Casaleggio, il guru di Grillo che vuole ricreare il mondo

Ex manager informatico, Casaleggio considera la Rete uno spartiacque tra due civiltà e preannuncia un nuovo ordine del pianeta nel 2054

Che i politici si lasciassero ispirare da santoni era fenomeno noto: dall'influsso di Rasputin sugli zar; a quello di La Pira su Fanfani; a Fagioli, lo psichiatra, che si intortava Bertinotti. Ma Gianroberto Casaleggio, guru del neo-politico Beppe Grillo, è di un altro pianeta. È il primo visionario postmoderno che smanetta da dio, si è consacrato a internet e si ritiene precursore della rivoluzione politica in marcia, di cui il grillesco M5S è un'anticipazione.

Gianroberto è stato il creatore del blog di Grillo nel 2005 e l'artefice del grande successo di quel sito. Ha innescato dibattiti via web, convogliando opinioni verso obiettivi politici, tipo No Tav, la «decrescita felice», il telelavoro, il grillismo insomma, orientando gli umori con interventi suoi o di propri adepti (i cosiddetti influencers) e stroncando con durezza chi usciva dal solco tracciato. Comunque, tutto rigorosamente in Rete. Ed è questa la differenza tra lui e i santoni suoi predecessori.

Anni fa, mi occupai di Massimo Fagioli, lo strizzacervelli romano che si era impossessato della psiche di Fausto Bertinotti (allora presidente della Camera), sottoponendolo con i compagni di Rc a suggestive introspezioni collettive in un palazzo di Trastevere. Fagioli, in un silenzio religioso in cui pareva aleggiare lo spiritosanto, diceva cose tipo: «Stiamo cercando qualcosa che è grande: realtà umana, identità, socialismo, libertà. Mai, prima d'ora, con socialismo e libertà erano state messe parole come rapporti interpersonali». Non ci si capiva un tubo, ma c'era qualcosa di familiare. Termini come socialismo e realtà umana, avevano il sapore dei libri che avevamo letto. Umanizzare la politica era vasta cosa, ma ci poteva stare. Insomma, il prof. Fagioli appariva fuori di sé, ma direi in modo classico come altri veggenti della Storia, da Efimovic Rasputin, appunto, a Giorgio La Pira.

Il fumo che vende Casaleggio è invece così nuovo da spiazzare. Già che usi il web - sul quale navighiamo un po' tutti ma con circospezione - dà la vertigine. Raddoppiata però dai toni mistici di Gianroberto che inneggia alla Rete con accenti così profetici che ti verrebbe d'istinto chiamare il 118. Questo sciamano informatico considera la Rete spartiacque tra due civiltà: la preistoria dei libri e dei giornali «specie estinte» (infatti, un vero grillino neanche sa dove siano di casa) e il domani «tutto Rete, interconnessioni, intelligenza collettiva».
Per capire Casaleggio, peschiamo nell'opera sua. Da uno scritto: «L'Uomo è Dio (le maiuscole sono casaleggiesche, ndr), è ovunque e chiunque. Conosce ogni cosa: questo è il nuovo mondo di Prometeus. Tutto ciò è iniziato con la Rivoluzione dei Media e con Internet alla fine del secolo scorso». Come con Fagioli, non si capisce un piffero. In aggiunta, però, ogni parola suona estranea: ovunque, chiunque, il titano, l'Uomo che è Dio. Ma di che parla?

Ed è ancora niente. In un video in inglese rintracciabile su YouTube e prodotto dall'azienda del Nostro, la Casaleggio Associati, Gianroberto fa un vaticinio così vaneggiante da auspicare l'intervento di un esorcista. È il preannuncio di un Nuovo Ordine Mondiale, detto «Gaia» (dal nome dato alla Terra, «pianeta vivente», nella letteratura fantascientifica di cui Casaleggio è cultore): nel 2018 il Mondo sarà spaccato in due blocchi, Democrazia diretta e libero accesso a Internet a Ovest, dittatura con poco internet in Cina, Russia e MO; nel 2020 scoppierà la Terza Guerra mondiale; durerà vent'anni e i simboli dell'Occidente saranno distrutti (i nostri pregiudizi religiosi, umanistici, nazionali, ecc.); nel 2040 vincerà la Rete; nel 2047, tutti avremo una nostra identità su Google e nel 2054 ci sarà la prima elezione mondiale via web per un governo, Gaia, che ci darà (si presume) la felicità.

