Un'avaria ai motori forse accompagnata dall'errore umano

Pochi giorni per svolgere gli accertamenti sui motori della Jolly Nero. È l'obiettivo della Procura, che spera di dissequestrare quanto prima il cargo che ha causato la tragedia di Genova. L'ipotesi dell'avaria resta una delle più probabili. Ma è palese che non può essere l'unica ad avere determinato la strage. Un motore fuori uso è un imprevisto che può accadere e non può essere sufficiente a giustificare l'accaduto. In questo senso resta in primo piano anche la concomitanza di un errore umano, che potrebbe essere confermato dalle rotte seguite sia dal cargo sia dai rimorchiatori: la manovra di evoluzione sarebbe infatti iniziata molto in ritardo, ormai a ridosso della torre piloti. E a sua volta la stessa struttura che era diventata il simbolo del porto moderno di Genova potrà essere oggetto di inchiesta. Il modo in cui si è lentamente abbattuta senza spezzarsi dimostrerebbe un cedimento strutturale delle fondamenta, eventualmente dovuto a un possibile errore di progettazione o di costruzione. Di certo, i danni «lievi» sulla poppa della nave non sembrano mostrare un urto devastante.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento