspetti molto perchè poi sarà anche peggio...deposatario della verità? ci mancherebbe non ho mai avuto queste mire ma mi creda che senza prosciutto sugli occhi era assai facile vederla questa verità...p.s. le picconate lasciamole stare...

erasmodarotterdam

Mar, 22/05/2012 - 17:11

Le capriole le state facendo voi, altro che! Speriamo che capriolando capriolando vi togliate dai....

Gioacchino.S

Mar, 22/05/2012 - 17:13

Flaiano sui giornalisti: “sempre meglio che lavorare“...preclaro esempio di obiettività anglosassone. Best compliments. (Pubblicare please come non fate sempre).

antonin9421

Mar, 22/05/2012 - 17:16

#38 tato_mi... hai ragione, si può aggiungere, ma non cambia il senso che è sempre uno: "povere teste d'italiani!. Girano di qua e di là... aspettando il miracolo del profeta..." Non ci son profeti né qui ne lì... datti da fare, pelandrone d'un italiano, lavora, nessuno coltiverà mai le rape per te!

deving

Mar, 22/05/2012 - 17:31

Ho letto il programma del movimento cinque stelle e sono i dubbio se considerarlo come il testamento di un demagogo o come il libro dei sogni di un individuo che non ha il senso della realtà.

Ritratto di antoni55

antoni55

Mar, 22/05/2012 - 17:44

Buona sera a voi.Forza Beppe,adesso quando ti manderemo al prossimo G8 quale rappresentante migliore dell'Italia per una foto insieme alla kulona,vedrai come sarà contenta la vedremo finalmente sorridere di cuore.

M@uro64

Mar, 22/05/2012 - 17:51

Certo che la predica viene da un pulpito................... Forse chi ha scritto l'articolo si è dimenticato che il loro capo ha fatto il percorso inverso, da re a giullare imbottito di viagra che negli ultimi venti anni in politica e al governo ha portato il nostro paese tra i più autorevoli al mondo....................... Del Vigo, scrivi cose sensate se ne sei capace !!

Hilbert_Space

Mar, 22/05/2012 - 17:51

E' davvero incredibile. Per la prima volta nella sua storia l'Italia sembra unita... tutti i giornali, tutti i partiti, tutti i servi dei poteri forti giù a denigrare Grillo, a ridicolizzarlo, a sminuire i risultati ottenuti. I più ipocritamente sottili dicono "Da Grillo mi aspettavo di più." Alle prossime elezioni leggerò con cura il suo programma, ma, pessimista come sono, so che non ce ne sarà bisogno. Qualche "sfortunato incidente", o qualche "folle isolato" toglierà di mezzo il guastafeste. A meno che anche Grillo non faccia come tutti gli altri: accettare (di buon grado o obtorto collo, fa lo stesso) i diktat stranieri di chi vuole il dominio dell'Italia.

ego

Mar, 22/05/2012 - 17:58

Se il Pdl è stato il partito del "capo", se la "IDV" è il partito del "padrone", il M5stelle è o sarà il partito del "desposta".

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Mar, 22/05/2012 - 18:04

ricordo che nella mia città , stanchi delle ruberie della sinistra , delle prebende ai compagni , abbiamo votato per ben due legislature il nostro sindaco della lega . quanti lavori necessari ha fatto ? tanti con grande rabbia dei sinistri che continuavano a criticarlo . non solo ha avuto i soldi necessari per le opere pubbliche necesarie , dalle fogne , ai tubi dell'acqua , alla pavimentazione delle strade , ha sanato il deficit spaventoso che la serie di sindaci di sinistra aveva lasciato . via lui non abbiamo più niente . arrivato il sinistro e getta al vento i soldi e non fa niente di utile . Berlusconi deve andare fuori dalle scatole è una vita che lo dico è un mezzo uomo , troppo pieno di sè e non pensa che ha rovinato i figli . le sue mogli ? in mia gioventù si chiamavano vacche da pascolo . oggi avrei votato per grillo , solo per dare un calcio nei denti TUTTI I POLITICI inutili che ci derubano tutti i giorni . state bene grillini e lavorate seriamente

