Cavalli, che passione: gli scatti più belli in mostra ad Arezzo per aiutare l'Enpa

Di sicuro i 400 cavalieri presenti all'Arezzo Equestrian Centre, una delle più prestigiose strutture agonistiche a livello europeo, non potranno tapparsi gli occhi. Anzi, li sgraneranno dinnanzi alle belle foto di cavalli scattate da Francesca De Fazio ed esposte oggi e domani alla mostra organizzata nei locali della splendida struttura toscana. E anche l'asta benefica conclusiva sarà presumibilmente un successone. Così, l'amazzone Nicole Berlusconi, figlia dell'editore del Giornale e presidente dell'associazione Progetto Islander che organizza l'evento, prosegue l'attività benefica a favore degli animali meno fortunati disseminati lungo lo stivale.
Questa volta, infatti, la serata benefica mira a raccogliere fondi da devolvere all'Enpa, Ente Nazionale Protezione Animali, che dio sa quanto ha bisogno di essere supportata per il capillare lavoro che le 160 sezioni svolgono nelle nostre regioni. «Abbiamo deciso di sostenere l'Enpa perché la nostra associazione non solo ama i cavalli ma anche tutti gli altri animali - spiega Nicole - E visto che si avvicina la bella stagione, vogliamo sensibilizzare l'opinione pubblica sulla piaga degli abbandoni, soprattutto dei cani, che peggiora soprattutto a ridosso delle vacanze». Infatti, nonostante le pene, sia pecuniarie che restrittive (fino a un anno d'arresto) per chi abbandona o maltratta un animale, ogni 3 minuti viene abbandonato un amico a quattro zampe, 20 ogni ora e 400 ogni giorno, cani, gatti, furetti, conigli. Una tendenza, secondo Nicole, da invertire a tutti i costi e con tutti i mezzi. Come le sue iniziative, che non passano inosservate. L'asta benefica svoltasi a Milano due mesi fa in favore di Italian Horse Protection (IHP), per esempio, ha avuto un enorme successo. La mostra fotografica sugli equini è stata apprezzata da moltissima gente e l'asta finale ha raccolto diversi migliaia di euro tutti dedicati alle cure dei cavalli «scartati» dagli umani. Ora si cerca di raccogliere fondi anche con questo evento toscano per sostenere il lavoro dell'Enpa. E ad Arezzo, cavalieri e pubblico saranno un bel trampolino di lancio per l'iniziativa che sarà associata a una cena di beneficenza. «Qui la gente vive in simbiosi con gli animali – spiega Riccardo Boricchi, presidente della struttura toscana – E attualmente per queste gare internazionali sono presenti 400 cavalieri e 1300 cavalli. È gente che proviene da tutto il mondo e condivide il nobile progetto di sostenere il mondo animale a cominciare dal cavallo che a volte viene considerato un oggetto da scartare quando diventa ingombrante. Solo che un cane abbandonato può sperare di essere accolto da un altro padrone, un cavallo è molto difficile e così viene abbandonato a se stesso e a volte muore di stenti e malnutrizione».

Commenti