Epifani: "Dal Pdl colpo alla schiena del Paese"

Discorso alla direzione del Pd: "Quelli del Pdl stanno scherzando col fuoco perché la situazione può sfuggire di mano". Approvate le regole sul congresso

Epifani: "Dal Pdl colpo alla schiena del Paese"

Berlusconi e il Pdl "stanno scherzando con il fuoco". Epifani apre con questa frase a effetto i lavori della direzione Pd. Poi lancia un siluto al partito del Cavaliere: "Una crisi ora è da irresponsabili. Siamo alla fine della caduta e il Pdl, giocando con il fuoco, sta rischiando di far precipitare di nuovo la situazione economica". E insiste: le mosse del Pdl sono un "colpo alla schiena dell’Italia che lavora, che cerca di uscire dalla crisi". Quanto al futuro del governo, Epifani non ha dubbi: "Non si può uscire da questa situazione con un ennesimo giro di valzer. Serve un chiarimento che sia risolutivo e chiaro sul rispetto delle istituzioni e sulle scelte di politica economica, noi siamo con Letta e con le cose da lui dette in questi giorni". E invita il presidente del Consiglio ad "aprire un chiarimento risolutivo in Parlamento". Due i punti messi in evidenza dal segretario: "Condivisione scelte economiche e rispetto istituzionale. Noi sosteniamo Letta e sosterremo queste scelte".

In merito ad una eventuale crisi di governo e quindi ai possibili sviluppi successivi, Epifani mette le mani avanti: "Non faccio scenari per il dopo. Vediamo". E avverte i compagni di partito: "Consideriamo la nostra direzione convocata in maniera permanente in modo da seguire gli eventi. Abbiamo bisogno di parlare con i nostri elettori che sono disorientati. Siamo uniti in questo momento difficile".

"Per noi è fondamentale avere una nuova legge elettorale", ha detto Epifani, sottolineato che dal Pdl è stato possibile avere "l’atteggiamento da caserma di questi giorni" proprio grazie all’attuale legge elettorale. E sull'atteggiamento del Pdl il segretario del Pd non ha alcun dubbio: "Capisco perché molti di noi siano tentati di parlare di bluff o dare valutazioni scherzose, ma quanto avvenuto (l'annuncio delle dimissioni di massa, ndr) va preso sul serio perché riguarda le istituzioni. Non possiamo considerarlo un bluff, siamo di fronte a un salto di qualità".

Approvate le regole sul congresso

La direzione del Pd si è conclusa subito dopo il voto sulle regole congressuali. Dopo la sua relazione il segretario Epifani ha dato la parola a Stefano Bonaccini per illustrare l’accordo sulle regole. Subito dopo il voto e la fine della direzione, che però Epifani ha annunciato essere convocata ad oltranza vista la difficile situazione politica.

Commenti

Grazie per il tuo commento