Alla sbarra il potere Coop per i veti contro Esselunga

Il Comune di Genova bloccò il supermercato del gruppo lombardo, poi però diede via libera alla concorrenza. In arrivo il verdetto del Tar

Roma - Per aprire un supermercato a La Spezia ha combattuto vent'anni, tra ricorsi e controricorsi, ma alla fine ce l'ha fatta, unico negozio Esselunga in tutta la Liguria dove la grande distribuzione - e non solo - è dominata dal potere Coop. Su Genova la lotta è altrettanto dura, ma Bernardo Caprotti, mitico fondatore della catena di supermarket milanesi e accusatore del sistema Falce e carrello (titolo di un suo libro), è un osso duro, durissimo: «A Genova non siamo mai sbarcati perché ce l'ha sempre impedito Coop Liguria. L'accesso in Liguria è difficilissimo perché la Regione è dominata dalle forze progressiste. Ma io non mollo, voglio sbarcare in via Piave e nell'ex area Cognitex», zona porto di Genova. Ecco, su quest'ultimo progetto Caprotti è in attesa della sentenza del Tar ligure, prevista entro un mese, dopo uno scherzetto a cui il gruppo milanese ha fatto il callo. Siccome per aprire un supermercato chi ha l'ultima parola è il Comune, cioè la politica, succede che nelle amministrazioni Pd (o ex Ds) le Coop (i cui vertici hanno spesso le porte girevoli col partito) abbiano una corsia preferenziale, mentre il patron di Esselunga debba fare lo slalom tra sgambetti e cavilli.
La domanda per aprire a Genova risale a 3 anni fa, e mentre in via Piave Esselunga paga già gli affitti degli spazi mentre è ancora in attesa dei via libera urbanistici dal Comune, per l'altro progetto, quello in zona porto, la beffa è ancora peggio. Nel 2010 il Comune di Genova, allora guidato dal sindaco Pd Marta Vincenzi, respinge la sua domanda perché l'intervento previsto - un supermercato di 2.900 mq - viene giudicato troppo invasivo. Peccato che subito dopo l'amministrazione piddina approva un secondo progetto altrettanto faraonico, a poche centinaia di metri di distanza, con due strutture di vendita da 2.500 mq. Ma presentato da chi? Da Talea Spa, braccio immobiliare di Coop Liguria, dominus della grande distribuzione da Levante a Ponente, in un intreccio inestricabile di affari, partito e amministrazione pubblica.
E anche banche, che finanziano poi le opere autorizzate dalle giunte monocolore. Il grande nemico di Caprotti in Liguria è stato Bruno Cordazzo, storico presidente di Coop Liguria e anche consigliere di Banca Carige, la prima banca ligure. E chi siede a tutt'oggi nel Cda di Carige? Il rag. Remo Checconi, che altri non è che il presidente onorario e consigliere di Coop Liguria. Dura scontrarsi con questi poteri, che però ribattono a Caprotti di «condurre una rozza politica commerciale volta a colpire la nostra reputazione, a farci perdere visibilità» (dice il presidente delle Coop liguri, Francesco Berardini). Il monopolio delle coop, peraltro, non ha effetti benefici sui prezzi, che calano quando c'è concorrenza tra più offerte. E infatti, ha segnalato l'Adiconsum e Altroconsumo, nell'area di La Spezia, dov'è aperto l'unico Esselunga rivale, i prezzi si sono abbassati del 17% rispetto alla media ligure.
In Liguria il sistema è collaudato, non solo nella grande distribuzione. I grandi appalti per la riqualificazione urbanistica sono andati a Coop Liguria, ma anche a Coopsette (colosso reggiano) e Abitcoop per le costruzioni. «L'asse con il Pd e il rapporto consolidato con il governatore Burlando - scrive il Sole24Ore - hanno spianato la strada alle coop, che godono di corsie preferenziali negli iter autorizzativi e acquistano aree industriali dismesse che riconvertono in città mercato con alberghi, grattacieli, sale cinematografiche». Business monumentali come il Bentley, hotel a cinque stelle di Genova costruito dalla Coopsette, ricavato nell'edificio che ospitava la sede dell'Ilva. Le battaglie legali sono lunghe, estenuanti, ma possono avere esiti sorprendenti. In Emilia Romagna, altro feudo delle coop, Caprotti ha osato sfidare il sistema e ha rischiato di rimetterci 24 miliari di lire, per un terreno comprato e poi reso inutilizzabile da una triangolazione tra Comune di Modena (targato Pd) e Coop estense, interessata a farci un supermercato, ma ancor più a non far arrivare Esselunga. Ebbene, dopo un ricorso di Caprotti l'Antitrust ha condannato Coop estense a una multa di 4,6 milioni di euro. Una vittoria, anche se la battaglia legale non è finita, perché il Tar del Lazio ha accolto il controricorso della Coop e ha sospeso - per ora - il risarcimento. E a Genova? Comune e Regione sono Pd, di un assessore influente di cui si ricorda il passato nelle coop, dunque la guerra di Caprotti all'asse «falce e martello» continua. Finché, forse, non si avvererà questo sogno: «Una sinistra che pensi di più a bambini e giardini, e un po' meno alle coop di costruttori». Chi l'ha detto? Matteo Renzi, quando ha fatto tappa a Genova col suo camper.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

