Quel guinzaglio a 5 stelle

Le squadracce grilline colpiscono con la tastiera dei loro computer. La vittima è Pierluigi Battista, editorialista del Corriere della Sera

Le squadracce grilline colpiscono con la tastiera dei loro computer. La vittima è Pierluigi Battista, editorialista del Corriere della Sera, attaccato per aver osato criticare i parlamentari del 5 Stelle. Sul blog di Grillo, Battista è stato oggetto della ormai nota violenza verbale del popolo del comico. Gli hanno scritto «venduto», «maggiordomo», «servo». Lavorando al Giornale sappiamo che cosa vuol dire. Sappiamo che cosa significa l'insulto perenne, l'impossibilità di avere un'opinione senza che qualcuno te la rinfacci come se fosse eterodiretta. Battista ha la nostra solidarietà totale. Di più: ha il nostro sostegno.

I grillini se ne facciano una ragione: quelli col padrone (e con il guinzaglio) sono loro. I maggiordomi sono loro. I fascisti sono loro. La loro caccia al giornalista è patetica. Se rispondessero alle domande dovrebbero dirci come si immaginano loro i cronisti e gli opinionisti. La storia di Battista è il sintomo dell'intolleranza che i Cinque Stelle estremizzano più di ogni altro. E però quell'intolleranza verso le opinioni altrui, diverse da quelle della massa o di una massa, c'è dappertutto. Pure al Corriere. Ecco il paradosso: nel giorno del caso Battista, sul quotidiano di via Solferino si legge che l'ex direttore Piero Ostellino è stato censurato. Aveva un'idea diversa. Non è stata pubblicata. Perché anche i giornali «liberi e indipendenti» hanno le loro squadracce.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Franco Ruggieri

Dom, 26/05/2013 - 09:09

Il nazismo nacque così, non ce lo dimentichiamo. E non dimentichiamo che i periodi di crisi acuta hanno dato sempre origine a sommosse e rivolte, dal 1100 / 1200 in Belgio fino alla rivoluzione francese. Se non si riesce a far capire a quei montiani europei (al 99% dei quali chiedo scusa per l'epiteto) che è stato dimostrato che la formula su cui hanno basato la propria idea di austerità era sbagliata, finiremo con Grillo al posto di Cola di Rienzo.

guidode.zolt

Dom, 26/05/2013 - 09:52

e, per fortuna, le tastiere del computer non sono di ghisa...

viento2

Dom, 26/05/2013 - 09:55

Franco Ruggeri-tutto vero quelo he scrive mà non paragoni IL buffone a Cola di Rienzo si è visto di che pasta fatto quando voleva scendere a Roma x fare la rivoluzione contro la nomina di Napolitano si fermò ad Orte il cacasotto

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 26/05/2013 - 09:57

ecco come agiscono: criticano gli altri, ma non accettano le altrui critiche. esattamente come sono i comunisti. presto saranno ridotti a un moncherino insignificante :-)

angelomaria

Dom, 26/05/2013 - 10:17

quado spariranno non dara'mai troppo tardi

Tony_a

Dom, 26/05/2013 - 10:48

I seguaci di Grillo non conoscono le basi della democrazia. Il M5S, dopo la deludente performance dei suoi parlamentari,si è capito che sono privi di proposte veramente utili al paese e l'unica cosa che sanno fare è bla bla bla... ma niente di concreto. Comunque gli italiani hanno capito che il M5S è una SCATOLA VUOTA!

scipione

Dom, 26/05/2013 - 11:38

Onore al merito della liberta' e della democrazia al giornalista Pigi Battista.Sono certo che non si lascera' intimidire da quattro fascisti che comunque bisogna combattere per difendere la democrazia in Italia.

fisis

Dom, 26/05/2013 - 14:11

Attenzione a questi fanatici e intolleranti grillini. In una democrazia c'è posto per tutti, anche per quelli che esprimono le opinioni più estremiste, purchè non sfocino nella violenza fisica. La loro violenza verbale dobbiamo sopportarla come si sopportano gli insetti molesti, entro certi limiti che la magistratura dovrebbe vigilare. In Italia però, indubbbiamente, le cose sono complicate dal fatto che ci ritroviamo con una magistratura ostaggio di una fazione rossa e giacobina. Perciò, bisogna stare molto attenti che costoro, come i comunisti, non vadano al potere. Altrimenti, addio libertà.

Ritratto di Farusman

Farusman

Dom, 26/05/2013 - 15:48

Ha anche la mia di solidarietà. Ma non mi risulta che in precedenza il Battista avesse mostrato solidarietà nei confronti dei colleghi oggetto della stessa aggressione verbale (e non) da parte dei grillini. I quali, detto fra noi, vanno manifestando ogni giorno di più la loro vera natura fascistoide.

uggla2011

Dom, 26/05/2013 - 16:02

I grullini non devono spaventare perché sono dei fessi.Danno del servo agli altri....E loro non sono forse servi? Di un comico per giunta...Roba da far ridere,o magari piangere.Vadano a nascondersi e spariscano prima che volino i cachi e magari qualche cosa d'altro...Comunque non bisogna preoccuparsi,siamo italiani:oggi tanti grullini,domani nessuno o pochi grullini, magari anti-grullini.