Ora che sappiamo l'essenziale sul cervello di Gianroberto, affrontiamo ciò che ne resta, anche se il personaggio è piuttosto segreto. Non gli piace, infatti, rispondere a domande e, per alimentare il mistero, comunica con videomessaggi sul Web.

Cinquantanovenne, milanese, Casaleggio è perito informatico (iscritto a Fisica, ha dato una manciata di esami prima di rinunciare), con lunga esperienza di manager nel settore. Ha lavorato nella Olivetti di Colaninno, poi in joint venture con Telecom, diventando ad di Webegg, azienda di marketing internettiano. Ottimo tecnico ma amministratore faraonico, ridusse i bilanci un colabrodo. Nei locali della società, fece costruire costose stanze a forma di uovo (l'egg della sigla aziendale) in cui riunirsi per percepire il futuro. Organizzava, inoltre, per dipendenti, amici e parenti voli al seguito delle coppe europee di calcio. Per tacere, come si racconta, delle trasferte al Castello di Belgioioso (Pavia) per convenire attorno a una tavola rotonda, in omaggio a Re Artù di cui si sentiva emulo.

Il Gianroberto di oggi - chioma fluente e occhialoni alla John Lennon - è nato invece nel 2004, quando si mise in proprio con la Casaleggio Associati (strategie di Rete), casa madre in Via Moroni, accanto alla Scala. Un giorno, Grillo gli telefonò dopo avere letto cose sue in Rete per fissare un incontro, avvenuto a Livorno dopo uno spettacolo del comico. Divennero inseparabili e Gianroberto, considerato da alcuni massone (lui, però, nega) fu ribattezzato «piccolo fratello» di Beppe. Casaleggio ha convertito l'attore alla Rete per la quale aveva idiosincrasia, considerandola la quintessenza di quella insensata accelerazione, tipo Alta velocità, che guasta siesta e pennichelle, sale della vita (prima della conversione, Grillo, durante le recite spaccava ritualmente un computer sul palco). Insieme hanno preso tutte le successive iniziative grilline: oltre al blog, i Vaffa Day (2007) e la fondazione di Cinque Stelle (2009). C'è chi dice che Grillo sia plagiato e che dietro di lui ci sia sempre l'altro. Casaleggio, con una lettera al Corsera, ha spiegato di non essere «dietro» a Grillo ma al «suo fianco». Molti grillini, comunque, lo detestano. Uno per tutti, Giovanni Favia, il consigliere regionale emiliano cacciato nel 2012 dal M5S, lo ha definito «spietato e vendicativo», un despota che mentre straparla di democrazia, la calpesta all'interno del movimento.

In effetti, le contraddizioni di Casaleggio sono legione. Si va dai rapporti economici della sua azienda con le multinazionali Usa - JP Morgan, PepsiCo, Marriot, eccetera - che a parole denuncia come peggio del peggio, all'utilizzo del Frecciarossa Roma-Milano (lo ha beccato Paolo Bracalini che ne ha scritto su questo giornale) quando invece si dichiara nemico dell'Alta velocità. Insomma, tira anche lui a campare: santone sì, santo no.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Paul Vara

Lun, 04/03/2013 - 08:28

Continua la serie di articoli per tentare di abbattere il pericoloso nemico. I giornalisti non sopportano l'idea di essere scartati dal gioco. Troppi articoli faziosi che non riportano fatti ma semplici opinioni hanno reso la stampa inutile per il movimento di Grillo. Basta andare alla fonte, sul sito di Grillo per conoscere programmi e pensiero, direttamente senza "interpretazioni fantasiose". C'è aria di cambiamento e questo non lo digerite proprio.