boffodocet

Mar, 22/05/2012 - 18:02

#78 M@uro64 condivido

clintock

Mar, 22/05/2012 - 18:11

Questo articolo è una ulteriore conferma che il processo di demonizzazione è già in moto. Grillo come qualunque essere umano ha i suoi pregi e difetti, che sono intercambiabili a seconda dell'osservatore. Due cose sono ai miei occhi evidenti: L'idea che porta avanti è rivoluzionaria L'aternativa è pietosa

clintock

Mar, 22/05/2012 - 18:14

@#76 deving E hai letto anche il programma degli altri partiti ? Parole che in concreto vogliono dire nulla. Potresti benissimo metterle in bocca a Hitler, Stalin, Pot Pot e dittatori sanguinari vari. Un esempio ? Tutti vogliono equità sociale ...... sappiamo come stanno andando le cose

Paul Vara

Mar, 22/05/2012 - 18:35

E una bella intervista agli eletti del Movimento 5 Stelle invece di scrivere articoli denigratori su Beppe Grillo (che non è nemmeno candidato) ?

Atreides67

Mar, 22/05/2012 - 18:59

Di fronte a tutti i politici che parlano, parlano, occorre fare questo e quello e non fan nulla, Grillo costituisce una speranza. I suoi candidati sono tutti giovani e già questo è un bel vedere. Possibile che Sarkozy sconfitto si ritira dalla politica e i nostri politici sono sempre lì, sempre gli stessi da trent'anni? Basta.

Dreamer66

Mar, 22/05/2012 - 19:41

#81 barbara 2000: ma... se il suo sindaco era così bravo come mai dopo ne hanno eletto uno "sinistro"?

peropix

Mar, 22/05/2012 - 20:01

Non dobbiamo prendercela con chi non ha capito o denigra il cambiamento in atto. In Italia, purtroppo per noi , la metà della popolazione lavora per la pubblica amministrazione , per lo Stato , per gli Enti, ecc. E' chiaro che loro con i loro piccoli micraniosi privilegi non vogliono il cambiamento, credono di lavorare, dicono di essere mal pagati , quando li riprendono durante la quotidiana pausa assenteista di 4 ore dicono che non è vero, reclamano il diritto di fare la spesa dalle 10 alle 12, discutono di problemi aziendali al bar di fronte, non possono venire licenziati, permessi, licenze e ferie a josa, doppia giacca in ufficio (una sulla sedia per mostrare che sono lì in giro e l'altra addosso) , auto aziendale, prestiti bancari ad interessi speciali, mutui agevolati, parenti assunti insieme a loro grazie a concorsi pilotati. ecc.ecc. E' chiaro che i Grillo fanno paura e che resteranno lo zoccolo duro .

non.aver.paura

Mar, 22/05/2012 - 20:41

è bello vedere che i grandi partiti ed i loro giornali stiano cercando di "smontare" il movimento 5 stelle partendo dal suo ispiratore. significa che il movimento avrà vita lunga. come disse qualcuno circa 20 anni fa, quando lo psiconano vinse le sue prime elezioni, lasciateli lavorare e giudicateli per quello che avranno fatto. però certo rispetto a 20 anni fa una grossa differenza c'è: all'epoca nacque un partito-azienda costruito dall'alto e governato ininterrottamente da un unico capo che ha sistematicamente cacciato via chinque osasse sollevare dubbi sul suo operato. oggi il movimento è nato dal basso e semmai sarà il movimento a cacciare grillo quando dirà e farà cose che al movimento non piacciono. grillo può dire quel che gli pare ma può solo considerarsi l'ispiratore del movimento, un importante punto di riferimento ma non certo il capo

marco-70

Mar, 22/05/2012 - 21:10

grillo e' l'unica vera novita' in italia,servira' per cambiare e chissa' che nel movimento poi ci siano anche persone capaci non solo di intascarsi i soldi e nulla piu' percio' passero' da pdl a grillo per protesta, ma di sicuro non votero' mai il partito dei cogl...i .