egi

Ven, 17/05/2013 - 08:33

La disonestà e il killeraggio delle persone che non la pensano come loro è lampante, sono sgradevolmente schifosi e purtroppo impuniti.

filo65

Ven, 17/05/2013 - 08:55

Egregio Sig. Caprotti, a parte la piú viva ammirazione per la sua tenacia nel combattere per ció in cui Lei crede (e nonin quello che credono gli altri) e nel non desitere di fronte agli ostruzionismi piú biechi e pelosi, posso solo augurarLe... "di trovare un giudice a Berlino"? Avevo avuto occasione di leggere il suo libro in cui argomentando con fatti concreti denunciava i comportamenti a dir poco "comprensibili" dei compagni che sbagliano. In un Paese normale... In un Paese normale... Non gliela dia vinta! Tanti in bocca al lupo caro Sig. Caprotti. Con rinnovata stima.

angelomaria

Ven, 17/05/2013 - 09:04

e sappiamo tutti cosa sia la coop italicaaltramacchinadi soldi della sinistra ovverosia ladroni

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 17/05/2013 - 09:10

"Alla sbarra il potere Coop per i veti contro Esselunga"??? Ma quale sbarra? Ma davvero credete che in Italia ci sia un Giudice disposto a condannare la Mafia Rossa rappresentata dalle Coop? Ammesso, poi, che si riesca a trovarlo e a vincere, alla fine si è sempre perso. Tempo e denaro. Soltanto un osso duro come Bernardo Caprotti si è potuto permettere di iniziare questa battaglia ed essere riuscito a vincerla, ma solo moralmente perchè, se andiamo a fare i conti, dal punto di vista economico l'ha abbondantemente persa.

ghibli10

Ven, 17/05/2013 - 09:13

è inutile quellidi sinistra sono più bravi si fanno le norme ad personam, anzi ad coop, in maniera che è tutto regolare e i processi alla fine gli danno ragione

Ritratto di marione1944

marione1944

Ven, 17/05/2013 - 09:14

Domandina: la coop sei tu, chi può darti di più? rispostina: tutti gli altri!

m.m.f

Ven, 17/05/2013 - 09:18

............è uno schifo questa situazione! Uno schifo! Non molli vada fino a Strasburgo ! Lei crea posti di lavoro! I suoi prodotti sono i migliori! Questo paese è stato distrutto dalle sinistre comuniste e conservatrici le prime a creare danni e a togliere risorse e posti di lavoro in questo paese ovunque siano! Devono essere distrutte!

schiacciarayban

Ven, 17/05/2013 - 09:19

Evviva Caprotti, un esempio per tutti i veri imprenditori Italiani. Un esempio di come si combatte la casta per davvero, non a parole come Grillo e compagnia. Evviva Bernardino Caprotti, non mollare, io alla Coop non entro neppure se mi regalano i prodotti, mi da fastidio soltanto il nome!