#marcok@

Lun, 04/03/2013 - 09:14

Santone quaraquaquà, ma se andasse via la corrente fornitaci dal NUCLEARE FRANCESE, SVIZZERO, SLOVACCO,ECC., questo cui cosa farebbe? Predicatore di VANVARATE e stolti chi ci credono, mentre loro se la ridono arricchendosi e stando seduti comodi nelle loro ville dorate.

Ritratto di spectrum

spectrum

Lun, 04/03/2013 - 09:15

buffoni, incompetenti e animali (B_I_A). Forse non tutti, ma questa e' un po l'immagine trasmessa da Grillo. Si trovano e siedono a terra, niente inutili cravatte, come le bestie si torna alla barbarie, in tv mai, grillo gran democratico non vuole, incompetenti con/senza qualifiche direbbero un sacco di stupidaggini, ai media parla solo grillo, che dice una volgarita orribile ogni 2. Una famiglia che conosco l'ha votato, insegnano ai figli la massima educazione e non dire parolacce, e si fanno rappresentare da quest'animale. Ora vedremo, loro si cambieranno in meglio il paese. Alzate le barricate ...!

Ritratto di Izdubarino

Izdubarino

Lun, 04/03/2013 - 09:18

Grillo e Casaleggio sono diventati personaggi pubblici, e come tali devono vivere in "una casa di vetro". Trasparenti come qualsiasi altro politico, soggetti al controllo di stampa e opinione pubblica, come qualsiasi altro politico. Se Casaleggio si rende irreperibile, poco avvicinabile, riservatissimo e misterioso, ciò non va bene. È la politica, bellezza. Fattene una ragione ed esci allo scoperto.

Luigi Farinelli

Lun, 04/03/2013 - 09:29

Guardate che se foste stati più attenti, voi giornalisti vi sareste accorti già da tempo di ciò che sta avvenendo in Europa e nel mondo, avviato verso una deriva relativista pericolosissima! Al Gore ha ricevuto un nobel proprio come propagandatore dell'Ipotesi Gaia, tipica dell'era new age ma uficialmente appoggiata dall'ONU e dalla massoneria mondiale: una visione panteista del pianeta (Gaia, appunto) che "cresce" e si sviluppa ma è "infastidita" dalla presenza del "parassita" uomo, il quale perciò deve essere sterminato nei ventri materni (ecco perchè tanta spinta a promuovere nel mondo l'aborto libero). L'ecologismo ideologico, con le sue fandonie sui disastri arrecati dall'uomo all' ecosistema, è un altro aspetto alla spinta verso la religione panteista di Gaia che prevede il ritorno al primitivismo. Ancelle di Gaia saranno le donne e l'uomo, con la sua mente razionale, avendo prodotto danni a Gaia dovrà cedere loro il posto (il radical femminismo tende a sminuire il maschile e da decenni esercita appunto un attacco dissennato (malebashing) contro la visione "patriarcale" della famiglia; la famiglia eterosessuale è destinata ad essere soppiantata dalla famiglia promiscua, allargata, senza più vincoli morali e "senza più la palla al piede della natalità". Le campagne pro-aborto degli ultimi decenni, promosse dall'ONU vanno appunto in direzione dell'abbattimento della natalità mondiale, convincendo col lavaggio del cervello la gente che la sovrappopolazione mondiale farà estinguere la specie: balla colossale, smentita già trent'anni fa ma sostenuta dalla Fondazione Rockefeller (che prevedeva l'antropofagia in Cina già negli anni '90 del secolo scorso!). L'essere umano sarà considerato alla stregua degli altri animali e da ciò derivano le spinte animaliste con guru come Peter Singer che predica la soppressione degli "esseri imperfetti" prima della loro nascita: "meglio un cane sano che un bambino malato" recita in giro per il mondo (DA SPONSOR DELL'UNICEF!!!). Queste ideologie e visioni hanno guru anche nostrani, come Umberto Veronesi, e sono appoggiate dalla massoneria che tende appunto ad abbattere le religioni monoteiste per sostituirle con il panteismo di Gaia (diffuso anche attraverso la proliferazione delle religioni orientali, indu soprattutto). Tutto ciò è stato trattato da numerosi autori, fra cui Alessandra Nucci con il suo "la donna a una dimensione" , Michel Schooyans ("il volto oscuro dell'ONU") e, spesso, da Papa Benedetto XVI. Casaleggio è il primo che ufficialmente azzarda a dire chiaro e tondo quali sono gli orientamenti programmati per il futuro. Quando si parla di Nuovo Ordine Mondiale che si sta già avviando attraverso una vera e propria spinta alla mutazione antropologica progettata e pianificata dalle Agenzie mondialiste (soprattutto ONU e EU) sarebbe meglio d'ora in poi mettere da parte la parola "complottismo": si tratta di un processo ormai consolidato e imposto dalla massoneria mondiale (cui appartengono banchieri, "filantropi" alla Rothschild e Rockefeller) per affermare un mondo orweliano dove una elite di banchieri e ultralaicisti dominerà su un mondo di schiavi (la cosiddetta "Repubblica Universale" della massoneria), assoggettati attraverso le più raffinate tecniche di manipolazione mentale già pienamente in attuazione e che hanno già causato guasti immani alle nostre società (soprattutto quelle d'oltralpe sono già contaminate a fondo da un relativismo etico e da un accanimento contro i principi naturali da poter far ritenere il fenomeno ormai irreversibile). L'attacco al cristianesimo cattolico è condotto con larghezza di mezzi proprio per abbattere chi si ostina a difendere ancora i principi naturali, così impedendo alla massoneria internazionale di far affermare l'ideologia di Gaia, ormai insegnata anche nelle scuole americane ed europee.

