A Padova il leghista Bitonci manda a casa i democratici

La vittoria nella città veneta è la dimostrazione che quando il centrodestra si presenta unito vince

A Padova il leghista Bitonci manda a casa i democratici

"Questa è una grande vittoria, qualche settimana fa non ci davano neanche al ballottaggio. La gente ha capito e ci ha dato fiducia". Il neosindaco di Padova, Massimo Bitonci, esponente della Lega Nord, commenta così la sua vittoria. Padova va dunque al centrodestra. Con il 53,5% dei voti, Bitonci, diventa primocittadino. Nella città veneta al primo turno aveva avuto la meglio il democratico Ivo Rossi, sostenuto anche da Sel. Bitonci stava dietro con il 31,4%. Il test del ballottaggio era molto importante e carico di valore politico perché Bitonci era appoggiato da una larga coalizione formata da Forza Italia, Lega nord, Nuovo centrodestra e Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale. Nonostante il calo dell'affluenza (dal 74,9% del primo turno al 43% del ballottaggio), Bitonci è riuscito a ribaltare la situazione e a conquistare Padova. Segno che quando il centrodestra si presenta unito, ha maggiori probabilità di vittoria.

Commenti