Ritratto di TizianoDaMilano

TizianoDaMilano

Ven, 17/05/2013 - 09:19

Non trovano i soldi per togliere l'IMU? Facciano pagare le tasse anche alle COOP come a tutti gli altri.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 17/05/2013 - 09:23

«Una sinistra che pensi di più a bambini e giardini, e un po' meno alle coop di costruttori». Chi l'ha detto? Matteo Renzi, quando ha fatto tappa a Genova col suo camper". In campagna elettorale se ne dicono tante, sicuramente ha già cambiato idea! gradirei comunque che qualche trinariciuto sapiente mi spiegasse quel giustificazione hanno oggi i privilegi e parlo solo di quelli fiscali consentiti alle coop. All'origine esisteva sicuramente una giustificazione etico-sociale ma oggi??? Per sono solo "evasori fiscali a denominazione d'origine controllata", si dal PCI e nipotini!

enzo1944

Ven, 17/05/2013 - 09:32

Ho girato in Milano più volte,ma i prezzi delle Coop-rosse sono i più alti in Milano e Lombardia!..............sinistri,siete proprio ladroni per voi e le vostre oligarchie rosse!.............del bene della gente non vi importa nulla!......siete solo interessati ai soldi,soldi,soldi e sempre soldi!........oramai siete diventati industriali e banchieri,peggio della vecchia DC,........ solo massoni rossi!!

petrustorino

Ven, 17/05/2013 - 09:42

Egr Signor Caprotti, mi raccomando non salga o non scenda in politica altrimenti farà la fine del Berlusca......

swiller

Ven, 17/05/2013 - 09:46

Passerà anche questa sotto silenzio come tutte le malefatte della sinistra.

Ritratto di ventavog

ventavog

Ven, 17/05/2013 - 09:49

a Livorno, dove e' già presente un ipermercato Coop, venne messo in vendita un terreno per l'apertura di un secondo ipermercato. Il proprietario, imprenditore livornese, ricevette due offerte: una di trenta milioni dalla Coop, e una di quaranta da Caprotti. Il terreno venne venduto alla Coop. Traete le vostre conclusioni

guidode.zolt

Ven, 17/05/2013 - 09:57

Il Sig. Caprotti ha tutto il mio sostegno morale e...di spesa; alla Esselunga trovo prodotti economici e non, che mi permettono di scegliere ciò che più mi aggrada in quel momento ed evito, come la peste, qualsiasi Coop perchè ho solo due narici...

Libertà75

Ven, 17/05/2013 - 10:16

Capisco perché i comunisti odiano Renzi, non si può accettare qualcuno che consigli di pensare agli altri

mariuccia frigerio

Ven, 17/05/2013 - 10:21

chi fa la spesa giornalmente a Milano sa bene che la coop non è per niente conveniente,prezzi alti e qualità a volte scadente;a rapallo poi, anni fa,non so se ancora continua,vigeva l'abitudine di cambiare i prezzi il venerdì pomeriggio per i milanesi che arrivavano per il fine settimana e si lamentavano perché molti pensionati arrivavano già con la spesa fatta,magari all'esselunga che ha sempre fatto davvero l'interesse dei clienti.Mi auguro che Caprotti vinca la sua battaglia e che si riesca a fare pagare le tasse anche alle varie coop rosse che guardano soprattutto ai loro interessi,altro che la coop sei tu, sappiamo tutti benissimo chi sono.....i soliti

Ritratto di elio2

elio2

Ven, 17/05/2013 - 10:23

Ma va! chi lo avrebbe mai immaginato.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Ven, 17/05/2013 - 10:24

Per favore chiedete a Gabanelli che faccia una indagine al riguardo. "Falce e carrello" e' un libro che e' stato sotto causa civile da parte dei trinaricciuti Sx. Il giudice non ha accolto le loro richieste, pero lo ha considerato "concorrenza sleale" alle coop, ed ha quindi ordinato la non vendita. Conclusione: nel 21 secolo c'e' CENSURA di un libro che raccontava come le coop si fanno i caxxi loro, alla faccia della concorrenza. Non c'e' niente da fare, la coerenza e' totale con il grande libro di Marx che voleva la dittatura; hanno avuto l'idea di chiamarla del "proletariato" e i burocrati scansafatiche si sono aggrappati alla grande. La concorrenza non esisteva nell'URSS, solo loro e niente altro. Qui ci provano ad averla e in Liguria ancora regge. Vedremo cosa decide il TAR ligure, ma potrei essere certo che se tali giudici vanno contro il "sistema coop" non faranno troppa carriera. Mica le daranno la promozione immediata data al giudice dei calzini turchesi, che in barba a tutte le regole regalo' un oceano di $$ a De Bednedetti (Mondadori story) senza nemmeno una perizia tecnica.

Ritratto di allecarlo

allecarlo

Ven, 17/05/2013 - 10:27

Posso immaginarmi il verdetto vista la faziosità di pm e giudici. Smontare il mostro che è diventata la magistratura italiana fancazzista e spudoratamente schierata (......salvo ci sia da dare addosso al Cavaliere) è indispensabile per fare ripartire il paese!!!!!

Ritratto di Limapapa02

Limapapa02

Ven, 17/05/2013 - 10:32

Come frenquetatore per ferie della Liguria di Ponente, ho potuto controllare con il portafoglio in mano, che se la spesa settimanale la comperavo a Milano c/o Esselunga, con il risparmio effettivo vs Coop Savona, mi pagavo l'autostrada fino a destinazione, acquistando prodotti di marche primarie e non quelle a marchio Coop o Esselunga. Inoltre,cosa non da trascurarsi, il rapporto con il personale è da una parte di educazione e disponibilità, mentre dall'altra nei migliori casi è di sufficienza, se non di scarsa sopportazione. La grandissima differenza tra le due organizzazioni è chi si pone al centro del business: x Esselunga il cliente deve sapere esattamente quando e dove può trovare la vera convenienza. x Coop invece è la corsa al proprio arricchimento sotto qualsiasi profilo: verso il consumatore, che paga di più i prodotti, verso i fornitori, che devono subire "tasse su tasse" per mantenere le proprie posizioni. Alla faccia dei loro slogan e di quello che Litizzetto giura e spergiura con la sua ineffabile faccia di bronzo.

MMARTILA

Ven, 17/05/2013 - 10:40

La Coop se tu...chi può darti di più? L'Esselunga...ammesso che la mafia rossa gliene dia la possibilità. Stessi accadimenti anche in Toscana, patria dei parolai cialtroni rossi stile Renzi da Firenze!!!

Ritratto di pietrom

pietrom

Ven, 17/05/2013 - 10:42

E la Sinistra ha il coraggio di accusare Berlusconi di conflitto di interessi. Ma a casa loro non hanno specchi per guardasi in faccia e provare un po' di vergogna?

roliboni258

Ven, 17/05/2013 - 10:45

grande Caprotti

linoalo1

Ven, 17/05/2013 - 10:47

Per caso,le Coop,sono appoggiate dai Comunisti?Ora capisco perché accadono certi fatti e perché solo nelle Regioni Rosse!Ed io,ingenuo,che credevo che fosse solo per rispettare la Democrazia!!Lino.

ZIPPITA

Ven, 17/05/2013 - 10:48

mi sono dovuta trasferire da milano in romagna, ahime'. I supermercati, tutti di stampo comunista, sono sporchini, disorganizzati e la merce e' scadente. Se non compri il marchio coop esci col carrello vuoto xche' ci sono pochissime marche a disposizione (come nelle migliori dittature comuniste). Non per fare la milanese, ma all'ESSELUNGA puoi scegliere...e la qualità e' sicuramente migliore. Inoltre offre servizi e PREZZI MOLTO PIU' BASSI. Ho letto il libro del Sig Caprotti e credo sia un uomo veramente con gli attributi. Esselunga tutta la vita!!!

LAMBRO

Ven, 17/05/2013 - 10:54

Vedo con soddisfazione che si va formando, finalmente, una corrente di opinione che pochi avevano recepito come una rete per irretire gli Italiani in un sistema di POTERE ECONOMICO che fa capo alla LEGA delle COOPERATIVE e a UNIPOL e poi MPS con altri tentativi, in atto, di coinvolgere altre piccole Banche. Altro che LIBERALIZZAZIONI !!!! I Telefonini alle COOP cosa hanno cambiato: niente !! Le Parafarmacie alla Grande Distribuzione cosa hanno cambiato: niente!! Solo che le COOP hanno arpionato altri settori di mercato senza alcun beneficio per i consumatori!! Sig. CAPROTTI Lei ha un coraggio da leone!! Lo notai quando lessi il Suo Libro!!Anche perché io vengo dalla terra che è madre di tutte le disgrazie provocate agli Italiani dalle Bande Rosse e ho tangibili riscontri del loro cinismo.

ZIPPITA

Ven, 17/05/2013 - 10:55

sono d'accordo con a-tifoso !!!

buri

Ven, 17/05/2013 - 10:58

esempio di libera concorrenza ... ecco cosa sono le Coop, meno male che esistono uomini come il sig. Caprotti

motofrera

Ven, 17/05/2013 - 11:11

TUTTO QUESTO AVVIENE NEL SEGNO DELLE LIBERALIZZAZIONI, CHE STIMOLANO LA CONCORRENZA, VOLUTE DA BERSANI!!!!!!!!!!!!

jeanlage

Ven, 17/05/2013 - 11:16

L'impudicizia al potere. Gli Abbiamo Una Banca parlano di Conflitto di interessi e di mafia, essendo il più grande potere mafioso che controlla l'Italia con un gigantesco racket di ineressi.

gigi0000

Ven, 17/05/2013 - 11:20

Dott. Caprotti, ha sempre avuto la mia massima considerazione e stima.

Ritratto di Izdubarino

Izdubarino

Ven, 17/05/2013 - 11:34

Le Coop fanno il danno dei consumatori. Fate una semplice prova: spesa alla Coop e spesa all'Esselunga e vedrete dove si spende meno. La Coop sei tu? NO GRAZIE!!!

Ritratto di echowindy

echowindy

Ven, 17/05/2013 - 11:34

Tira vento di giustizia. Finalmente alla sbarra lo strapotere dell’agglomerato POLITICO-AFFARISTICO-MAFIOSO-ROSSO. Per completezza d’informazione le COOP sono espressione di: “distribuzioni alimentari, Assicurazioni, costruzioni edili, agroalimentare, servizi, macchinari industriali, turismo, pesca, mercato abitativo e persino i telefonini” - in cui ben poco e’ rimasto del solidarismo delle origini. Si pensi che a parità di utile lordo la tassazione delle cooperative incide per il 17%, quella sulla società commerciali per il 43%. Altrettanto on meno rilevante lo sconto sugli interessi del prestito sociale dove vengono applicate ritenute del 12,5% invece che del 27%. L cosa vergognosa è che questo sovrappiù non porta alcun risparmio di prezzo per il consumatore.

piertrim

Ven, 17/05/2013 - 11:35

Condivido quanto scrive Tiziano da Milano, vorrei dire anche che non solo verrebbero fuori i soldi per togliere l'Imu ma anche per diminure i costi del gas, dell'energia elettrica e di qualcosa d'altro.

hectorre

Ven, 17/05/2013 - 11:56

credo sia difficile far capire ai sinistrati le nefandezze che i loro idoli stanno combinando da decenni.....hanno distrutto il mercato dell'edilizia,se non sei con loro sei fuori dai giochi...hanno fatto un buco impressionante con mps,di,mostrando l'incapacità di gestione...per non parlare del potere che hanno in settori come scuola,università,asl e magistratura......non si muove una foglia senza il loro benestare.........chi nega tutto ciò o fa parte del gioco o ha il paraocchi.

Sylvie forever

Ven, 17/05/2013 - 12:20

Anch'io non entro alla Coop nemmeno se regalano la merce

Zukoneberg

Ven, 17/05/2013 - 12:28

Questa è la superiorità morale dei comunisti loro non hanno conflitti di interessi non si fanno leggi a persona. No loro sono onesti, non usano il sindaco delle città comuniste per imporre i loro interessi. Non sia mai. Cari compagni comunisti il vostro livello morale è talmente basso che un verme che striscia sotto terra è un gigante al vostro confronto. La balla della superiorità comunista. La Coop è da smantellare, ladri che non pagano le tasse e impongono contro le leggi un monopolio vergognoso. Vorrei che venissero fatte proposte di legge per cessare questa vergognosa situazione.

uggla2011

Ven, 17/05/2013 - 12:40

Me le COOP,in quante rosse non dovrebbero socializzare i profitti?Strano.....mi sono perso qualche cosa dalla Rivoluzione di Ottobre in poi.Buffoni e miserabili,fanno vomitare.Dovrebbero sparire dalla circolazione.Comunque la soluzione c'é:comprare all'Esselunga!