porthos

Lun, 04/03/2013 - 09:32

E' tornato, col guru grillesco, la reincarnazione del vecchio RASPUTIN (vedere su internet x chi non lo conoscessesse), più tecnologico del primo, ma egualmente folle e pericoloso. Il suo "illustre" predecessore portò lo sconquasso della Russia zarista e dei Romanov, quello "de noartri", se lasciato libero di agire e "predicare", porterà, tramite l'esagitato ed indottrinato insettone ululante (grillo), l'Italia alla più totale anarchia e rovina. E pensare che ci sono imbecilli che, attraverso il voto ai grillini, di fatto hanno votato questo ridicolo ma pericoloso guru antidemocratico !!!

vince50

Lun, 04/03/2013 - 09:45

Osservando la foto con attenzione non ci possono essere dubbi,il braccio(a destra) e la mente(a sinistra).Io credo che in molti si siano illusi che i grilli avrebbero fatto grandi cose,dovranno ricredersi più che grilli sono cicale,canteranno per un giorno e poi schiatteranno.Non prima però,di aversi "sbranato"la loro fetta di torta,in guerra in amore e aggiungo in "politica!!"non ci sono regole.Largo al nuovo,il vecchio è già sazio.

AntoNiso

Lun, 04/03/2013 - 09:54

Sta di fatto che i glillini eletti dalla rete che piace tanto a Casaleggio non sono il massimo per la governabilità del paese. Grillo e Casaleggio lo sanno bene e corrono ai ripari: http://www.youtube.com/watch?v=BA3bfZM0rgE Saremo governati da degli ignoranti capitanati da un comico.

migrante

Lun, 04/03/2013 - 09:59

Egregio Paul, quali sarebbero le "opinioni" ?...che la Casaleggio associati collabora con JP Morgan ?..che hanno prodotto i due succitati video "Prometeus" e "Gaia" ?...che Casaleggio&friends erano managers in Olivetti, Telecom e Webegg ?...ed aggiungo io, che la Casaleggio associati collabora con Biving, azienda dedita al viralmarketing collaboratrice della Monsanto ?....queste sono opinioni ?...a casa mia son fatti !!!...poi ognuno li consideri come vuole !...p.s....definirei "casualita` profetica" il fatto che l'incontro della "nascita" sia avvenuto a Livorno !!!

