Il Papa: "I matrimoni tra gay? Una ferita a giustizia e pace"

Nella Giornata mondiale per la pace, Benedetto XVI si scaglia contro matrimoni omossessuali: "Danneggiano e destabilizzano le unioni naturali tra uomo e donna"

Il Papa: "I matrimoni tra gay? Una ferita a giustizia e pace"

Nella Giornata mondiale per la pace, Benedetto XVI ha messo in guardia dai matrimoni omossessuali che potrebbero minacciare l'equilibrio raggiunro: "La struttura naturale del matrimonio va riconosciuta e promossa, quale unione fra un uomo e una donna, rispetto ai tentativi di renderla giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione che, in realtà, la danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale", afferma il Pontefice,

Non si tratta di una "verità di fede" o solo di una "derivazione del diritto alla libertà religiosa", ma di principi "inscritti nella natura umana stessa, riconoscibili con la ragione, e quindi sono comuni a tutta l’umanità". Per questo, il via libera a matrimoni omosessuali "costituisce un’offesa controla verità della persona umana, una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace".

E il Papa si scaglia anche contro eutanasia e aborto: "Operatori di pace sono coloro che amano, difendono e promuovono la vita nella sua integralità", scrive, "Via di realizzazione del bene comune e della pace è anzitutto il rispetto per la vita umana, considerata nella molteplicità dei suoi aspetti, a cominciare dal suo concepimento, nel suo svilupparsi, e sino alla sua fine naturale. La vita in pienezza è il vertice della pace. Chi vuole la pace non può tollerare attentati e delitti contro la vita".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti