Kyenge, Ue: "Attacchi offensivi". Salvini: "La paghino gli immigrati"

Il Commissario per gli Affari interni Ue critica le parole rivolte al ministro dai leghisti. Critiche dal vice-segretario del Carroccio

Kyenge, Ue: "Attacchi offensivi". Salvini: "La paghino gli immigrati"

Gli attacchi contro il ministro per l'Integrazione Cecile Kyenge hanno sollevato un vespaio sufficiente a far fuoriuscire la questione dai confini nazionali. Tanto che i commenti leghisti, definiti "razzisti" e "incredibilmente offensivi e ingiustificabili", sono stati criticati oggi anche da Commissario Ue agli Affari interni, Cecilia Malmstrom.

Intervistata dall'Ansa la Malmstrom, "rattristata" dalla vicenda, ha espresso apprezzamento per il ministro italiano, "per il modo in cui affronta tali attacchi". Il Commissario ha sottolineato di sostenere "il suo lavoro ed il suo impegno per i diritti dei migranti" ed espresso la speranza che "la sua nomina possa essere un passo avanti per l’Italia".

"Incoraggio - ha poi detto la Malmstrom - dibattiti aperti basati su dati di fatto e conoscenza, e condotti in uno spirito di rispetto reciproco. E come lo stesso ministro Kyenge ha detto, spero che possiamo vedere un dibattito rispettoso su questi argomenti in Italia".

Il vice-segretario della Lega, Matteo Salvini, ha risposto su facebook al Commissario Malmstrom. "Dice - ha scritto - che sostiene il lavoro e l’impegno per i diritti dei migranti fatto dal ministro italiano Kyenge. Non sarebbe il caso che lo stipendio delle due Cecilie, visto il loro impegno, fosse pagato dai migranti?".

Commenti