migrante

Lun, 04/03/2013 - 10:22

Egregio Luigi, il suo ottimo e dettagliato intervento dovrebbe essere la base di una discussione che si eleva dallo stato comatoso in cui oramai e` caduto questo "forum" violentato da faziosita` contrapposte...sfortunatamente credo che non sara` cosi` !...si aspetti una sequela di offese !...mi consenta solo di aggiungere a quanto da lei detto, che la Fondazione Rockefeller sta dietro anche ad altre "fondazioni" come il bilderberg e la trilaterale ( per chi non lo sapesse), "associazioni" ( a delinquere, direi io) delle quali fanno ( ed hano fatto) parte molti "personaggi" che ci hanno governato( e ci governano) ed amministrato...personaggi a capo dela commissione UE, BCE, Governo e degli asset industriali...tirando le fila di tutto cio` mi sento di poter dire che Grillo ed il "grillismo" rappresentano un semplice specchietto per le allodole volto ad impedire la nascita di un reale moto di rivolta a questa dittatura !!!

Franck Dubosc

Lun, 04/03/2013 - 10:26

Signori, il tempo è galantuomo. Ho visto insospettabili elettori votare per Grillo questa tornata ma penso che tutto sia nato da un micidiale cocktail di rabbia e frustrazione per i tempi bui che stiamo passando. Le teorie di questi cialtroni non reggono neanche un secondo nella vita reale, è anche per questo che non vogliono un confronto diretto, non riuscirebbero a tenerlo. Adesso che è ora di fare, e loro hanno in mano il potere ed il diritto di farlo, non faranno niente perchè non sono capaci di costruire. E si scioglieranno come neve al sole. Il problema che io vedo è che stiamo perdendo troppo tempo prezioso per la ricostruzione

Rocknbike2010

Lun, 04/03/2013 - 10:29

Caro Paul Vara, da vero democratico dovresti pur accettare che qualcuno non creda troppo a Grillo!! Piuttosto di scrivere quotidianamente questo messaggetto copia-incolla, ribatti semplicemente a quanto scritto nei vari articoli. Magari potrei ancora leggerti. Almeno io.

Ritratto di The Blob.

The Blob.

Lun, 04/03/2013 - 10:54

DI QUALE MONDO stiamo parlando? Il mondo dei DE GREGORIO, DEGLI SCILIPOTI, DEI FURBETTI DEI PACCHI DI SIENA? MEGLIO SOTTERRARLO QUESTO MONDO QUI!!!! e usiamo i termini giusti, non politici ma CASTA DI POLITICANTI... i Politici sono ALTRO

Rossana Rossi

Lun, 04/03/2013 - 11:03

Due buffoni che hanno incantato migliaia di babbei...e pensare che dovremmo essere governati da questi qui.....povera Italia!

Boccato

Lun, 04/03/2013 - 11:26

NO TAV ! NO TAV...NO LIGHT´S, NO GAZ, NO FOOD, NO TRANSPORT, NO HOUSE, NO TOURISM, NO SHIRT´S, ETC, ETC, ETC... IN SOMMA, NO ITALY !!! TUTTE ALLE CAVERNE A MANGIARE TASTIERA DI NOTEBOOK...RECICLATE ! TRA POCHO CAMBIERA IL SOPRANOME SOPRANOME PER "CASAPEGGIO" !

Boccato

Lun, 04/03/2013 - 11:28

VE BENNE ITALIA COSÍ...NAPOLEBEPPE GRILLOPARTE E RASPUTINO CASALEGIO, IL GURU TELEMATICO !

Boccato

Lun, 04/03/2013 - 11:35

NEANCHE UNO TERRORISTA ARABO ESTREMISTA ISLAMICO É PEGGIORE E PIU PERICOLOSO PER IL MONDO CHE UNO INFORMATICO MESSIANICO CHE FA FINTA D´ESSERE HIPPY ! AL MENO, I TERRORISTI SONO SINCERI...

External

Lun, 04/03/2013 - 14:08

Uno che prevede una guerra mondiale, la durata e financo l'esito o è matto oppure lo fa. Secondo me lo è. Immaginate come possono essere quelli che gli hanno dato il voto.

Luigi Farinelli

Lun, 04/03/2013 - 14:22

E' un peccato che questo articolo sia stato tolto subito dalla home page: fa capire bene chi sia il guru di M5S e chi lo manovri. Si dice che richiestogli di una sua appartenenza alla massoneria abbia detto di no: probabilmente una madornale bugia, per il semplice fatto che l'Ipotesi Gaia (per diffondere la quale l'ONU spende miliardi di dollari) rientra nell'orientamento panteista cui spinge la massoneria per arrivare proprio al Nuovo Ordine Mondiale chiaramente delineato dallo stesso discorso di Casaleggio ma anche da personaggi fieri oppositori dello sfascio etico e morale occidentale, come il cardinale Ratzinger (e poi anche da Papa) e molti altri fieri nemici del relativismo che sta distruggendo la società occidentale e che persegue fini mondialisti.Vedere commenti precedenti.

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Lun, 04/03/2013 - 14:54

Un grazie a Perna che accende una lampadina su questo nuovo personaggio salito alla ribalta. D'accordo che Grillo è impegnato con l'orto, Monti rattoppa il loden bucato, Bersani continua a pensare, ma questi italiani per quanto dovranno sopportare queste fanfaronate? Distinti saluti. Roby

ettorebonadio

Lun, 04/03/2013 - 15:27

In questi ultimi giorni sto visitando il sito di Beppe Grillo. Ho visto che vi è della pubblicità. Mi piacerebbe sapere se è gratis o a pagamento, e se si, si potrebbe sapere il tipo di contratto. Normalmente è in base agli accessi. Avete informazioni a riguardo? Ho mandato una mail a Beppe Grillo attraverso il sito. Ma non ho avuto per ora alcuna risposta.

grattino

Lun, 04/03/2013 - 16:04

@porthos L'Italia e' gia' in rovina e' non certo per colpa di Grillo e il m5s... ma forse vivi su un pianeta tutto tuo..

Ritratto di paolagenovese

paolagenovese

Lun, 04/03/2013 - 17:18

... ci mancava il Rasputin del terzo millennio: ma è un incubo e sto ancora dormendo, o viviamo davvero questa follia? Non posso crederci !

claudio faleri

Lun, 04/03/2013 - 17:36

casaleggio è il solito furbo partorico sempre dalla storia, predica in un modo e vive in un altro, certamente l sà lunga come inculatore non è meglio berzani totalmente incaoace di panzare un idiota che vorrebbe dirigere i paese, meglio metterci dei barboni, più divertenti----berzano e la bindi una accoppiata vincente per le corze dei cavalli zoppi

Mario-64

Lun, 04/03/2013 - 17:43

Dunque ,nel 2054 il regno della felicita' per tutti...e mi sa' che non ci arrivero'. Nel 2020 terza guerra mondiale? Se abbiamo qualche sogno nel cassetto sara' meglio sbrigarsi! Ma dove li trovano???

Ritratto di pinox

pinox

Lun, 04/03/2013 - 21:33

che cazzate, ben venga la loro opera di demolizione del sistema politico, ma poi speriamo che arrivi qualcuno col cervello quando ci sarà da ricostruire.

Marzia54

Mar, 05/03/2013 - 11:04

Letto il comento di Paul Vara e mi sembra incredibile che questa persona creda ciecamente in Grillo, colui che espulse Favia solo perchè lo aveva contraddetto. Egregio signor Vara apra gli occhi e non legga solo il programma pensiero Grillo perchè se vogliamo veramente cambiare dobbiamo far funzionare la nostra mente i nostri neuroni personali senza tanti condizionamenti esterni, per cambiare ci vuole senso dello stato e presa di coscienza delle proprie responsabilità. Grillo vuol fare un suo governo? Bene se fossi al posto del nostro Presidente glielo farei fare ed in meno di 6 mesi saremmo falliti, non si vive di utopia ma di realtà

precisino54

Mar, 05/03/2013 - 13:58

"...  orientando gli umori con interventi suoi o di propri adepti (i cosiddetti influencers) e stroncando con durezza chi usciva dal solco tracciato." Occorre dire altro per non gradire? Non sono proprio disposto ad avere chi pensa per me, ho ancora sufficiente cervello in grado di funzionare in autonomia, senza che nessuno mi indichi la via. La definizione di "strizzacervelli" mi suscita l'orticaria, uno terapeuta della psiche non deve coartare la volontà altrui ma fornire gli strumenti per far si che i suoi pazienti capiscano come risolvere il proprio problema. Niente di assoluto. Checché ne dicano gli illustri luminari che straparlano continuamente del video i comportamenti, i sentimenti non rispondono a regole precise ed assolute, vanno sempre interpretati criticamente non dando per scontato nulla, per esperienza personale so invece che il terapeuta si sostituisce influenzando totalmente il paziente. A parte rari casi di professionisti seri il resto, sono molto più interessati al riscontro economico che all'effettivo recupero del paziente, per cui il medesimo vive in una sorta di simbiosi passiva molto discutibile, quasi con un cordone ombelicale perverso. La definizione di "strizzacervelli non a caso sembra parlare di un lavaggio accurato della propria volontà coartandola, appunto strizzandola come in una centrifuga. Mi sembra proprio di rivedere il film arcinoto: "la pratica I.P.C.R.E.S.S." con M. Caine. Espressioni come "... un vero grillino neanche sa dove siano di casa... " è proprio la definizione esatta degli eletti, non hanno proprio idea di cosa sia uno stato e di come funzioni, sanno solo che esiste la rete e da essa prendono vita. I "vaticini" di questo esaltato non appaiono tanto dissimili da quelli delle varie sette sparse nel mondo, fatte di apocalittiche visioni e di verità apodittiche. Ecco spiegato il" millenium bug" che ha colpito la nostra società ed i nostri soggetti meno preparati e strutturati culturalmente. Credere nel "profeta" nel novello "messia" in maniera totale, annichilente, acriticamente! Fra le altre bufale di questo spiritato: la terza guerra mondiale della durata di venti anni, ma come la combatteremo a pugni? visto che le armi a disposizione sono di una potenza devastante solo a pensarle! L'articolo di Perna è come al solito esaustivo per dare il quadro del soggetto e capirne le sfumature. A questo punto la mia domanda è: le nuove generazioni, ma non solo, sono proprio incapaci di capire la pericolosità di simile modo di delegare la propria volontà, o sono proprio ignoranti e guardano al capo come alla luce che non va neanche lontanamente messa in discussione quasi come in una fideistica sudditanza dogmatica? Come dare ascolto a chi da direttive ma non risponde alle domande? In tutto questo forse il guaio più grosso è che chi ha votato M5S è convinto di averlo fatto per qualcosa dove la democrazia sia al massimo livello!