Ritratto di gian td5

gian td5

Mar, 22/05/2012 - 21:42

Questo Grillo ed il suo movimento sembrano la brutta copia di Guglielmo Giannini e del suo Uomo Qualunque, anche questo partito nacque e si sviluppò cavalcando il malcontento e l'antipolitica, ma appena conquista una piccola fetta di potere (1946) sparì nel giro di tre anni, nonostante che Giannini, rispetto al Beppe, fosse un gigante.

limane

Mar, 22/05/2012 - 22:21

Le capriole le stanno facendo i noti politici senza fare ridere , si girano e si rigirano sulle loro poltrone che proprio non vogliono mollare.

vogliosapere

Mar, 22/05/2012 - 22:47

D'altronde, dopo i Crozza e tutta la bella compagnia satirica, ben vista dall'opinione pubblica italiana, ci volìeva un comico in politica. Chi la fa l'aspetti. La Domanda è, ma l'Italia ne ha proprio bisogno?

Ritratto di martinitt

martinitt

Mar, 22/05/2012 - 22:50

Grillo ha criticato quasi tutti e tutto, vedremo le novità, di certo per andare incontro alle necessità dei disoccupati e delle famiglie in difficoltà in un periodo di crisi, deve assere quasi impossibile.Una iniziativa gli darebbe più credibilità e cioè porre un limite agli stipendi dei politici a tutti i livelli e ai dirigenti in tutte le strutture statali e private. A tutti i più fortunati e sufficiente dare uno stipendio dignitoso. Una mano per i disoccupati la si può dare dando la possibilità a quelle aziende con 15 dipendenti di poter aumentare la forza lavorativa mantenendo gli attuali privilegi.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 23/05/2012 - 02:04

Se anch'io mi mettessi a sbeffeggiare da un palco i politici, i banchieri, i professori e il mondo intero riuscirei a raccogliere facili consensi, aggiungendo la satira, il qualunqusmo e qualche parolaccia poi riuscirei a raggiungere l'apice, ma sarebbe una gloria effimera se non facessi seguire i fatti o almeno proponessi cose sensate. Pertanto ben venga la protesta vestita di stelle e di grilli, ma passata la sbornia si ritorni in fretta con i piedi per terra, il cammino per uscire dal tunnel è lungo e faticoso...via i tecnici incapaci e si a una nuova classe politica che abbia capito la lezione altrimenti faremo presto compagnia alla Grecia!

cincinnatus

Mer, 23/05/2012 - 02:49

Giullari e ne abbiamo già visti molti prima dell'entrata in scena del comico Grillo. Una cosa è comunque certa: il giullare Grillo non farà più danni di quanti ne siano stati fatti dai delinquenti che hanno sinora governato l'itaGlia.

marcomanno

Mer, 23/05/2012 - 05:31

Un altro articolo in prima pagina su Grillo ed altri voti che migrano verso 5 stelle

jacksony

Mer, 23/05/2012 - 06:42

"mette alla gogna tutti i politici in attesa di giudizio e lui è condannato in via definitiva per omicidio colposo" come ho già postato prima ma non lo avete pubblicato, è vero e proprio sciacallaggio citare un incidente che perquanto provocato da imprudenza ha la caratteristica di non essere stato programmato o voluto e paragonarlo per contro a quei politici che profittando della fiducia degli elettori occupano ruoli e incarichi ben pagati ma non si acontentano e rubano pure. Non mi postaterete neppure questo ?

