Imu, Grilli scongiura il rinvio: restano le scadenze attuali

Il ministro dell'Economia risponde all'allarme lanciato dai Caf: "Non è possibile spostare la scadenza, altrimenti si mettono a rischio gli obiettivi di deficit"

Terrore Imu. L'incombenza dell'ultima rata dell'imposta sulla casa preoccupa seriamente gli italiani che temono bweffe dell'ultimo momento. "Le scadenze sono quelle previste e restano quelle", ha fatto sapere il ministro dell’Economia Vittorio Grilli, a margine dell’inaugurazione dell’ufficio dell’Agenzia delle Entrate dell’Aquila, rispondendo a chi chiede se è possibile una posticipazione della scadenza dell’Imu, fissata ora al 17 dicembre, dopo l’allarme lanciato dai Caf.

Dopo il caos legato al pagamento dell’Imu, il presidente nazionale di Confedercontribuenti Carmelo Finocchiaro torna a chiedere al governo di "spostare i pagamenti al 15 gennaio", affinché "le persone in crisi economica possano pagare le somme dovute in rate di almeno sei mesi", e di "sospendere i pagamenti per chi non ha redditi o ha perso il lavoro". Non sono gli unici a lanciare all'esecutivo guidato dal premier Mario Monti l'ipotesi di un rinvio. I primi a farlo sono stati i centri di assistenza fiscale (Caf), per una ragione tecnica: non ci sarebbe il tempo materiale per calcolare gli importi entro la data del 17 dicembre. La Consulta dei Caf parla di "criticità evidenti per la proroga concessa ai Comuni per fissare le aliquote definitive. Per questo chiedono di spostare la scadenza al 31 dicembre. Un'ipotesi che, però, il governo si affretta a scongiurare quanto prima. "Spero che i ministri che non hanno deliberato lo facciano presto ma non è possibile spostare la scadenza, altrimenti si mettono a rischio gli obiettivi di deficit", ha commentato Grilli.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di federaldo18

federaldo18

Lun, 29/10/2012 - 11:44

Caro Dr. Grilli, se VV.SS. potete variare l'ammontare a saldo dell'IMU sino al 10 dicembre incluso ai Comuni, non Le pare assurdo che, entro sette giorni, il contribuente deve attivarsi freneticamente per fare in tempo ? Dichiari, invece, che tassativamente entro il 30 novembre (anziché il 10 dicembre) il Governo fisserà il saldo finale dell'IMU ai Comuni. Sarebbe molto serio da parte Vostra !

Silvano Tognacci

Lun, 29/10/2012 - 11:54

c'è una "n" di troppo nelle "scandenze"

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Lun, 29/10/2012 - 12:01

b ene , bravo grilli , si vede che sei un genio . si rischia il deficit se si sposta al 31 dicembre il pagamento dell'imu ? scusi grilli , quanti soldi avete in bilancio per la scadenza del 17 dicembre ? prendeteli dai nulla facenti dalla bindi , da bersani , da monti , e da napolitano vedrà che le bastano . italiani non pagate

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 29/10/2012 - 12:47

"… altrimenti si mettono a rischio gli obiettivi di deficit", ha commentato Grilli - - - E bravi i nostri Grilli & Co, hanno tutta la mia comprensione. Cominciassero quindi, e questa volta sì con effetto molto-molto retroattivo, a tagliare almeno il 75% degli sconci salari, benefici accessori e costi osceni, diretti e indiretti, di troppi manager/super-manager (Costing & Spending & Spanding parlando) nella P.A., a cominciare (l'esempio vien dall'alto) dal colle quirinalizio. Subito a ruota, potrebbero occuparsi del povero (pio eufemismo) direttore dell'INPS, tale Mastropasqua che, stando a certi articoli, sembra introiti ben oltre 1.000.000 €/anno ("only", come direbbe un buon anglofono, meglio se Monti-Like-Minded) ricoprendo una ventina di cariche (Miiiiiii…iiia quanto deve lavorare). Anche tagliandogli il 90% non morirebbe di fame. Comunque e per quanto mi concerne, auguro di cuore a tutta questa banda di super-arci-stra--pagati tutto il peggio possibile.

Giorgio Rubiu

Lun, 29/10/2012 - 12:47

#Silvano Tognacci - Fosse solo quello il problema legato all'IMU sarei lieto di accettare anche un paio di "N" di troppo. Una volta si chiamava "errore di stampa" e lo si addebitava al tipografo o al "proto". Quando usavano le macchine da scrivere era un "errore dattilografico". Le tastiere dei computer d'oggidì non sono diverse da quelle delle macchine da scrivere. Un refuso è sempre possibile (siamo umani, diamine!)e, anche se non dovrebbe esserci, è accettabile più di quanto non siano le notizie inesatte, specialmente se volute. Nel suo caso la pignoleria, fine a se stessa, ha avuto il sopravvento. Bel colpo!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 29/10/2012 - 13:05

E magari si ruba, ehm... racimola, qualche euro a causa di multe e "ravvedimenti operosi" necessari per rimediare ai pateraachi comunali. Dei conti dei cittadini, al ministro (in minuscolo voluta) poco gliene cale...

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Lun, 29/10/2012 - 13:19

Se avesse provveduto a "sculacciare" per benino i nullafacenti della pubblica amministrazione, certamente ora potrebbe esigere una non procrastinazione della scadenza... Ma, assommando la constatata inefficienza della compagine governativa con quella dei "sottoposto" fino all'ultimo scalzacani del più piccolo Comune, NON PUO' far altro se non procedere all'emanazione d'un decreto che preceda lo slittamento della scadenza... A meno che, con gli altri parassiti, non attenda altro se non l'occasione "serale" di "aprire il cassetto come i bottegai", in uno stato normale lo slittamento di 15 giorni non dovrebbe essere visto come una catastrofe... A meno che, in questa repubblica delle banane, l'idrovora statale sia così ingorda e sprovvedutamente spendacciona da bruciare gli introiti ancor prima che riescano a giungere nella mangiatoia, tali che - come asseriva uno spot televisivo - non ci sia sufficiente tempo per "incartarli", visto che vengono immediatamente divorati dall'elefantiaca idrovora-greppia statale.

m.m.f

Lun, 29/10/2012 - 13:47

.............più che il rinvio sarebbe tutti assieme da non pagare punto e chiuso! ci mettono se ci riescono 10 anni a prendere i soldi nel fratempo di cose cambiamenti sanatorie ne avremo finchè voremo. anzi vedere anche se in qualche modo gli si può fare causa chiedere i danni e portarli alla corte di strasburgo

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 29/10/2012 - 14:01

A proposito, chi è il titolista della notizia? "Scongiura"??? Come vocabolo mi pare per nulla indicato...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 29/10/2012 - 14:17

Dicesi Camorra l'associazione per delinquere finalizzata alla magistratura dello Stato italiano.

tresi rosi

Lun, 29/10/2012 - 15:34

quando devono discutere di tagliare i soldi alla casta invece rimandano sempre,vorrei vedere se non pagasse nessuno.

gentlemen

Lun, 29/10/2012 - 15:55

Tra un Grilli che ci mette una tassa assurda con grandi possibilità di errore di calcolo e conseguenti sanzioni e un Grillo che dice che l'imu non deve esistere,in buona compagnia di Berlusconi, cosa credete che succederà alle prossime elezioni dopo che avremo pagato la tassa che ha affossato il mercato immobiliare italiano?

Homer Wells

Lun, 29/10/2012 - 16:30

Prima ci massacrano di tasse, poi ci fanno prendere un colpo per pagarle.