Triatec

Ven, 17/05/2013 - 12:46

Si spartiscono potere e denari e riescono perfino a farti credere che la Coop sei Tu! Ma è evidente che IL POLLO SEI TU!!!

canova.emilio

Ven, 17/05/2013 - 13:16

Questa è la ragione per la quale deve essere cancellato immediatamente il finanziamento pubblico ai partiti. Caprotti ha creato e investito su esselunga con i quattrini proprii frutto di lavoro e intelligenza imprenditoriale. Il PD ha creato le coop con i quattrini nostri versati allo stato, il quale anzichè renderli disponibili per sanità, scuola, pensioni, ecc. ecc. li ha devoluti al PD affinchè diventasse imprenditore. Questi atteggiamenti indeboliscono lo stato e servono solamente al beneficiario per creare clientele e politiche e inciuci.

makeng

Ven, 17/05/2013 - 13:31

Ei ei ei! Basta ne'! Tornate a parlare di ruby e berlusconi. Di queste cose non s' ha da parlare! Noi di sinistra siamo puri illibati e onesti! E chi lo mette in dubbio in galera. Tanto sapete che una qualsiasi scusa la troviamo o la inventiamo!. Ma luigipisco dov'è a sostenere queste cose? Ho bissogno di una mano per proteggere il nostro tesssoro......le coop!

makeng

Ven, 17/05/2013 - 13:36

Ideeeeaaaaaa! BOICOTTIAMO LE COOP.... BOCO!!!!!! DIAMOCI TUTTI DA FARE PER BOICOTTARLE COME FECERO I SINISTRONZI CON LA STANDA DI BERLUSCONI. (COSTRETTO A VENDERLA!). fate girare e impegnatevi in modo che gli unici clienti di queste organizzazioni sia in tinta unita co le stesse: Rosso comunista!!!!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 17/05/2013 - 13:40

MA; SE LA LITTIZZETTO FÁ LA RECLAME PER LE COOP COME VOGLIAMO CHE VENGA DATO UNO STOP ALLA PREPOTENZA DELLE COOP É DEI SUOI ALLEATI?; LA COOP SIAMO NOI? NO! LA COOP NON SONO IO! É SE MI TROVO A FARE LA SPESA IN UN CENTRO DELL;ITALIA, IO NELLA COOP NON CI ENTRO PERCHE I KOMUNISTI NON DEVONO VIVERE CON I MIEI SOLDI PUNTO!.

nonnoaldo

Ven, 17/05/2013 - 13:47

Hectorre, lei scrive "...hanno fatto un buco impressionante con mps,dimostrando l'incapacità di gestione..." Mi permetto di correggerla: "...hanno fatto un buco impressionante con mps,dimostrando quanto sanno rubare..."

tofani.graziano

Ven, 17/05/2013 - 13:54

Il sig.CAPRIOTTI,ha la mia immensa ammirazione.GRANDE UOMO!!Nel merito ed entrando nei dettagli,si nota la enorme differenza nell'entrare in COOP o in ESSELUNGA.Nella prima cialtroneria,disorganizzazione e lungaggini, nella seconda organizzazione efficienza e soprattutto CORTESIA.Un augurio di poter continuare a scegliere in liberta'

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Ven, 17/05/2013 - 14:38

secondo me è lui un leader qualificato per il centrodestra, fondasse un partito anche lui, mi piace perché non ha paura di combattere, in genere invece i Quagliariello e i Lupi, sono piuttosto inclini a lasciar perdere

precisino54

Ven, 17/05/2013 - 14:58

Un giorno forse finirà questo modo di fare, ma quanti danni nel frattempo? Ancora più incredibile che tramite le solite veline e i portatori d'acqua decerebrati si fa a gara nel dire che non è vero, che la libera concorrenza, che in certe aree c'è un totale asservimento a certi poteri mafiosi. Lo schifo è assoluto, ma ancora c'è chi non vuol capire. Mai una procura pronta ad indagare su questi fatti inquietanti, ma prontissima ad inseguire "p4" di tutti i tipi! Un unica cosa mi sorprende: come mai non hanno provato con la clava giudiziaria a stoppare Caprotti?

giessebi

Ven, 17/05/2013 - 15:07

Non ho ancora letto un bel commento edificante pro-coop e contro Berlusconi (che ha qualche colpa anche in questo caso, di sicuro). Gli agit-prop sono al mare o non e' ancora arrivata la velina rossa?