voce.nel.deserto

Mer, 23/05/2012 - 06:59

Meglio il giullare fustigatore dei costumi che la massa di profittatori della politica che siedono nei luoghi di potere in Italia ed in Europa. Grillo non è Giannini .Grillo è il portavoce della coscienza di un popolo che si ribella,è il Pasquino inviso al potere temporale dei papi.Nessuno lo può liquidare in due parole,Grillo è il salvagente della politica e dei politici che ,senza capirlo,grazie a lui ,vera valvola di sfogo,evitano di essere travolti dalla rivoluzione che incombe. Ma enti come l'OCSE sono ancora necessari alla luce di un calcolo costi benefici? Non sono enti parassitari,stipendifici per i cadetti delle famiglie borghesi d'Europa?Studino e non si permettano di fare politica. Come si permettono questi sgnori di chiedere a Monti di imporre nuovi sacrifici ai popoli d'Italia?

macemax

Mer, 23/05/2012 - 07:22

POVERI ILLUSI!!!!! Mi dispiace veramente tanto, vedere tanti italiani che ancora una volta hanno ABBOCCATO a delle illusioni!!!! Voi italiani che credete nel comico, mi dite cosa c'è di diverso tra quello che prometteva la Lega e il comico di oggi???? Nulla. Tante belle parole, parole, parole, promesse, parole, illusioni, sogni,,,,,,,,, etc... Poi appena messe le mani nella torta,,,,,,, anche i Leghisti hanno imparato subito a MANGIARE! Stessa fine faranno i grillini. Detto molto sinceramente?? A me il Comico non mi è mai piaciuto, perchè l'ho sempre visto come l'imbonitore di turno, a cui i creduloni ABBOCCANO. In Italia di partiti ne abbiamo più che a sufficienza, basta saper far funzionare quelli.

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 23/05/2012 - 07:55

deriderlo non serve a nulla : al contrario la sua presa di posizione deve far riflettere tutti anche Napolitano che sembra non accorgersi di questo comico entrato in politica da picconatore : a grandi passi ora, si avvicina ad elezioni che lo vedranno emergere molto piu di quanto tutti possano pensare: molti di noi han sempre votato in posizione di centro destra ed oggi meditano su Grillo:signor Dal Vigo, non mi chieda perché, ma è evidente che sono itroppi gli stanchi ed il professore sta completando l' opera di tutti quei politicanti (tra i quali metto anche fini e casini che con gran parlantina san fare solo del male alla politica); inutile quindi criticare Grillo che vede come tutti noi gli sprechi, le ruberie, l' annientamento delle cose pubbliche, che sa come lei che il maggior evasore è la politica che quando chiede tangenti ne raddoppia il costo

maxmello

Mer, 23/05/2012 - 08:12

Grillo ha davvero dovuto bere l'amaro calice, ma non come la sua nemesi umana e politica (psiconano) che lo ha fatto per interesse personale e per paura che la giustizia lo andasse a prendere a casa. Ha provato ad usare la politica quando urlava a squarciagola nelle piazze dei V-day, con le leggi di iniziativa popolare, con il mare di firme raccolte, depositate e poi dimenticate da tutti i politici sui suoi sacrosanti referendum. Provò a partecipare alle primarie del PD e ne fu estromesso, provò a tesserarsi con il PD e non fu accettato, alla fine ha fatto quello che solo in pochi sanno fare in Italia: passare dalle parole ai fatti. La politica non funziona? Allora cambiamo la politica! Comunque vada a finire Grillo è un eroe moderno, un italiano che ci insegna come essere uomini e come una sola persona dalla schiena diritta possa mandare questo sistema corrotto in tilt.

Enrico II°

Ven, 07/09/2012 - 08:11

Ma se ad una ciurma di inutili idioti non piacciono i giornalisti e gli articoli de Il Giornale, ma perchè si cimentano in commenti offensivi e pieni di bile? Basta rimanere nelle proprie convinzioni e farsi i c...i propri e andarsi a leggere La Repubblica, Il Fatto ecc. Certo, questa è la democrazia, diranno. Invece è soltanto maleducazione e mancanza di rispetto per chi non la pensa come loro, anime candide.