COMUNICATO DEL CDR


L'assemblea di redazione del Giornale, sentita la relazione del Cdr sulla vertenza in corso per la prospettata cessione della redazione di Genova come se si trattasse di un «ramo d'azienda» ha confermato la fiducia all'azione del Cdr stesso - in linea con la Federazione nazionale della Stampa e le Associazioni regionali di Lombardia, Liguria e Lazio - considerando «irricevibile» il suddetto progetto di cessione secondo i termini finora esposti. Dopo una lunga discussione in cui si è giunti a minacciare uno sciopero immediato, l'assemblea ha condiviso la scelta del Cdr di proseguire nel tavolo negoziale condotto con l'appoggio della Fnsi con il duplice obiettivo di ottenere una diversa formulazione del progetto ed estese garanzie per i giornalisti coinvolti.
L'assemblea conferma comunque lo stato di agitazione dei giornalisti del Giornale, con il relativo blocco degli straordinari secondo l'orario previsto dall'articolo 7 del Contratto, e il pacchetto di tre giorni di sciopero affidato al Cdr.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento