Renzi fa fuori Mineo Sale la tensione nel Pd

Fuori l'ex giornalista, ostile alle riforme di Renzi, dalla commissione Affari Costituzionali del Senato. Fassina: "Un errore, segno di debolezza"

C'è già chi parla di epurazione e il livello dello scontro, all'interno del Partito Democratico, sale. Corradino Mineo, ex giornalista e deputato molro critico nei confronti del porgetto di riforme costituzionali del premier, non è più tra i membri Pd della commissione Affari costituzionali del Senato. La decisione è stata presa dall'ufficio di presidenza di Largo del Nazareno che, al posto dell'ex direttore di RaiNews, ha messo il capogruppo Luigi Zanda. Una scelta che, dalla "vecchia guardia" del Pd, viene vista come un atto autoritario e censorio nei confronti della minoranza "dissidente" dei democratici, quella che fa capo a Pippo Civati. La decisione arriva a poche ore dalla débâcle del governo, andato sotto alla Camera nel voto di un emendamento sulla responsabilità civile delle toghe.

A stretto giro di posta arrivano i primi commenti dei Democratici più critici nei confronti della segreteria Renzi. Per Stefano Fassina la rimozione di Mineo è un errore politoco e "una ferita all’autonomia del singolo parlamentare e al pluralismo interno del Pd. Un segno di debolezza per chi intende evitare di fare le riforme a colpi di maggioranza". Mineo, che al momento non ha avuto alcuna comunicazone ufficiale, va all'attacco: "È un errore: non è utile né a Renzi né al governo né al partito cercare di far passare in commissione le riforme con un muro contro muro. È un autogol per il governo e per il partito".

Commenti

Duka

Gio, 12/06/2014 - 07:24

Perfetto avanti così e non ti fermare, di farlocchi da "far fuori" ne hai un esercito.

linoalo1

Gio, 12/06/2014 - 08:04

Come volevasi dimostrare il PD è uguale al M5S!Guai a contraddire il Capo!Classico esempio di Democrazia Dittatoriale!Lino.

Accademico

Gio, 12/06/2014 - 08:06

Ohibò!

Accademico

Gio, 12/06/2014 - 08:08

Fassina drammatizza. In fin dei conto, Corradino un posto da tenore in qualche corale... lo trova sicuramente.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 12/06/2014 - 08:39

Caro Fassina questo non è un segno di debolezza ma un segno della grande stupidità di Mineo. Un piccolo esaltato con la testa completamente sbagliata. D'altra parte fa parte del vecchio sistema di ragionare della sinistra. Sistema che ha portato il paese al fallimento. Complimenti

eureka

Gio, 12/06/2014 - 08:45

Nel Pd vale ancora la legge dei vecchi tempi: chi non la pensa come me viene eliminato. Almeno al giorno d'oggi non si usano più le armi ma l'individuo viene in ogni caso fatto fuori. Cambia il nome ma le abitudini restano