Ritratto di pietrom

pietrom

Ven, 17/05/2013 - 15:14

Ogni volta che mi sento dire "La COOP sei tu", mi viene voglia di denunciarli per diffamazione.

Ritratto di dbell56

dbell56

Ven, 17/05/2013 - 15:32

Conosco la storia di Caprotti da molto tempo e, finalmente, sono riuscito a trovare il suo libro "Falce e Carrello" e l'ho letto con avidità assoluta. Ecco l'Italia che non vogliamo: quella delle coop rosse tutta prepotenza e scarsissima economicità nei prezzi. Ragionano come il Marchese del Grillo: io so' io e voi nun siete un caxxo!! eggendo i grafici del libro mi sono reso conto delle ruberie che i compagni perpretano nei confronti dei consumatori prendendoli pure per il c*lo con la frase "la coop sei tu, chi può darti, chi può darti di più". Mi spiace solo che un imprenditore illuminato come Bernardo Caprotti non abbia ancora pensato di venire qui giù in Abruzzo e restante centro Italia. Soprattutto nella mia città o in posizione limitrofa, sarebbe bello ed interessante economicamente una sua presenza qui a Pescara. La vedremo mai qui Esselunga con i suoi convenientissimi prezzi per prodotti eccellenti? Chissa!!

baio57

Ven, 17/05/2013 - 15:47

Hectorre - Tempo sprecato. Hai notato per caso qualche commento da parte rossa o rossastra ? Vedrai fra poco invece sull'articolo Rubbbbbyy , post a iosa dei voyeurs notevolmente sinistrati .

Ritratto di kinowa

kinowa

Ven, 17/05/2013 - 15:48

Mi, e vi chiedo, come potrà la magistratura italiana, dare torto ad una giunta di sinistra ?????? L'Esselungfa ha perso in partenza.

giseppe48

Ven, 17/05/2013 - 16:40

la coop sei tu e ti inculo di più

macchiapam

Ven, 17/05/2013 - 16:44

E' ora di finirla colle battaglie di retroguardia che da sempre Coop combatte, invece di accettare la sfida della concorrenza. E' un monopolio camuffato, che addirittura fa anche da banca, e che dovrebbe finalmente essere ricondotto alla sua naturale funzione. Coraggio, Bernardino, e tutti gli altri che, nonostante Coop, vincono sul mercato.

macchiapam

Ven, 17/05/2013 - 16:44

E' ora di finirla colle battaglie di retroguardia che da sempre Coop combatte, invece di accettare la sfida della concorrenza. E' un monopolio camuffato, che addirittura fa anche da banca, e che dovrebbe finalmente essere ricondotto alla sua naturale funzione. Coraggio, Bernardino, e tutti gli altri che, nonostante Coop, vincono sul mercato.

Azzurro Azzurro

Sab, 18/05/2013 - 22:09

Per ogni euro speso alla COOP 10 centesimi vanno al pci-pd. Ricorsatevelo amici, mai andare alla coop

Azzurro Azzurro

Sab, 18/05/2013 - 22:19

Confermo, alla Esselunga prezzi bassi qualita' e cortesia, alla coop maleducazione, prezzi alti e prodotti scadenti. Ragazzi non andate alla coop, fatela fallire

Imprenditore

Lun, 28/09/2015 - 18:38

Dopo aver fornito quasi tutta la grande distribuzione,nei miei 45 anni d'imprenditore,gli ultimi tempi quando entravo negli uffici acquisti Coop Italia(Ero fornitore nazionale di Coop ed IperCoop)mi subentrava una nausea profonda.....Grande ammirazione invece per Esselunga e per il Sig. Caprotti strenuo lottatore contro evidentissime ingiustizie rosse......

paci.augusto

Mer, 07/10/2015 - 15:55

Se lei dice che la Liguria ' è dominata dalle forze progressiste ' della Toscana deve affermare che è ' dominata dalle forze veterosovietiche ' Ha potuto aprire il primo supermercato dopo 20 anni a La Spezia!! Ma a Livorno, quanto tempo è che cerca inutilmente di aprire???!! Io ricordo di suoi tentativi oltre 40 anni orsono!!! Giusto????!!!