Quel regalino alla Puppato: buonuscita da 26mila euro

Due assegni di fine mandato ad altrettanti consiglieri regionali approdati, dalle ultime elezioni Politiche, ai banchi del Parlamento nazionale

Quel regalino alla Puppato: buonuscita da 26mila euro

Due assegni di fine mandato ad altrettanti consiglieri regionali approdati, dalle ultime elezioni Politiche, ai banchi del Parlamento nazionale. Si tratta di Andrea Causin, ex consigliere regionale di Verso Nord ed ora deputato di Scelta Civica, e di Laura Puppato (nella foto), ex capogruppo in Consiglio regionale del Pd ed ora senatrice Pd. A Causin verranno liquidati poco più di 70mila euro lordi per otto anni di Consiglio regionale, a Puppato circa 26mila euro. Causin è stato consigliere regionale tra il 15 aprile 2005 e il 25 marzo 2013 e percepirà 70.444 euro, Puppato 26.078 euro. Si tratta di cifre lorde. Naturali le polemiche e l'indignazione suscitate dalla «buonuscita» dei due consiglieri regionali diventati parlamentari. Causin ha replicato: «Sono le regole che ho trovato e che, nel corso del tempo, abbiamo modificato riducendo i parametri di calcolo. Ricordo che nel 2005 il mio cedolino da neo consigliere regionale era di 11.700 euro, nel 2013 quando ho lasciato Palazzo Ferro Fini era di 7.600». Alla faccia dei tagli.