precisino54

Mar, 05/03/2013 - 14:03

Leggendo i commenti si apprezza la abissale differenza nei toni e nelle argomentazioni di quanti sono obnubilati dal novello "unto" da quelli seri e documentati di chi sottolinea le precipue caratteristiche di questo pericolosissimo personaggio. In effetti la fisiognomica ed una attenta valutazione dello sguardo di questi due novelli "gatto e volpe" non lasciano dubbi in merito ai contenuti. Ancora c'è chi pensa di avere risposte da questi vacui esaltati. Ma come pensate possano raffrontarsi? L'aura di diversità, di superiorità viene alimentata con questo mettersi al di fuori del confronto, chi mai pretende di porre domande al "soprannaturale", chi siamo noi umili nullità al cospetto di tanto illuminato capo? "Caro" Paul Vara cerca, anzi cercate di tornare al più presto con i piedi per terra, perché chi "cade" dall'alto rischia di farsi veramente male; fate atto di resipiscenza e fermatevi da soli, il tempo sarà giusto e giudicherà ma le stagioni saranno, quelle si, terribili. Illudere è molto pericoloso, chi si troverà con un pugno di mosche in mano non avrà nulla da perdere, ed allora saranno guai veramente e allora altro che "vaffa day", scorrerrà il sangue veramente. Ahimè anche nella cerchia dei miei parenti ho vari esempi di elettori grillini, e chissà perché nessuno e capace di fare discorsi logici del perché della scelta se non un banale: per mandare a casa questi che ci sono stati! Complimenti! ma come costruiremo il futuro?

precisino54

Mar, 05/03/2013 - 14:07

Gli appunti di tanti sono misurati e circostanziati, un po' di sana autocritica diamine! e qualche risposta seria e non preconfezionata, è chiedere troppo? Il commento di -Franck Dubosc- in questo senso racchiude tutto il problema, del perché è nato e delle conseguenze per il futuro. Commenti come quello di -The Blob.- e di -grattino- sono la chiara espressione del nulla che hanno dentro gli adepti. Se ho un ginocchio malandato, vado dall'ortopedico o dal fisioterapista, non mi amputo la gamba! Buttare l'acqua sporca col bimbo dentro è l'errore più grosso che si possa fare. In passato ho più volte detto "hic Rodus hic salta" come dire mettiamoli alla prova, ora ho quasi paura di quanto potranno fare, sembra proprio che tra le varie cose di cui sono carenti ci sia la misura ed il buon senso. unica cosa di cui non difettano la rabbia!

albertzanna

Mar, 05/03/2013 - 14:25

Egregui Paul Vara. Ci sono andato, sul sito di Grillo, dove ho anche scritto un mio commento, cancellato dall'amministratore nei 5 minuti successivi alla pubblicazione. Ho letto il programma del M5S, che ho rinominato, a piacere, Mussolini 5 Stelle o Mantecatti 5 Stelle. Il santone si dice appassionato di fantascienza, e non faccio fatica a capirlo, ma quella fantascienza che Isaac Asimov, o altri maestri del campo, definivano semplicemente spazzatura. Il Grillo ha contatti strettissimi con l'Iran degli Ayatollah, grazie a suocero, ora defunto, e moglie, e posso immaginare che programmi, per l'Italia, abbia discusso con loro. Che ci sia aria di cambiamenti è indubbio, ma saranno tragici per la nazione Italia, mentre saranno ricchissimi per Grilli e Grulli (appunto Grillo e Casaleggio)

sara santini

Mer, 06/03/2013 - 18:41

Sarà un guru del M5S ma ho tanto paura se possa essere anche in ciò conflitto di Interesse però adesso dobbiamo averlo

sara santini

Mer, 06/03/2013 - 18:53

Forse quello che probabile ho detto di conflitto di interesse non c'è anzi sembra abbia le tasche bucate verso il lavoro. Ormai dobbiamo averlo in carica spero che il buon senso ce l'abbia meglio. Spero che non faccia zittire nessuno

porthos

Ven, 08/03/2013 - 11:50

x grattino--- Vivrò forse su di un altro pianeta, ma per fortuna non è lo stesso che condividete tu, grillo e casaleggio, e tutti i poveri illusi che li seguono. Che l'Italia sia pressochè in totale rovina, non è un mistero per nessuno, ma che i tuoi grilleschi eroi non parlino, per l'805 di ciò che proclamano o propongono, che di utopistiche cazzate, è un dato incontrovertibile !