Chiamparino insoddisfatto. Dei suoi

Non è la prima volta che Sergio Chiamparino si lagna di come vanno le cose nella sinistra, la sua parte politica. Il sempre nostalgico sindaco di Torino, soprannominato Sergio Endrigo per lo sguardo malinconico, però non ha tutti i torti quando si dice insoddisfatto del dibattito in corso nel Pd.
«Non sono soddisfatto - ha detto ieri dal Meeting di Cl a Rimini -, ma non solo io. Mi sembra che all’interno del Pd ci sia una discussione molto introversa, che parla solo a una parte del partito». In un’intervista al sito ilsussidiario.net inoltre il sindaco di Torino ha parlato, sempre in tono critico, di base elettorale: «Il problema di fondo del Pd - ha sottolineato - sta nel distacco crescente tra partito e società del Nord. Più in generale credo che il vero problema col quale dobbiamo misurarci è che siamo percepiti dalla gente, e in parte lo siamo davvero, un partito la cui base è confinata nell’ambito di forze sociali protette e garantite dalle incertezze e dai rischi della globalizzazione. Per tutte le forze che invece sono più esposte, imprenditori, operai e impiegati delle piccole imprese, non siamo un riferimento».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento